Contenuto Principale

Santa Marina, terreni a mare. Il Tar respinge due ricorsi dei cittadini. Nove quelli accolti. Tempi ancora lunghi per la riqualificazione della costa.

Risultati immagini per policastro terreni a mare

Il Tar di Salerno si è pronunciato su altri due ricorsi in merito all’annosa questione delle terre a mare a Policastro, respingendoli. Si tratta di decisioni assunte in merito agli appezzamenti  di due cittadini che pure si erano opposti al tribunale amministrativo contro i provvedimenti del Comune di Santa Marina che negavano il condono e imponevano la demolizione dei fabbricati lì costruiti. Il Tribunale in questi due casi si è pronunciato negativamente, confermando gli atti assunti dal Comune. Per uno di essi, relativo ad un terreno ubicato nei pressi del porto, il ricorso respinto dal Tar è relativo ad una struttura adiacente all’abitazione. Il sindaco del Comune di Santa Marina dopo l’esito ha ribadito la ferma volontà di recuperare e restituire ai cittadini la fascia costiera comunale. “Le pronunce del TAR – ha dichiarato Fortunato - ci consentiranno di proseguire l'attività di riqualificazione della zona rivierasca.” La vicenda però è ancora aperta. Si tratta infatti di una pronuncia di primo grado a cui i due cittadini potrebbero opporsi dinanzi al Consiglio di Stato. Inoltre, la situazione è molto complessa ed è caratterizzata da un ricorso alla giustizia su più livelli.  Le cause avviate , infatti, innanzi al giudice ordinario per riconoscere la titolarità delle terre per usucapione,  sono ancora in corso. Quattro di esse hanno già vista riconosciuta al proprietà ai cittadini, altre devono ancora essere definite. I tempi dunque sono ancora lunghi per poter chiarire tutta la questione ed approdare alla riqualificazione dell’intera area costiera, tanto più che al momento il Tar stesso ha bocciato  i provvedimenti comunali di demolizione in 9 casi e  solo per questi ultimi due si è pronunciato a favore dell’ente comunale.

Daria Scarpitta

 

Sapri, perde tutto alle slot machine e per recuperare i soldi rapina il gestore del centro. Nei guai un pregiudicato di Padula in vacanza nel Golfo di Policastro.

 

 Risultati immagini per slot machine

Perde tutto alle slot machine e per recuperare i soldi rapina il gestore del centro scommesse.   E’ accaduto a Sapri durante la notte tra Pasqua e Pasquetta. A finire nei guai è stato il 39 enne Antonio Giasi, noto pregiudicato di Padula . L’uomo di Padula, in vacanza a Sapri con la famiglia ospite da alcuni parenti della zona, a tarda notte si trova ancora nel punto Snai di Corso Garibaldi. Ha passato la serata a giocare alle slot machine e, arrivato l’orario di chiusura, realizza di aver perso tutto. Quando il gestore della sala si prepara a  raccogliere i soldi dalle macchinette e chiudere il locale, Giasi rientra dentro e improvvisamente si avventa su di lui aggredendolo e sbattendolo contro una slot. Nella colluttazione il giocatore riesce a sottrarre gran parte del ricavato delle giocate in contanti e si da alla fuga facendo perdere le proprie tracce. I Carabinieri della locale Stazione risalgono all’identità del rapinatore  e alla casa in cui è ospite. scatta il blitz all inerno della abitazione. Lui  viene trovato ancora a letto. La refurtiva  era stata nascosta nella cantina di pertinenza. Ammonta a 1625 euro in contanti e 10 ticket riscuotibili per un totale di 280 euro circa. E’ stata riconsegnata al proprietario del centro scommesse. I Carabinieri di Sapri attendono la convalida del fermo da parte dell’Autorità Giudiziaria di Lagonegro.

 

antonietta nicodemo 

 

Sapri, il vice sindaco torna a convocare il comitato della piazza. Sapridemocratica " telenovela pedonalizzazione " .

