Contenuto Principale

Aggiornamento settimanale Covid del Golfo di Policastro e del Vallo di Diano.

GOLFO DI POLICASTRO 

Tira un sospiro di sollievo MARATEA dove i contagi arrivati ad un centinaio sono scesi ora a quota 76. Questa settimana, infatti, sono guarite 20 persone e ci sono state solo 2 nuove positività; due persone ospedalizzate sono ritornate a casa mentre rimane ancora 1 cittadino ricoverato. Si attendono i risultati di ulteriori tamponi di controllo.

Anche SAPRI registra 1 guarigione. Purtroppo vanno anche registrate 3 nuove positività in questa settimana, che portano il totale dei positivi a 4. Dei nuovi contagi, una persona era già in isolamento, in quanto coabitante di un positivo, mentre gli altri due non sono collegati a casi accertati. Per questo motivo si sta ricostruendo la catena dei contatti. Una persona risulta ospedalizzata all’ospedale di Polla. 

A VIBONATI è guarita l’insegnante che lavora all’Istituto “Leonardo da Vinci” di Sapri. Dopo essere tornata per qualche giorno Covid free, oggi va riscontrato 1 nuovo caso.

Ad ISPANI sono 8 i casi totali al momento, tutti legati al focolaio sorto dopo una festa di famiglia.

A SANTA MARINA restano due i casi. Da diversi giorni non ci sono nuovi contagi. Nelle ultime ore c’è stata apprensione per un caso poi risultato falso positivo.

A SAN GIOVANNI A PIRO sono 2 al momento i casi positivi totali, con 55 guarigioni.

Ieri mattina a CAMEROTA Capoluogo è stato riscontrato 1 nuovo caso positivo, riguardante un professionista di 53 anni che aveva avuto contatti con un positivo di Napoli. L'Asl è impegnata nella ricostruzione della catena dei contatti. Sono quindi 2 le persone totali contagiate nel Comune.

CELLE DI BULGHERIA è Covid free.

CASELLE IN PITTARI era appena tornata Covid free dopo la negativizzazione dei 3 casi esistenti, quando è emerso un nuovo focolaio. Al momento sono 5 i casi registrati anche se il sindaco Giampiero Nuzzo ha fatto sapere che si attendono i risultati di altre persone che già sono sintomatiche. I numeri potrebbero dunque salire ma “la cosa importante - ha detto Nuzzo - è che abbiamo isolato le famiglie interessate, quindi il contagio, anche i dovesse crescere nelle prossime ore, auspichiamo che resti limitato ai gruppi familiari già individuati”. Il sindaco inoltre ha disposto la chiusura e il divieto di accesso ai parchi giochi e il divieto di assembramento in spazi e aree pubbliche fino al 30 marzo per ragioni precauzionali.

 

VALLO DI DIANO 

In questa settimana aumentano in maniera vertiginosa i contagi nel Vallo di Diano. Sono 12 i casi totali accertati a SANZA; di cui due risultano ricoverati all’ospedale “Luigi Curto” di Polla. Tra i contagi non risultato malati dei bambini.  

Salgono i contagi anche a BUONABITACOLO. Sono in totale 36 i positivi accertati con 4 nuove guarigioni. Un contagio riguarda anche una bambina.

MONTESANO S/M deve registrare in questa settimana 10 nuove positività che portato il totale delle persone contagiate a 18. Tra i nuovi casi non sono presenti bambini in età scolare tra i quattordici. Inoltre diversi nuovi contagi erano legati a precedenti contatti diretti.

PADULA non è più Covid free. Sono 13 i nuovi contagi nella cittadina. Si tratta nella maggior parte dei casi di persone appartenenti a nuclei familiari differenti e non collegati tra loro.

SASSANO sono complessivamente 16 i contagi (guariti 65).

TEGGIANO vanno registrate 2 guarigioni, ma anche 11 nuove positività. Salgono così a 11 i contagi nella cittadina valdianese. 

