Contenuto Principale

Piano di Zona S9, entro il 13 luglio le domande per la specialistica scolastica. Finanziati i progetti dei voucher per nidi. Nessuna candidatura da Golfo e Diano.

Risultati immagini per piano di zona s9

Il Piano di Zona S9 con Comune capofila Sapri dà il via all’iter per l’attivazione del servizio di assistenza specialistica scolastica, rivolto agli alunni diversamente abili nei plessi delle materne, primarie e secondarie di primo grado di tutti i  Comuni dell’ambito. Per accedere al servizio è necessario compilare e consegnare presso gli uffici del Piano di Zona, entro il 13 luglio,  un modulo di adesione. “Successivamente – spiega Gianfranca Di Luca,  coordinatrice del Piano S9 – si procederà ad incontrare i dirigenti scolastici, i referenti del distretto sanitario e i genitori richiedenti il servizio per definire nel dettaglio gli interventi da effettuare come previsto nell’accordo di programma territoriale per migliorare la qualità dell’integrazione scolastica e sociale degli alunni con disabilità”. Intanto, sempre sul fronte sociale della scuola, è stato reso pubblico l’elenco dei progetti ammessi a finanziamento dalla Regione Campania in merito ai voucher di servizio per nidi e micronidi. La Giunta Campana aveva indetto un avviso pubblico finalizzato all’erogazione di voucher per l’acquisto di posti in nidi e micronidi per bimbi da 0 a 36 mesi e questo per migliorare il tasso di occupabilità delle donne, su cui grava principalmente la cura dei bambini, e per aumentare la percentuale di piccoli tra 0 e 3 anni che hanno usufruito di servizi per l’infanzia, diffondendo queste strutture sul territorio. Nel salernitano sono stati finanziati i progetti del Piano di Zona S8 con Comune capofila Vallo della Lucania per un ammontare di circa 350mila euro , dell’ambito S3 di Palomonte con circa 40 mila euro e dell’ambito S4 di Pontecagnano per un importo di oltre 373mila euro. Nessuna candidatura all’avviso pubblico è arrivata né dal piano di Zona saprese né da quello del Vallo Di Diano, quest’ultimo ancora alle prese con il passaggio alla nuova gestione in forma di Consorzio e con il completamento del suo organigramma, non scevro di polemiche e strappi politici.

Daria Scarpitta

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.