 

 

 

 

 La delibera di giunta del Comune di Sapri sul progetto di riqualificazione di piazza Plebiscito non ha soddisfatto le attese dei residenti e dei commercianti della piazza. Le promesse ricevute prima dal Sindaco e poi dal suo vice non sono state mantenute. Nell’atto deliberato di fatto non c’è nulla che garantisce il mantenimento di posti auto in piazza o nelle aree ad essa limitrofe e degli attuali dehors a supporto delle attività esistenti attorno alla piazza. Sulla questione il vice sindaco ha convocato nuovamente  una delegazione del comitato, non si sa esattamente su cosa vorrà fare chiarezza. Sulla questione resta vigile il gruppo di minoranza di Sapridemocratica “ prosegue – dice - in maniera sempre più confusionaria la telenovela sulla pedonalizzazione della piazza che ha per protagonista l’amministrazione comunale. Come nelle migliori soap opera la parola fine viene continuamente rimandata alla puntata successiva. A marzo, pubblicamente, il sindaco annunciava l'imminente avvio dei lavori di restyling con la pedonalizzazione di tutta piazza plebiscito. Poi dopo le legittime proteste del comitato il vicesindaco aveva annunciato il provvedimento che accoglieva le richieste di cittadini e commercianti. Ma così non è stato “ .  Per la minoranza “ in giunta  ci sarebbe chi vorrebbe accogliere le richieste del comitato e chi invece è fermamente convinto della pedonalizzazione e della eliminazione delle strutture a servizio delle attività”. Per comprendere la nuova mossa del comitato, occorre attendere l’esito dell’incontro con il numero due di palazzo di Città

 

 Antonietta NIcodemo 

 

Maurizio De Giovanni innamorato del Cilento. " Qui è nato il mio Commissario Ricciardi " .

 

 

 Risultati immagini per de giovanni

E’ nato e vive a Napoli ma il suo cuore è nel Cilento, terra in cui ha fatto nascere il “ Commissario Ricciardi “ , il personaggio immaginario protagonista dei romanzi gialli che lo hanno reso famoso. La voce di Maurizio de Giovanni prende vigore quando lo invitiamo a parlarci del suo rapporto con il Villaggio “ Le Ginestre “, un insieme di villette affacciate lungo la splendida costa di Villammare. “ E’ il luogo dove ho maturato la mia passione per la pallanuoto, i primi amori e fatto le mie prime amicizie, alle quali sono legato ancora oggi” . Il noto scrittore napoletano è dall’età di nove anni che frequenta il villaggio. Nel ’ 67 i genitori acquistarono  una delle villette. Quella della famiglia De Giovanni fu la nona ad essere occupata. Oggi sono circa 2.000 le persone che abitano il residence, in particolare d’estate e durante le feste. Quest’anno “ Le Ginestre “ celebrerà il 50 esimo anno dalla sua nascita con  sei giorni di festa, dal 13 al 18 agosto. La serata conclusiva vedrà tra i suoi ospiti anche lo scrittore De Giovanni che, fra le altre cose, ripercorrerà le sue lunghe giornate trascorse a Villammare. “  Allora era un vero e proprio viaggio quello che affrontavamo per raggiungerla. L’autostrada terminava a Battipaglia, da quel punto in poi iniziava un interminabile  percorso tra i paesi interni. Un tour tra diversi profumi che ricordo con nostalgia. D’inverno, in particolare, era inteso l’odore della terra bagnata dalla pioggia e della legna che bruciava nei camini. Le vacanze di Natale, Pasqua e quelle estive le trascorrevo con i miei genitori tutte in quella villetta, che resta per me l’unica vera casa. A Napoli ne ho cambiate tante, quella è insostituibile. E’ uno scrigno di ricordi. La culla della mia vita e anche dei miei figli. Anche loro sono legatissimi al villaggio, pure oggi che sono cresciuti e dei professionisti. I miei impegni non mi consentono di raggiungerlo spesso ma d’estate almeno una settimana mi rifugio a Villammare “. Il legame con questo territorio è così forte che lo ha voluto omaggiare con la sua scrittura. Il Commissario Ricciardi nel suo immaginario l’ha fatto nascere a Fortino, una piccolissima frazione di Casaletto Spartano, una collina a ridosso di Villammare. La prossima estate il noto scrittore sarà al villaggio non solo come  residente ma anche come ospite della serata clou del 50 esimo compleanno de “ Le Ginestre “ . Sul palco salirà un’altra artista napoletana nota al grande pubblico, anche lei abitante del villaggio, si tratta di Barbara Buonaiuto, nota vocalist dell’Orchestra Italiana di Renzo Arbore. Tra gli altri protagonisti dello spettacolo del 18 agosto ci sono :  il comico e scrittore Amedeo Colella, la cantante Solena, l’Oldyoung sextet, , Giulio De Asmundis quartet e poi la presentazione del film che il Villammare Film Festival proietterà nel villaggio il 25 agosto. Chissà se tra il pubblico si accomoderà l’affascinante attore Fabio Fulco, un altro vip habituè del villaggio, dove  in molti lo ricordano in compagnia della sua ex Cristina Chiabotto.

 

 

Antonietta Nicodemo 

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.