Contenuto Principale

Sapri, tenta di buttarsi sotto un treno. Donna incinta salvata dagli agenti della Polfer.

 

Risultati immagini per stazione ferroviaria sapri

Litiga con il compagno e tenta di suicidarsi lanciandosi sui binari dei treni . Gli agenti si accorgono di ciò che stava accadendo ed evitano la tragedia, salvando anche la vita del bimbo che la donna portava in grembo.  La 30 enne, infatti, era in evidente stato di gravidanza. L’uomo è stato denunciato in stato di libertà per istigazione al suicidio.  Questo è quanto è accaduto ieri mattinanella stazione ferroviaria di Sapri al sopraggiungere del regionale  2426 proveniente da Consenza e diretto a Napoli. La coppia senza fissa dimora, entrambi di Napoli, erano giunti nella cittadina del Golfo di Policastro la sera precedente. I poliziotti  avevano notato un istante prima  i due discutere animatamente nei pressi del bar dello scalo ferroviario. All’improvviso lei con un gesto fulmineo si è lanciata sui binari appena si è accorta dell’arrivo del convoglio , mentre il compagno la incitava a buttarsi sotto il treno. Il macchinista ha azionato subito il freno di emergenza ed i segnali acustici mentre gli agenti del Comandante Nicodemo, senza esitare e mettendo a rischio la propria vita, hanno afferrato la donna riuscendo ad evitare che finisse sotto il convoglio  L’intervento del personale medico del servizio di igiene mentale dell’Asl, ha consentito di accertare che tutti è due hanno problemi psichici. Questo però non ha evitato all’uomo, anche lui di 30 anni, la denuncia all’Autorità Giudiziaria.

 

 

Aeroporto di Salerno. Da Paestum parte l'appello al Governo.

 

Risultati immagini per aeroporto di salerno incontro a paestum

 

Operatori turistici  e politici insieme nella lotta per l’avvio dei lavori nell’aeroporto Costa- D’Amalfi. Il patto è stato ufficializzato con una convention a Paestum che ha portato alla sottoscrizione della petizione che chiede al Governo di firmare il decreto che consentirebbe l’appalto dei lavori per l’ammodernamento dello scalo e per l’allungamento della pista. Una azione che vede al timone gli imprenditori del Cilento, più di tutto il resto della provincia di Salerno penalizzati dai ritardi che si stanno accumulando per il potenziamento dell’aeroporto. E’ dall’81 che si combatte per allungare la pista, un intervento necessario per permettere l’attivazione dei voli di linea. Oggi manca soltanto la firma dei ministri per fare in modo che questo avvenga. La petizione sottoscritta al Mec Hotel, sarà inoltrata al presidente del Consiglio e al Ministro del Trasporti e quello delle Finanze, ai quali gli operatori turistici hanno già chiesto l’istituzione di un tavolo tecnico.

 

 

L’assessore regionale al turismo Corrado Matera ha ribadito l’impegno della regione per il potenziamento dell’aeroporto salernitano. 

 

Gli imprenditori, in particolare, sono stanchi di attendere le lungaggini burocratiche. Confidano nel buon senso della politica. Sono 37 anni che attendono  risposte al problema. Eppure ancora oggi vogliono credere che qualcuno veramente prenda a cuore la questione. Tutto questo per una infrastutture che coninua a tenere bilanci in rosso e ad ottenere cospicui finanziameni pubblici. Chissa se non sarebbe meglio chiuderla e riaprirla quando, evenualemente sara allungata la pista evitando di dirotare sullo scalo altre risorse che provengono dalle tasche dei cittadini che non hanno ben capito nemmeno che funzione svolge per il pubblico interesse.

 

 

 

 

 

TURISMO NEL PARCO DEL CILENTO. IL DIRETTORE DELL AREA ARCHEOLOGICA DI PAESTUM “ OLTRE AI TRASPORTI OCCORREno I SERVIZI E UN’OFFERTA DI QUALITA’ “

 

 

Sapri, la minoranza svela le speculazioni edilizie contenute nel Puc.

 

 

 

E’ stato il gruppo di minoranza a presentate alla Città di Sapri il nuovo Puc approvato dalla maggioranza.  Ed è proprio da questa contraddizione che ha preso vita la discussione intavolata dai consiglieri di opposizione nell’incontro pubblico tenutosi mercoledì sera. Ne dopo la redazione e neppure dopo la pubblicazione sul Burc il piano regolatore è stato illustrato ai cittadini da parte della squadra di governo e dei tecnici che l’hanno redatto. Di qui la decisione della minoranza di farsi avanti per sopperire alla manca informazione, anche perchè nel documento ha riscontrato scelte che non guardano gli interessi della Città ma di singoli cittadini. Attraverso le slide sono state mostrate tutte le aree rese edificabili, anche quelle situate in posti inaccessibili,  spiegando che sono terreni di proprietà di sostenitori della maggioranza comunale, mentre “ è stato anche dimostrato che,  per diverse  aree di proprietà di avversari politici,  sono stati previsti gli espropri per trasformale in parcheggi pubblici o in micro parco giochi “ . I nomi dei cittadini favoriti dal nuovo Puc non sono stati mai pronunciati dai consiglieri comunali di Sapridemocraica ma c’è chi ne ha urlato alcuni dalla platea. L’iter per l’entrata in vigore del piano è ancora lungo . Il consigliere di minoranza Pamela Marino, insieme a Pietro Scaldaferri, del movimento Sapri Cambia hanno  garantito la massima vigilanza lungo tutto il percorso a tutela degli interessi della comunità. Il puc dell’amministrazione Gentile arriva a quasi due anni dal suo insediamento . Appena salì al governo revocò il piano che aveva redatto la precedente maggioranza, che non fu rieletta, perché doveva integrarla di interventi utili per la Città, soprattutto per il comparto turistico. Però dall’esposizioni fatte mercoledì sera non è venuto fuori nulla di concreto per gli interessi pubblici. L’opposizione si è dichiarata pronta ad  un confronto con la maggioranza e a fare un passo in dietro se le sue tesi saranno smentite con documenti alla mano.

 

 

 

 antonietta nicodemo 

 

Poste chiuse a Villammare. I lavori in corso per riaprirle. Si attendono i tecnici della società.

Risultati immagini per poste

Proseguono le lamentele a Villammare sulle sorti del locale ufficio postale, chiuso da alcune settimane per gli interventi necessari di messa in sicurezza. L’amministrazione comunale di Vibonati, però, torna a rassicurare i cittadini, garantendo che si stanno mettendo in campo tutte le azioni necessarie per ridurre al massimo i disagi degli utenti. “Stiamo aspettando le verifiche dei tecnici di Poste Italiane – hanno detto dall’Ente- per vedere se rimuovono la controsoffittatura in modo da  consentire l’ispezione del solaio di copertura e l’effettuazione dei relativi lavori di messa in sicurezza”. In contemporanea , per una definitiva sistemazione degli uffici, l’amministrazione ha già provveduto ad acquisire parere favorevole all’affitto di un  immobile  sito nel centro del paese. Questa seconda alternativa è stata decisa  proprio per non  interrompere a lungo un servizio di primaria importanza come quello postale. Nelle intenzioni dell’amministrazione sarebbe infatti auspicabile l’abbattimento e la ricostruzione del’intero ex edificio scolastico che contempli anche una congrua superficie destinata a sede di uffici. Resta intanto ancora da definire la data di riapertura .

Daria Scarpitta

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.