SALA CONSILINA è arrivata a quota 93 contagi. Anche in questa cittadina si vive l’andamento che in tutta Italia sta facendo montare la terza ondata dell’epidemia.

Cresce il contagio anche ad ATENA LUCANA. Sano 80 i casi totali, comprendenti sia adulti che bambini. Ricordiamo che tutto è partito da una scuola e la situazione si è poi ampliata alle famiglie. Tuttavia, grazie alle azioni di monitoraggio messe in campo dal Comune, sembra che la situazione sia stata circoscritta. Si registrano anche delle guarigioni di 13 bambini e di 10 adulti.

SAN PIETRO AL TANAGRO c’è un solo cittadino positivo che è ospedalizzato. Sul territorio comunale non sono presenti casi.

A SAN RUFO scendono a 5 i casi totali dopo la guarigione di due persone.

Altri 8 nuovi casi sono accertati a POLLA. Sono in tutto 32 i positivi attuali. Una donna risulta ricoverata a Salerno per le sue difficili condizioni. Va anche registrata 1 guarigione.

CAGGIANO vanno registrati 2 nuovi contagi appartenenti a nuclei familiari riversi, e di cui sono stati ricostruiti i contatti. Sono 5 in totale i positivi nella cittadina.

Ad AULETTA scendono a 3 i casi totali, dopo alcune guarigioni. Da chiarire un ulteriore caso.

Maratea, feriti Sindaco e assessore. Sulla lite scatta l'inchiesta dei Carabinieri.

 

 
 
 
 

Lite in comune a Maratea. Lo scontro sarebbe avvenuto tra il Sindaco Daniele Stoppelli e l’assessore Francesca Crusco. Toccherà ai Carabinieri  stabilire cosa è accaduto all’interno del palazzo municipale venerdì alle 14. Sui social circolano queste due foto che mostrano le ferite che avrebbero subito le due parti interessate. Il primo cittadino mostra il pollice che gli è stato immobilizzato dai sanitari  mentre l’assessore mette in mostra i lividi sul collo e al viso. Tutti e due hanno fatto ricorso all’ospedale. L’episodio si sarebbe verificato nell’ufficio del Sindaco dove in quel momento si trovavano altri amministratori con i quali il primo cittadino era in riunione. La Crusco ha bussato alla porta per entrare, poi,  cosa è accaduto subito dopo  è difficile stabilirlo. Considerando i contenuti delle due foto qualcosa è successo tra i due amministratori. Cosa abbia eventualmente infuocato gli animi non è facile comprenderlo. E’ ovvio che non ha nulla a che fare con fatti privati ma a contrasti interni alla maggioranza, che pare non esserci più, almeno quella eletta nel 2019.

L’episodio si è consumato nello stesso giorno in cui il Sindaco ha firmato il decreto con cui revoca dalla Giunta non solo l’assessore Francesca Crusco ma anche l’assessore Biagio Glosa.  

<< Del tutto estranea alla dialettica politico – amministrativa sono stati gli episodi posti in essere – si legge sulla pagina fb del Comune - da alcuni amministratori rispetto alle decisioni del Sindaco, episodi  che feriscono profondamente la nostra comunità>>. Al posto dei due assessori rimossi dall’incarico sono stati nominati i consiglieri Renato Accardi della maggioranza e  Paolina Michela Piscitelli della minoranza. << Quanto accaduto – spiega il Sindaco – non frena la  azione amministrativa a favore della nostra comunità. Continuerò a lavorare per le creare le condizioni necessarie per lo sviluppo del nostro territorio >>

 

 

 antonietta nicodemo 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Maratea, strappo in maggioranza. Il Sindaco si allea con la minoranza e resta in sella.

