Contenuto Principale

Cavaliere della Repubblica. Onorificenza al medico del 118 di Sapri Fiorillo e al comandante di Sala Cimino.

L'immagine può contenere: 7 persone, persone in piedi

Le solenni celebrazioni del 4 novembre a Salerno si sono colorate del merito anche di alcuni cilentani, divenuti esempio per tutti i cittadini. Il prefetto di Salerno Francesco Russo infatti, dopo essere passato dinanzi al picchetto d’onore schierato per la pioggia sotto i portici del Municipio e dopo l’alzabandiera,  ha consegnato presso il teatro Augusteo le onorificenze per quei cittadini distintisi nel loro operato . A ricevere l’importante attestazione di Cavaliere della Repubblica è stato, tra gli altri, anche il medico di Sapri Gerardo Fiorillo. Il dottore si è distino - si legge nella motivazione -“ nella sua qualità di dirigente medico, negli interventi di emergenza - urgenza del servizio 118". Medico di grande disponibilità e di profonda umanità, Fiorillo è intervenuto sul territorio in tantissime occasioni anche molto dolorose prestando la sua opera professionale senza riserve ed è conosciuto per il suo lavoro mai freddo e per la comprensiva partecipazione ai piccoli grandi drammi davanti a cui si è trovato a lavorare. Salito sul palco per ricevere il diploma dalle mani del Prefetto, Fiorillo  non ha nascosto la sua emozione. Durante la giornata è stata consegnata anche la medaglia di bronzo al valore civile al giovane bagnino di Capaccio Pierluigi Caroccia  che rischiò di morire e per 5 giorni restò in coma dopo aver salvato dall’impetuosità delle onde due ragazze che stavano annegando. A ricevere il diploma di Cavaliere della Repubblica è stato anche il comandante della Stazione Carabinieri di Sala Consilina Cono Cimino. Il riconoscimento gli è arrivato per aver svolto la sua attività con alto senso del dovere e dedizione. Cimino è stato anche insignito di croce d’argento e croce d’oro per anzianità di servizio militare e medaglia di bronzo al merito per lungo comando Esercito. Accanto a lui sul palco, in rappresentanza del Comune di Teggiano, di cui è originario, la nipote Rosa Cimino, consigliere comunale della Città Museo.

Daria Scarpitta

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.