Contenuto Principale

Polla. ospedale in emergenza. La Cgil chiede nuovo personale.

 

 

 

Gravi carenze di personale nei reparti di Pediatria e Nido, Ortopedia e Traumatologia e Medicina Generale dell’Ospedale di Polla. I rappresentanti territoriali della Cgil Funzione Pubblica e il Comitato Curo tornano a scrivere al Presidente De Luca e ai vertici sanitari, lanciando l’allarme sul rischio che non si riescano a coprire i turni e a garantire le prestazioni ordinarie. Nello specifico, per la Pediatria  i sindacalisti informano che entro la fine del mese uno dei Pediatri verrà trasferito all’Azienda Ospedaliera di Salerno, motivo per il quale l’organico in servizio si ridurrà a due soli specialisti con in più le difficoltà dovute al fatto che i Pediatri che garantivano la copertura dei turni in ALPI non potranno effettuare più di quattro turni mensili, per ottemperare agli obblighi d’orario imposti dalla legge. Una situazione che continua a tenere in ballo anche l’intero reparto di Ostetricia e Ginecologia e il punto nascita per cui i problemi non sono ancora del tutto archiviati. Per ciò che riguarda invece  Ortopedia, nei primi giorni di Maggio e successivamente nei primi giorni del mese di Agosto verranno posti in quiescenza due dei tre Dirigenti Medici in organico. Infine, in Medicina Generale, sempre a  causa del pensionamento o della destinazione ad altri servizi di alcuni Dirigenti Medici, “la situazione – dice la Cgil Fp- è degenerata. Attualmente sono presenti solo quattro Dirigenti Medici di cui uno f.f. motivo per cui in relazione al numero di posti letto assegnati e alle numerose  attività svolte. si segnala la necessità di assegnare un altro Dirigente Medico e  di rinnovare o acquistare, con urgenza, delle apparecchiature che in alcuni casi sono obsolete.  Nella lettera si chiede di reperire nuovo personale, attingendo anche a graduatorie  valide per altre aziende sanitarie, in caso quella aziendale sia esaurita, e visti gli esiti fino ad ora avuti dai concorsi. I sindacalisti e il comitato, infine chiedono personale dedicato e motivato  per il Pronto Soccorso, costretto a contare su figure assegnate  in via temporanea ed assoggettate a continue rotazioni, e  sollecitano i lavori di riqualificazione e adeguamento normativo dell’ex ospedale di S.Arsenio che, pur avendo ricevuto il nulla osta da parte di SO.RE.SA Campania, non hanno visto ancora la delibera da parte dell’Asl.

 

 Daria Scarpitta

 

 

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.