Contenuto Principale

Sapri, il Comune chiede al Ministro l'annessione all'area marina protetta " Costa di Maratea ".

 

 

 

 

 

 

 

Il 17 agosto in occasione della visita del Ministro all’ambiente alla prima barca elettrica del Golfo di Policastro, prese corpo l’idea di favorire l’istituzione di un’area marina protetta nella città della Spigolatrice. Insieme a Costa il Sindaco Gentile stabilì di adottare un’apposita delibera di Giunta per chiedere l’annessione all’oasi marina già istituita a Maratea. Così è stato . L’esecutivo ha licenziato la delibera che propone al Ministero l’adesione all’ area marina protetta “ Costa di Maratea “ . Si estende su 32 km di costa ricadenti nel Comune lucano. A  nord confina con la spiaggia del Canale di Mezzanotte di Sapri. A proposito dei fondali antistanti la preziosa spiaggetta, nella delibera si evidenzia  che “l ‘ambiente marino costiero ricadente nei confini di Sapri è di notevole attrattiva scientifica , storica ed ambietale “ . Insomma la Città della Spigolatrice chiede che l’ area marina protetta marateota venga estesa sui suoi fondali”. Un’oasi già istituita dal Governo ma inesistente perché  manca ancora un regolamento per la sua gestione. Sulla decisione del Comune di Sapri il sindaco di Maratea Daniele Stoppelli diplomaticamente dichiara :  “ Al ministro la decisione  “ . “Auspichiamo che la proposta vada in porto – afferma il capogruppo dell’ opposizione Giuseppe del Medico – nonostante la fragilità del percorso tecnico amministrativo intrapreso. Sarebbero stato opportuno, per una scelta cosi importante, coinvolgere tutte le parti interessare a partire dalle associazioni e dal Sindaco di Maratea . E’ una delibera che si basa sul nulla dato che la area marina protetta Costa di Maratea è solo sulla carta “ .

 

antonietta Nicodemo 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.