Contenuto Principale

Sapri-Maratea, la S.S. 18 verso la riapertura. Lunedì l'avvio dei lavori per la messa in sicurezza.

 

 

 

 

Entro la fine del mese sarà riaperta la statale 18 chiusa dal 17 agosto nel Comune di Sapri.  Venerdì scorso sono stati affidati i lavori di somma urgenza che serviranno a mettere in sicurezza il costone roccioso che sovrasta la strada nei pressi dell’area portuale, dal quale, a seguito di un incendio, sono precipitati i massi che hanno invaso la corsia della nazionale. Secondo quanto programmato una squadra di rocciatori dovrà procedere al disgaggio delle rocce in bilico nelle aree attraversate dalle incendio, successivamente bisognerà ripulire l’intera area. Un’opera che consentirà di ripristinare le condizioni di sicurezza preesistenti e riaprire la statale 18 tra Sapri e Maratea. Dal Comune fanno sapere che i lavori inizieranno lunedì 14 settembre e avranno una durata di 15 giorni. Dal fronte della viabilità arrivano novità per la realizzazione della Variante alla Pisciottana. La strada, che unisce Ascea e Pisciotta rapidamente, da 30 anni pericolosa perché interessata da una frana. Per la costruzione della via alternativa ci sono i fondi , 20 milioni finanziati dalla regione, ma l’iter burocratico per la appalto dei lavori si è bloccato in provincia. Dopo le ennesime minacce dei due sindaci interessati è stato presentato in consiglio provinciale una mozione a firma del vice presidente Stanziola e del consigliere Rescigno che chiede lo sblocco delle procedure necessarie  per l’avvio dei lavori dell’importante variante. Gli automobilisti sono disperati e gli amministratori comunali sono sfiduciati. 30 anni di lotte e nemmeno un km di strada realizzata.

 

 

 

 antonietta nicodemo 

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.