Contenuto Principale

Covid-19, news in pillole dal Cilento, Diano e Golfo di Policastro.

 

 

          Barella isolante di alto biocontenimento donata all'ospedale di Polla

 

 

         Coronavirus : news in pillole dal Cilento, Vallo di Diano e Golfo di Policastro

 

 

 

 

Il Vallo di diano vicino al reparto Covid dell’ Ospedale di Polla .

Ieri è stata donata al presidio una  barella biocontenitiva . E’ stata acquistata con i 30 mila euro raccolti con le donazioni.  E ‘stata consegnata  all’ospedale dai volontari della protezione civile GOPI di Caggiano guidati dal sindaco Modesto Lamattina. Servirà a garantire il trasporto in sicurezza dei pazienti affetti da coronavirus. Alla stessa raccolta ha aderito il Com,une di Teggiano che ha dato la disponibilità economica per l’acquisto degli accessori utili all’utilizzo della barella.

Da Agropoli le nuove disposizioni anti-covid del Sindaco Adamo Coppola

“Ho appena firmato delle ordinanze molto importanti che saranno da guida in questa settimana di Pasqua e chiedo l’aiuto di tutti i cittadini per affrontarla nel modo migliore”. Da venerdì in un piano complessivo, d’accordo con la Prefettura, si provvederà alla chiusura definitiva di tutti gli accessi alla città con presidi delle forze dell’ordine. Non sarà quindi possibile accedere o uscire da Agropoli. Disposta anche la sanificazione di tutte attività commerciali al momento della chiusura. Pugno duro per chi uscirà di casa.  Le forze dell’rdine provvederanno a mettere in quarantena per 14 giorni chi sarà trovato per strada.

Da Caggiano

Il sindaco Modesto Lamattina ha deciso di rinunciare alla sua indennità e di destinarla all’acquisto delle uova di Pasqua da donare ai  bambini del paese.

 

 

Da Sapri le comunicazioni del Sindaco Antonio Gentile :

 

 “Considerata la scarsa disponibilità di screening rapidi, i ho dato ordine al corpo di PM di avvelersi dell’utilizzo di termoscanner durante i controlli quotidiani per verificare la temperatura corporea dei cittadini sottoposti a controllo; chiunque avrà un temperatura corporea superiore ai 37,5° C sarà sottoposto a controllo e a regime di quarantena fiduciaria. Ho chiesto alle attività commerciali e agli uffici aperti al pubblico di attrezzarsi con similari attrezzature a tutela dei propri dipendenti e/o clienti. Per gli esercizi di vicinato previsti anche degli incentivi per l’acquisto “

 

Ieri sera sul territorio comunale è stata effetuata la sanificazione straordinaria a cura dell’ASL Salerno

Sapri, dopo i casi covid di Vibonati scatta la profilassi. Intanto la direzione ha avviato gli accertamenti sul ricovero di un anziano di Agropoli.

L'ospedale di Sapri tassello strategico della rete ospedaliera ...

Dopo l’accertamento dei casi covid nel Comune di Vibonati nell’ospedale di Sapri sono scattate le  misure di profilassi a tutela del personale e dei pazienti. Perché nella ricostruzione della rete dei contatti è venuto fuori che alcuni componenti della famiglia hanno fatto ingresso nel presidio. E’ stato accertato che la suocera del medico contagiato si è recato presso il reparto di ortopedia per una visita di controllo. Già sabato scorso è stato eseguito un intervento di sanificazione degli spazi Intra ed extra-ospedalieri e si è dato inizio ai test rapidi sul personale ospedaliero . Per 3 di loro è stato disposto anche il tampone avendo avuto contatti stretti con le persone in questione. Intanto Lo stesso ospedale dovrà fare i conti con un’altra emergenza delle ultime ore. Nel Comune di Agropoli sono risultati positive altre tre persone e tra queste ce nè una che nei giorni scorsi è stata ricoverata presso il nosocomio saprese . Del fatto è stato informato questa mattina il direttore sanitario Rocco calabrese che si è già attivato per gli eventuali interventi da eseguire nelle aree in cui ha fatto ingesso il paziente in questione, che all’epoca, non era ne un sospetto covid e ne un contagiato.  Si tratta di una persona anziana in gravissime condizioni di salute. In ogni caso il presidio ospedaliero dell’Immacolata è stato già interessato da interventi di sanificazione. L’ultimo sabato scorso mentre il personale sanitario continua ad essere sottoposto ai test rapidi. Fino ad oggi tutti negativi anche quelli, effettuati nei giorni scorsi  sui dipendenti in servizio presso il reparto di rianimazione . Il reparto che ha accolto il paziente di Agropoli, solo oggi dichiarato covid. Per i soli 20 dipendenti della rianimazione, il direttore sanitario questa mattina ha disposto anche il tampone. 

Lo stesso anziano  avrebbe fatto ingresso anche nel reparto di medicina del presidio agropolese.

Antonietta Nicodemo

 

Vibonati, sospetti sulle procedure adottate per i casi covid. Il Sindaco di Sapri denuncia alla Procura e scatta l'inchiesta.

