Contenuto Principale

Sapri, il bilancio sul 2018 del Sindaco e del capo della minoranza. Resoconti contrastanti.

 

Immagine correlata

 

 Risultati immagini per del medico - gentile

 

A "Sotto L'albero ", trasmissione di fine anno di 105 tv, il Comune di Sapri ha tracciato un bilancio sul 2018 con il Sindaco Antonio Gentile e il capogruppo della minoranza Giuseppe Del Medico. Positivo il resoconto del primo cittadino, negativo  quello dell'opposizione. I due sono intervenuti in momenti diversi della trasmissione ma Gaetano Bellotta li ha intervistati entrambi sui punti cardini della gestione comunale. Ecco alcuni passaggi dell'intervista. 

Policastro, beni sequestrati. Il consigliere di minoranza Tagliaferri: "Preoccupato per il futuro degli imprenditori".

Risultati immagini per salvatore tagliaferri

Il consigliere di minoranza del Comune di Santa Marina Salvatore Tagliaferri interviene sul sequestro dei beni avvenuto a Policastro e, condannando le scelte dell'amministrazione Fortunato, si dice preoccupato per il futuro degli imprenditori.

Ecco l'intervista ( dal minuto 1'56):

Diano, consorzio di bonifica. Beniamino Curcio eletto presidente.

 

 Risultati immagini per beniamino curcio

 

 

Fumata bianca, a due anni dalle elezioni, al Consorzio di Bonifica Vallo di Diano-Tanagro. Come era sin dai primi pronostici, Beniamino Curcio, ex sindaco di Buonabitacolo e già vicepresidente dell’ente, è stato eletto per l’incarico di Presidente del Consorzio. Otto i voti ottenuti dagli 11 consiglieri presenti. Erano assenti infatti l’ex presidente pro tempore Fornino e Trotta mentre il delegato della Regione, Paolo Gallo è arrivato in ritardo rispetto al momento della votazione. Il nome di Beniamino Curcio, comunque, circolava sin dal 2016, subito dopo le elezioni, per la presidenza, vista anche la netta affermazione della sua lista in tutte e 4 le fasce. Poi però i tempi si erano dilatati . Ci sono voluti due anni per attendere le nomine di Provincia e Regione in segno al consiglio e, in attesa del completamento di tutte le caselle,  la guida dell’ente era stata assunta pro tempore da Fornino. Poi nel giro di poche settimane finalmente lo sblocco della situazione, con le nomine dei delegati , il passo indietro di Fornino e il voto favorevole a Curcio che proprio nel suo intervento di eiri sera ha stigmatizzato la stortura normativa che ha portato a questo ritardo. “Dobbiamo recuperare questi due anni- ha detto- ora bisogna correre riportando il Consorzio al centro dei programmi del territorio. E’ stato per troppo tempo in solitudine, troppo visto come ente che comporta una tassazione piuttosto che come servizio per il territorio. Ora ripartiremo con la bonifica ma anche con la progettazione. “ Ecco dunque la ricetta: “La riforma dei Consorzi – ha continuato Curcio-  apre ad ambiti nuovi e a questo bisogna guardare per rilanciare il Consorzio. Bisogna rispondere alle problematiche emerse anche in questi giorni come gli allagamenti  ma puntare anche al nuovo come i contratti di fiume o gli interventi per la riqualificazione dei corsi d’acqua. Il tutto interagendo con gli enti locali e favorendo la massima partecipazione dei consorziati”.

 

 Daria Scarpitta 

 

Punti nascita Sapri - Polla. Picarone a Castiello " sei un mistificatore e cialtrone".

 

 

Risultati immagini per picarone

Chiusura punti nascita a Sapri e Polla. Sul fronte politico va avanti il botta e risposta tra Pd e Cinque Stelle.

Il consigliere regionale franco Picarone rispondendo al senatore Franco Castiello, che ha riferito “ che nessuna richiesta è stata presentata dal governatore Vincenzo De Luca “  ha chiarito che“ la richiesta di deroga è stata già presentata mercoledì 14 novembre nel tavolo di verifica dell’organizzazione ospedaliera. E’ stata proposta nel documento di programmazione ospedaliera, riproposta lunedì  e sarà riproposta – continua Picarone - personalmente dal presidente De Luca giovedì 22 nella riunione al ministero. Sia per Sapri che per Polla”. Poi sferra il pesante  attacco a Castiello  “ questo signore e’ un mistificatore che ha dormito per quattro mesi.Il Ministero della Grillo ha bocciato la richiesta l’8 agosto di quest’anno. Allora doveva intervenire non adesso a fare propaganda. Non ha mosso un dito quando la Regione si batteva per la deroga e non ha mosso un dito in questi giorni. Da lui solo tweet da cialtrone”.

 

 

 

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.