Contenuto Principale

Metanizzazione nel Cilento. Conto alla rovescia per lo sblocco dei fondi. E Santa Marina dice si all'allaccio.

 

 

Risultati immagini per metano nel cilento

 

Fa un enorme passo in avanti il progetto per il completamento del metanodotto nel Cilento. Dopo le recenti sollecitazioni da parte dei Sindaci, il Ministro dello Sviluppo Economico e quello delle Infrastrutture si preparano a sottoscrivere i decreti, pronti da tempo, che finanziano le opere ancora da realizzare in molti altri Comuni a Sud di Salerno. La firma dovrebbe avvenire nei prossimi giorni in un vertice a cui prenderanno parte la regione Campania e una delegazione di amministratori locali, capeggiati dal Sindaco Gino Marotta di Celle di Bulgheria, Comune capofila della metanizzazione in terra cilentana. A questa buona notizia se ne aggiunge un ‘altra importante per Santa Marina. Il Sindaco Giovanni Fortunato ha sottoscritto, in un recente incontro a Napoli, un accordo che consente ai suoi cittadini di allacciarsi alla rete. Per anni si è opposto al passaggio della condotta sul suo territorio e quindi alla distribuzione del metano nelle case dei santamarinesi. L’intesa raggiunta in regione ha segnato la svolta evitando al progetto di impantanarsi in azioni giudiziarie e amministrative. Il Governo campano, come è noto, ha stanziano a favore della metanizzazione cilentana 50 milioni di euro. Una parte servirà a coprire le spese infrastrutturale, un’altra per sostenere i costi degli allacci, fino ad un massimo di 450 euro per ciascun utente. Questo vuol dire che chi ha già pagato l’attacco alla rete cittadina del metano può chiedere il rimborso attraverso un apposito modello. Chi invece non ha ancora sostenuto la spesa non dovrà pagare, dovrà versare solo la somma  che supera i 450 euro.

 antonietta nicodemo 

 

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.