 

 

 

 Arresto a Sapri: Assale i carabinieri durante un controllo ...

 

 

 

I casi covid di Vibonati rischiano di finire davanti alla Giustizia. Il Sindaco di Sapri ha già segnalato i fatti alla Procura della Repubblica di Lagonegro e alla Compagnia dei Carabinieri chiedendo di fare chiarezza su alcuni punti che vengono fuori dalla ricostruzione dei fatti . Dai dati a disposizione si evince che il dottor De Rosa e il figlio erano, in quarantena perchè febbricitanti e  il Comune di Vibonati e  il distretto sanitario non erano stati informati di tale isolamento e quindi nessuna delle autorità territoriali  è stato in grado  di verificare se  l’ intero nucleo familiare, padre, madre figlio e suocera , che vivono nella stessa casa,  rispettasse le regole relative all’ isolamento. Considerando che tutti e 4  vivono in un unico appartamento,  nessuno  sarebbe dovuto entrare e uscire di casa, e pare che l ‘Asl aveva disposto tale divieto. Difficile capire al momento come siano andate le cose .  Tra di loro, inoltre,  c è  una persona, il figlio del medico,  che il 25 febbraio ha fatto rientro da Milano ma anche in questo caso nessuno ha informato il Comune di Vibonati del suo ritorno dalla Lombardia. I Sindaci di Sapri e Vibonati hanno saputo di tutto ciò  solo lo scorso fine settimana quando il tampone del ginecologo e’ risultato positivo. Anche il distretto Sapri-Camerota non sapeva nulla della presenza dei due sospetti covid sul territorio vibonatese . Il Sindaco di Sapri Antonio Gentile  ora chiede di sapere dove si è interrotto il circuito della prevenzione.

 

 

Dal dipartimento di prevenzione hanno tenuto a sottolineare che non sono obbligati in questi casi ad informare le autorità locali . La pensa diversamente il Sindaco Gentile.

 

 antonietta nicodemo 

 

 

Ecco le dichiarazioni del Sindaco di Sapri

Vibonati. Salgono a due i contagiati. Ordine di quarantena per l'intera famiglia. Per tutti il divieto di uscire di casa per la spesa.

 

COVID-19: Aggiornamenti dal sistema ONU - 18 Marzo - ONU Italia

Salgono a due i contagi accertati nel Comune di Vibonati . Sono risultati positivi al tampone il ginecologo Carlo de Rosa ( che ha autorizzato il Sindaco di Sapri a rendere pubblico il suo nome) e la moglie. Per il noto medico, dipendente del Ruggi D’Aragona di Salerno, si è trattato del secondo test nel giro di pochi giorni. Tampone negativo, invece  per la suocera e il figlio.  Su quest’ultimi sarà effettuato nel giro di 48 ore un altro tampone. Intanto tutti e quattro, secondo gli esiti del test rapido, avrebbero maturato gli anticorpi. Il Comune di Vibonati attraverso un’apposita ordinanza ha disposto per marito e moglie la quarantena obbligatoria, per gli altri due componenti della famiglia , l’isolamento fiduciario. Inoltre per tutti e quattro è stato ordinato di sistemarsi in ambienti separati e di approvvigionarsi dei beni di prima necessità usufruendo dei volontari della protezione civile di Vibonati o della croce rossa, entrambi organizzati per la consegna della spesa a domicilio. Per la famiglia in questione nuove disposizioni anche in materia di raccolta differenziata dei rifiuti. Intanto il dipartimento di prevenzione insieme alle autorità sanitarie locali ha iniziato la ricostruzione della rete dei contatti . Decine le persone che avrebbero avuto incontri con alcuni componenti del nucleo familiare vibonatese. Incontri che sono scaturiti dalle uscite di casa da parte di alcuni componenti della famiglia. Ad esempio, la moglie del ginecologo è stata in diversi negozi di Villammare e Sapri per la spesa , solo a Sapri in otto attività commerciali, una farmacia e un istituto di credito .  Inoltre ha avuto contatti  con il fratello e il nipote.  La suocera, invece,  è stata in ospedale a Sapri per una visita di controllo presso il reparto di ortopedia. Una visita che in questo periodo di emergenza era consentita perché si trattava di un controllo post operatorio e non di una visita ambulatoriale, che invece sono sospese. Dopo che sarà ricostruita la rete dei contatti le autorità sanitarie stabiliranno chi mettere in quarantena in via precauzionale, ma già si prevede l ‘isolamento per un gruppo consistente di persone. Senza parlare di cittadini che hanno deciso di auto isolarsi per il bene proprio e degli altri . E’ il caso di alcuni dipendenti di negozi in cui la signora risultata positiva si è recata a fare la spesa.  Nel frattempo domenica sera sono giunti gli esiti dei tamponi effettuati sul fratello e il nipote della signora, che vivono a Sapri. Tutti e due sono negativi.

 Antonietta Nicodemo 

 

<

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.