 

MARATEA, RIAPRONO LE SCUOLE DAL PRIMO MARZO

 

A capo del comune di Maratea non c’è più la maggioranza eletta nel 2019 con una lista civica. Il Sindaco Daniele Stoppelli ha perso quattro delle sue pedine Francesca Crusco, Biagio Glosa ( i due assessori appena revocati dall’incarico) e poi Mariano Limongi e Assunta Tarallo . Tutti e quattro hanno costituito in consiglio il gruppo di F.I. . Per far fronte alla crisi il Sindaco  ha stretto accordi con il gruppo di opposizione in particolare con due dei suoi consiglieri uno dei quali , Paolina Michela Piscitelliha fatto ingresso nella nuova giunta. Una manovra politica che consente a Stoppelli di restare alla guida del Comune seppure con una maggioranza risicata e continuare a portare avanti progetti importanti in questo momento per il paese. Che tra il Sindaco e i consiglieri di maggioranza di F.I. non corresse buon sangue si evince chiaramente dal decreto con cui il sindaco ha revocato venerdì scorso i due assessori berlusconiani : Crusco e Glosa. << Nel corso degli ultimi mesi – si legge – sia in sedi istituzionali che sui social gli assessori Crusco e Glosa e il consigliere Limongi hanno tenuto atteggiamenti non consoni alla carica ricoperta e comportamenti di fatto contrari alla legalità nei confronti del Sindaco, generando o alimentando in alcune occasioni situazioni di conflittualità anche con altri componenti del consiglio comunale del gruppo di maggioranza . Inoltre su Fb sono stati pubblicati posti dai quali erano evincibili le denigrazioni nei confronti dell’operato del Sindaco >>. Queste sono solo alcune delle tante motivazioni con le quali Stoppelli ha revoca della carica di assessore i suoi due ex alleati. E’ in questo clima di tensione che sarebbe maturata la lite in comune tra Stoppelli e Crusco su cui indagano i Carabinieri. Mentre vanno avanti gli accertamenti per la Procura in Comune il Sindaco resta in sella con il contributo di quella parte della minoranza entrata a far parte della nuova maggioranza, probabilmente anche per evitare un commissariamento

 

antonietta nicodemo

 

 

Tortorella da record. Zero contagi dall'inizio della pandemia.

Home - Comune di Tortorella

 

E’ riuscito a passare indenne per un intero anno di pandemia. Il piccolo paese di Tortorella, 500 anime circa in tutto, fino ad ora non ha registrato nessun positivo, un andamento da record che lo accomuna a poche altre realtà. La popolazione  esigua lo ha sicuramente favorito in questo buon andamento ma non era un fattore così scontato, visto che Comuni anche più piccoli qualche sporadico contagio in questi mesi lo hanno riscontrato. Tortorella ha resistito  fino ad ora, nonostante sia vicino a Comuni come Torraca e Casaletto che con il Covid hanno avuto a che fare, malgrado ci siano stati diversi ritorni di emigrati e turisti e sia spesso necessario per i suoi abitanti intrattenere rapporti con latri Comuni sia per legami familiari che per necessità di vita. Eppure anche per Tortorella è stato un anno difficile, di paure e di apprensioni visto che qui la popolazione è principalmente anziana. Il piccolo Comune è riuscito a dribblare con qualche quarantena  e poche restrizioni l’arrivo del Covid-19. “Siamo stati sicuramente molto fortunati- ha detto il sindaco Nicola Tancredi – Dobbiamo continuare ad essere accorti perché purtroppo  non siamo ancora fuori dall’emergenza sanitaria e di certo non siamo immuni dal contagio”. Intanto i circa 60 ultraottantenni che vivono a Tortorella sono stati tutti vaccinati e si attende con trepidazione che arrivi presto il turno della fascia d’età over 65 che compone la maggior parte della popolazione. Intanto a Tortorella  si continua a stringere i denti perché se finora l’essere piccoli e periferici ha avuto per una volta i suoi aspetti benefici, la strada da percorrere  appare ancora lunga e non certo in discesa.

 

 daria scarpitta 

 

 

 

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.