Contenuto Principale

Europee, Simone Valiante è fuori dalle candidature. La sua amarezza sui social e lo sguardo rivolto alle regionali 2020.

Risultati immagini per simone valiante

Simone Valiante non verrà candidato dal suo partito, il Pd, neppure alle Europee. Ad annunciarlo, nonostante le liste non ci siano ancora, è stato lo stesso esponente politico in un post su Fb. “ Nei mesi scorsi- ha scritto- avevo dato la mia disponibilità al Partito Democratico per una candidatura alle prossime elezioni europee. Una competizione difficilissima , che per chi come me viene da piccole realtà senza avere capitali alle spalle, era ancora più difficile ed impegnativa. Prendo atto, tuttavia, che dopo la vicenda della esclusione  dalle liste con un colpo di mano nelle ultime elezioni politiche , ancora una volta la mia posizione viene accantonata, probabilmente per logiche “salernitane-campane” più che nazionali”. Un riferimento piuttosto sibillino che però sembra indirizzare alle varie correnti che animano il partito campano. Non è un mistero che le posizioni di Valiante siano state contrapposte a quelle di De Luca, come hanno dimostrato le ultime elezioni per la segreteria del partito che hanno visto  i De Luca sostenere Martina mentre Valiante ha appoggiato Zingaretti.  Nonostante la vittoria di  quest’ultimo, però, l’ex parlamentare cilentano non è riuscito a spuntare una candidatura alle europee.  Non pare però volersi abbattere Valiante che nel suo stesso post  rilancia il proprio impegno. “Prendo atto di questa decisione senza polemiche – ha scritto ancora-  e continuo a testa alta e con maggiore determinazione il mio lavoro per il territorio, in attesa di una primavera della politica, che restituisca a chi ha orgoglio ed autonomia la forza ed il coraggio per continuare una grande storia di libertà!” . D’altra parte solo pochi giorni prima Simone Valiante aveva scritto: “Mi convinco sempre di più che c’è un solo partito per il quale vale la pena battersi: il territorio!”,  aggiungendo l’hashtag #campania2020. Una frase che, se in molti ha fatto pensare alla volontà di Valiante di correre per un nuovo movimento e di operare qualche trasformazione, è di certo un  chiaro riferimento all’intenzione di  continuare a rimanere nell’agone politico, arricchendo il suo curriculum con la partecipazione al prossimo più importante appuntamento elettorale, quello con le regionali del 2020.

Daria Scarpitta

Torre Orsaia, elezioni amministrative. Tre gli aspiranti per la carica di Sindaco.

 Risultati immagini per elezioni amministrative

A Torre Orsaia sembra già tutto  definito per le prossime elezioni amministrative. Il Sindaco uscente Pietro Vicino dovrà vedersela contro l’ex primo cittadino Pina Vairo e l’attuale consigliere di minoranza Giorgio Vassalli. Per il momento sono questi gli aspiranti alla corsa per la fascia tricolore, tutti e tre impegnati nella formazione della lista da candidare agli elettori il prossimo 26 maggio per il rinnovo del Consiglio Comunale. Vairo è da tempo che annuncia il suo ritorno in campo e quindi la sua candidatura a Sindaco non ha meravigliato la comunità come invece è accaduto per Vassalli. Il suo annuncio attraverso i social ha sorpreso gran parte del paese convinto che insieme agli altri due  componenti della minoranza avrebbe sostenuto la Vairo. Invece si è staccato e correrà da solo “ credo – dice – che sia giunta l’ora di provare a dare una svolta alle sorti del nostro paese che perde prestigio giorno dopo giorno” . Il Sindaco Vicino essendo al primo mandato si riproporrà con “l’obiettivo – spiega – di portare a termine il percorso di rinnovamento tracciato in questi cinque anni di amministrazione” . Vairo, che è stata sindaco per dieci anni dal 1999 al 2009 e successivamente cinque anni consigliere di maggioranza con Piero D’Angelo Sindaco , torna a riproporsi “ perché – afferma – è la gente che me lo chiede e perché credo che posso ancora dare un valido contributo per lo sviluppo del nostro paese” . Con il voto di maggio la minoranza di Torre Orsaia si dividerà. Vassalli, come ha chiarito,  si candiderà a Sindaco, mentre D’Angelo e Corrado Speranza sosterranno dall’esterno la corsa di Pina Vairo.  Per la presentazione dei candidati c’è ancora poco più di un mese di tempo a disposizione e fino allo scadere ci potrebbero  nuovi contendenti o ripensamenti da pare di chi già parta da candidato  o nuovi contendenti.

 

antonietta nicodemo 

 

 

Vallo, la gestione del Piano di Zona nel mirino di Nicola Botti. Il consigliere di minoranza: " 600 mila euro sottratti ai bisognosi "

 

 

 

A Vallo della Lucania il consigliere di opposizione Nicola Botti torna a criticare la gestione del Piano di Zonsa S/8: " i fondi destinati ai bisognosi usati per pagare professionisti " . Segue il video-denuncia

 

 

 

Trivelle, Renzi a Sassano difende lo Sblocca Italia.

Risultati immagini per intervista renzi a sassano

 

Ecco uno stralcio dell'intervista di Renzi a Sassano.

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.