Contenuto Principale

Diano, consorzio di bonifica. Maggioranza divisa sul riequilibrio di bilancio. Due del Pd votano contro. Il presidente Curcio: " o si dimettono oppure mi sfiduciano ".

 

 

Scontro in maggioranza nel Consorzio di Bonifica integrale Vallo di Diano e Tanagro. Nella giornata di giovedì  il consiglio dei delegati si è riunito per discutere tra l’altro dell’assestamento del bilancio di previsione 2019. A scatenare la discussione la decisione di conservare le aliquote 2018  per l’irrigazione  e la bonifica e non ritoccarle al ribasso come era stato stabilito nel bilancio di previsione . Per il presidente Beniamino Curcio si è trattato di una necessità a fronte del fatto che è venuto meno il contributo regionale di 180mila euro su cui contava il Consorzio. “Per effetto di questo taglio regionale - ha spiegato alla nostra emittente Curcio - abbiamo dovuto inevitabilmente spostare al 2020 alcune spese preventivate per il 2019, abbiamo tagliato le voci che si potevano tagliare e abbiamo dovuto ripristinare le aliquote 2018, che avevamo ipotizzato di abbassare. ” Questo  assestamento, però, non è stato condiviso da due esponenti della maggioranza, entrambi membri non eletti ma espressione delle nomine degli Enti sovracomunali. Paolo Gallo di Teggiano, tra l’altro assessore in carica, nominato dalla Regione Campania, e Vincenzo Chiappardo di Padula, consigliere nominato dalla Provincia di Salerno, hanno dunque votato contro perché non d’accordo sulla decisione di confermare le tariffe e sui tagli, che non hanno riguardato le indennità. “ Noi abbiamo fatto l’assestamento in base alle indicazioni che sono provenute dagli uffici- ha detto ancora Curcio- Il problema vero è che tutti  i Consorzi sono in serie difficoltà, perché c’era uno stanziamento di due milioni di euro e la Regione, anziché ripartire questi fondi tra i vari enti consortili, li ha assegnati con una delibera di giunta ad un solo consorzio della provincia di Caserta. Ecco perché i Consorzi si sono ribellati e venerdì prossimo ci sarà una riunione a Napoli in Regione”. Ai due componenti della maggioranza del Consorzio Vallo di Diano non è andato giù anche che sia stato approvato l’assestamento prima della riunione chiarificatrice in Regione. Alla fine, durante la seduta di giovedì l’argomento è stato approvato, sia pure con i due voti contrari, ma lo scontro ha posto la questione politica, visto che Gallo e Chiappardo sono espressione della maggioranza Pd. A confermarlo è lo stesso presidente. “ Quando uno della maggioranza non condivide- ha detto- o si dimette o sfiducia il Presidente. Non è che si  può stare all’interno della maggioranza e assumere posizioni che sono lesive per l’immagine dell’organo esecutivo. C’è una questione politica che riguarda la maggioranza”.

 

 Daria Scarpitta 

 

Diano, traffico di rifiuti tossici. Escavatori dell'esercito ad Atena Lucana. Dopo Natale il faccia a faccia con il Ministro Costa.

 

 

Risultati immagini per atena rifiuti tossici  105tv

 

Mercoledì mattina alcuni escavatori dell’esercito hanno fatto ingresso nell’are industriale di Atena Lucana ed hanno scavato nel terreno finito sottosequestro nell’ottobre scorso. Un sequestro che potrebbe rientrare nell’indagine in corso per accertare eventuali traffici di rifiuti tossici. Il condizionale è d’obbligo perché Carabinieri e Procura continuano a non dare risposte agli amministratori e alla stampa. Un silenzio che inevitabilmente sembra confermare le tesi alimentate dall’opinione pubblica, facendo accrescere  il timore che alcune aree del Vallo di Diano sono state usate per interrare rifiuti tossici, magari  idrossido di potassio. Liquido che nel mese scorso è stato  scoperto in alcune cisterne a bordo del camion fermato  Carabinieri di Sala Consilina . Una scoperta alla quale è poi seguito il sequestro del terreno di Atena Lucana . Un ‘area dove i militari hanno rinvenuo barili, un escavatore  e un carrello . Mercoledì scorso sono arrivati i mezzi dell’ esercito che, evidentemente, hanno effettuato i prelievi necessari per accertare la eventuale presenza di sostanze pericolose sul quel terreno .

 

. Cosa sia venuto fuori dalla scavo e dalle eventuali analisi , è difficile saperlo. Nel frattempo la questione sui presunti traffici di rifiuti tossici nel Vallo di Diano a giorni arriverà all’attenzione del Ministro all’ambiente Sergio Costa. Il parco e la comunità montana nelle scorse settimane hanno sollecitato un incontro. Il Ministro ha dato la sua disponibilità . Il faccia  dovrebbe avvenire prima della fine dell’anno, probabilmente appena dopo Natale .

 

 

antonietta nicodemo 

Camerota. Presentati i progetti avviati e in cantiere. Opere da 20 milioni di euro. Nel 2020 scatta il restyling al porto.

