Contenuto Principale

Policastro. Dimesso dal centro covid,si ammala e muore. Addio a Gennaro Castaldo. Il fratello: " E' stato ucciso dalla negligenza dei medici ". Pronta la querela.

 

 GENNARO CASTALDO MORTO POLICASTRO 3MAG - YouTube

 

 

 Il covid-19 ha stroncato la vita a Gennaro Castaldo, 68 anni di Policastro, ex dipendente dell’ufficio tecnico del comune di Santa Marina. Il fratello Vincenzo, consigliere di minoranza, tiene a precisare: << Rino non è stato ucciso dal virus ma dalla grave negligenza di alcuni medici >>. E’ convinto che siano stati commessi una serie di errori che hanno influito negativamente sulle condizioni di salute del fratello, nei prossimi giorni presenterà querela. Il calvario di Gennaro è iniziato nel marzo scorso quando scopre di essere stato contagiato. Dopo alcuni giorni trascorsi con la febbre a casa viene ricoverato all’ospedale di Sapri, poi presso il covid hospital di Agropoli. La polmonite interstiziale bilaterale lo costringe a trascorrere intere giornate nel reparto di terapia subintensiva. Il 21 aprile scorso, dopo quaranta giorni di sofferenze, Rino viene dimesso perché negativo a tutti i tamponi di controllo, << però – precisa Vincenzo – era ancora in corso la polmonite e un’infezione. Aveva ancora bisogno di cure e invece di trasferirlo presso una struttura doveva poteva ricevere le giuste terapie, è stato ricoverato in un centro riabilitativo che non disponeva dei farmaci di cui aveva bisogno>>. Difatti da Agropoli, il 68 enne, che non soffriva di altre patologie, è stato accompagnato in ambulanza  presso il centro riabilitativo Villa Margherita di Benevento, convenzionato con il servizio sanitario nazionale. Dopo pochi giorni viene colpito da una crisi respiratoria e non c’è un medico che può assisterlo. Un’ambulanza del 118 lo trasporta all’ospedale Fatebenefratelli di Benevento dove arriva in condizioni estreme. Resta in rianimazione in attesa dell’esito del tampone. Gennaro è di nuovo positivo al covid. Siamo a lunedì 26 aprile. Immediatamente viene trasferito nel centro covid di Maddaloni. Da questo momento in poi si interrompono le  comunicazioni con la famiglia. Dopo una settimana di silenzio, ieri è arrivata la telefonate che nessuno avrebbe voluto mai ricevere.<< Mio fratello è stato vittima di una cattiva sanità . Una negligenza che ha favorito il ritorno del virus e quindi la morte di Rino >>. Vincenzo Castaldo, che di professione fa la l’avvocato, ha già pronta la querela : << L’ho scritta durante notti d’insonnia e al più presto la depositerò personalmente alla Procura di Vallo. Le responsabilità non sono solo del covid hospital di Agropoli ma anche del centro riabilitativo. Non doveva accettare un paziente con una polmonite e un’infezione in corso >>. I sanitari del Fatebenefratelli hanno fatto di tutto per salvarlo. Quando è giunto al presidio di Maddaloni era già troppo tardi. Gennaro lascia due figli Marco e Domenico e la moglie Antimina. << Era una persona buona, sensibile, sempre disponibile >>, le parole che accomuna chi lo aveva conosciuto. Era fratello anche di Carmen e Giuseppina Castaldo, quest’ultima ex sindaco di Santa Marina. Oggi alle 16 i funerali in Cattedrale. La salma giungerà da Maddaloni .

 

antonietta nicodemo 

 

 

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.