Contenuto Principale

Sapri, posti di blocco per controllare gli accessi. Fila dinanzi alla farmacia

Risultato immagini per sapri controlli carabinieri

A Sapri nessuno entra ed esce senza permesso. Subito dopo l’estensione della zona rossa a tutta l’Italia, la cittadina della Spigolatrice è stata blindata dalle forze dell’ordine pronta a non  fare sconti, come annunciato nei giorni scorsi anche dall’amministrazione comunale. Una pattuglia dei carabinieri della Stazione di Sapri  con in campo lo stesso comandante Pietro Marino stamane ha presidiato gli ingressi alla città. Posizionata subito dopo l’ospedale , fermava tutte le auto in entrata e in uscita per controllare i motivi assolutamente necessari  dello spostamento, cioè esigenze di lavoro, di salute o di rifornimento di beni alimentari. Certo veicoli ce ne erano, rallentati anche dai controlli in atto ma la presenza delle forze dell’ordine ha responsabilizzato i cittadini. Le strade stamane apparivano meno frequentate. Nessun capannello sul lungomare, pur restando questo il luogo prediletto da qualcuno per una boccata d’aria, bar  scarsamente frequentati. Perfino la trafficata via Kenneedy stamane presentava pochissime auto, tanto che diversi erano i parcheggi liberi lungo l’arteria dove solitamente trovare un posto non è così immediato. La stazione, dopo le fughe e i controlli dei giorni scorsi, appariva deserta. Poche auto, nessun viaggiatore, una strana atmosfera di calma scandita solo dagli annunci degli altoparlanti. Gli unici luoghi dove la frequentazione è rimasta elevata  sono le farmacie che, come gli altri esercizi commerciali, hanno dato il via agli ingressi contingentati. La Farmacia del Corso stamane vedeva all’esterno le persone in fila a distanza di un metro secondo le direttive per poter accedere all’interno.  Si sta ancora cercando di capire meglio come dovrà essere applicata la normativa del Governo. Quello che pare certo, ha spiegato oggi il sindaco di Sapri,   è che le scuole resteranno chiuse fino al 3 aprile, si esce di casa solo per necessità,  con controlli a campione e autocertificazioni da compilare,  bar e ristoranti dovranno osservare la chiusura alle 18 e le distanze di un metro, nelle giornate festive e prefestive saranno chiuse le grandi e medie strutture di vendita .Il primo cittadino sta predisponendo anche operazioni di lavaggio e disinfezione delle strade, mentre per la spesa i commercianti sapresi  si sono già messi a disposizione per la consegna gratuita a domicilio.

Daria Scarpitta

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.