 

 

 

Con il recente rimpasto in giunta, figlio delle dimissioni dell’ex  vice sindaco Calicchio, il primo cittadino di Camerota Mario Scarpitta ha riportato il sereno nel suo gruppo di maggioranza che deciso va avanti nel percorso amministrativo intrapreso 30 mesi fa. In un incontro presieduto da Luca Cascone, presidente della IV commissione trasporti della regione Campania, il Sindaco ha illustrato con lo staff tecnico i progetti messi in cantiere. “ Venti milioni di opere – afferma  – che dimostrano l’impegno di questo governo a favore della comunità . E’ contraddicono – aggiunge con forza - quanti ci hanno accusato di non avere una progettualità” . Il riferimento è all’ex vice sindaco e al consigliere Saturno che dall’estate scorsa  hanno preso le distanze dalla maggioranza. Tra i lavori presentati pubblicamente il progetto da sei milioni per il restyling del porto i cui lavori dovrebbero andare in appalto e iniziare il prossimo anno. Il progetto prevede, tra le altre cose,  il ripascimento, la messa in sicurezza della banchina di sopraflutto e l’allungamento della approdo. Nei primi mesi del 2020 partiranno anche i lavori per la realizzazione del locale di aggregazione a Lentiscosa , mentre a Licusati è aperto il cantiere per il recupero e l’utilizzo dell’acqua del pozzo. E’  all’83 % il progetto del grande depuratore che  sta interessando alcune frazioni . Un impianto che andrà a migliorare le condizioni della condotta sottomarina. In occasione della visita dell’on. Cascone è stata posta la prima pietra e inaugurato il cantiere della strada Camerota – Lentiscosa. “ Un’opera – ha detto il Sindaco – importante per tutta la comunità, perché collegherà rapidamente le frazioni al Capoluogo “.  Durante l’assemblea pubblica è stato proiettato un video che sintetizzava i due anni e mezzo di lavoro dell’amministrazione Scarpitta. “ In 30 mesi – ha evidenziato il Sindaco – abbiamo fatto grandi case e altre ancora ne faremo “.

antonietta nicodemo 

 

 

il servizio e l'intervista all'on Cascone 

 

Centola, maggioranza in bilico. Il Sindaco Stanziola apre all'opposizione e chiarisce: " non mi dimetto " .

 

 
 

Da mesi il gruppo di maggioranza che governa il Comune di Centola-Palinuro va avanti con difficoltà tanto da spingere il Sindaco Carmelo Stanziola a chiedere pubblicamente all’opposizione di condividere la programmazione progettuale della sua amministrazione. Difficile comprendere cosa sia andato in corto. Ma ascoltando le dichiarazioni del primo cittadino si ha la sensazione che le agitazioni in maggioranza siano legate anche al puc  “ che - ha precisato con forza il primo cittadino – non è stato ancora approvato.E’ ancora nella fase di adozione”. Affermazioni fatte appena dopo la chiusura della seduta del consiglio di venerdì scorso. Un intervento fuori programma con il quale Stanziole ha chiarito le sue posizioni  rispetto alle tesi che circolano in paese.

a dato

Stanziola ha colto l’occasione anche per replicare a chi in paese continua ad ipotizzare le sue dimissioni per creare le condizioni necessarie per ricandidarsi  al terzo mandato già alla prossima tornata per le amministrative.

 

 

Fuori dal palazzo la sensazione è che i malumori interni alla maggioranza  siano legati, come sempre accade in questi casi, a interessi privati e non pubblici. Dai chiarimenti fatti dal  Sindaco a margine del Consiglio comunale emerge la sua difficoltà ad andare avanti ma anche la volontà di non scendere a compromessi con chi del suo gruppo avanza richieste  che non condivide. La maggioranza di Stanziona già all’inizio del mandato ha perso un suo consigliere che si è accomodato all’opposizione . E cosi da 8 è scesa a 7 componenti. E oggi uno di loro, più di altri, sarebbe in contrasto con il Sindaco. Se si considera che i consiglieri di minoranza sono 4 è facile comprendere che il governo cittadino si mantiene in precario equilibrio.

 

antonietta nicodemo 

 

 

Altri articoli...

  1. Centro Sportivo Meridionale. I sindaci replicano ad Esposito: "Non siamo cattivi pagatori. Situazione più complessa". Ma il Presidente non retrocede. "Non si firmano e non hanno proposto alcuna alternativa".
  2. Vibonati, "la chiesa di San Francesco è di proprietà della parrocchia". Don Martino Romano chiede la revoca delle delibere comunali.
  3. Ascea, cartello sul lido sotto accusa. Indica bagni per " uomini, gay e donne ".
  4. Teggiano, suini verso l'abbattimento.Il Tar revoca l'ordinanza.
  5. Alfano, Comune escluso dalla Comunità Montana. Il Sindaco " scelta dal rivedere ". Chiesto un emendamento alla regionale.
  6. Villammare, panico al centro commerciale " Le Ginestre ". Ruba alcolici e poi si barrica nel bagno armato. Arrestato dai Carabinieri.
  7. Golfo, inizia l'estate balneare. Assoturismo: " presenze in calo rispetto agli ultimi cinque anni " .
  8. Bussento, Lambro e Mingardo al voto. Vincenzo Speranza verso la riconferma a Presidente dell'ente montano. Ampliato il consenso con l'ingresso di due nuovi consiglieri delegati.
  9. Incidente mortale sulla cilentana. Oggi l'ultimo saluto a Francesco Merola e Raffaele Vivone.
  10. Auletta, Pessolano sbotta. " Non sono il Sindaco di tutti, non sono il Sindaco dei delinquenti " .
  11. Sapri: " riaprite il Buon Pastore ". L'appello disperato di Margherita. Storia di un emigrata innamorata della sula Città d'origine. " Voglio morire a Sapri " .
  12. Santa Marina. In carcere il responsabile dell'Ufficio Tecnico Carmine Del Verme. I fatti legati all'inchiesta su un appalto a Pollica. Le intercettazioni.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.