Contenuto Principale

Piano Lavoro della Regione Campania. definito il cronoprogramma. Ad aprile il bando.

Risultati immagini per piano lavoro de luca bongiorno

Il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca incontra a Roma il Ministro per la Pubblica Amministrazione Giulia Bongiorno e definisce il cronoprogramma del Piano del Lavoro che dovrà portare all’assunzione di 10mila persone nel pubblico impiego. Entro il prossimo mese di aprile verrà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il bando del corso-concorso , entro maggio saranno definiti il luogo e la data delle selezioni gestite da Formez. Le figure richieste riguarderanno sia laureati che diplomati e se la Regione sosterrà attraverso fondi europei la fase concorsuale e i 10 mesi di formazione che avranno luogo probabilmente presso l’amministrazione a cui poi si sarà assegnati, sarà invece quest’ultima a dover effettuare l’assunzione a tempo indeterminato e quindi poi a prendere in carico anche finanziariamente il lavoratore. Fino ad ora sono stati 273  le amministrazioni, tra Comuni, Comunità Montane, Corti d’Appello, e altri Enti pubblici che hanno aderito all’iniziativa del Presidente De Luca. L’obiettivo è continuare nei prossimi anni, fino ad arrivare a 40 mila assunzioni. Una risposta al no dato da Renzi alla proposta del governatore 3 anni fa di avviare 200mila assunzioni nel pubblico. Il ministro Bongiorno si è detta interessata all’iniziativa come eventuale modello da seguire a livello nazionale.  Il cammino per chi, aspira ad un posto di lavoro, magari dopo anni di attese, però, non sarà così facile. Si prevedono numeri alti di partecipanti, quindi i candidati dovranno sottoporsi ad una preselezione, a due prove scritte, una di quiz  su materie specifiche del profilo scelto, informatica e inglese e una sempre di test su aspetti tecnici professionali,e ad una prova orale. I selezionati poi dovranno sostenere i 10 mesi di tirocinio  tra attività didattiche e tirocinio finanziati sotto forma di  borse di studio . Al termine dovranno presentare un elaborato . L’eventuale assunzione definitiva avverrà al termine di tutto questo percorso e su iniziativa del singolo Ente locale.

Daria Scarpitta

NUOVE IMPRESE GIOVANILI NEL PARCO. MERCOLEDI' INCONTRO A VALLO

Risultati immagini per PARCO CILENTO REGIONE MERCOLEDì VALLO BENESSERE GIOVANI

Il Parco  e la Regione Campania sono impegnati nel promuovere e nel programmare le politiche giovanili nel Territorio dell'Area Protetta.

Mercoledì, 11 aprile 2018, alle ore 16.00, presso la sala conferenze del Centro Studi e Ricerche sulla Biodiversità, in via Montesani, a Vallo della Lucania si terrà un incontro dal titolo: Politiche Giovanili nel Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Opportunità, Programmazione e Formazione. 

Dopo i saluti del Sindaco di Vallo della Lucania, Dott. Antonio Aloia  e del Presidente del Parco, Dott. Tommaso Pellegrino è previsto l’intervento del Coordinatore dei Forum dei Giovani della Provincia Salerno,  Giuseppe Rienzo. Le conclusioni sono affidate all’Assessore Regionale ai Fondi europei, Politiche Giovanili, Cooperazione Europea e Bacino Euro-Mediterraneo, On. Serena Angioli, e all'Assessore Regionale alla Internazionalizzazione, Start up – Innovazione, On. Valeria Fascione.

All'iniziativa sono stati invitati i Sindaci dei Comuni, i Forum dei Giovani  della provincia di Salerno e le Associazioni del Territorio che porteranno la loro esperienza delle comunità locali nelle quali operano attivamente per dar vita ad un dibattito tra Istituzioni e Territorio proficuo per il futuro dei giovani e di tutta l'Area Protetta del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.

A margine dell’incontro, saranno sottoscritte le convenzioni tra Regione e Comuni beneficiari del progetto "Benessere Giovani".

Comunicato stampa

LA BCC DEL CILENTO PREMIA I DIPENDENTI. SOLIMENO: "INCENTIVI E VALORIZZAZIONE PER CHI SI DISTINGUE"

Risultati immagini per BCC SOLIMENO

Premiare l’impegno e la qualità del lavoro: i criteri meritocratici sono alla base dell’iniziativa della Banca del Cilento, di Sassano e Vallo di Diano e della Lucania volta a incentivare, anche attraverso un riconoscimento economico, i dipendenti che maggiormente nel corso dell’anno si distinguono per la loro attività e i risultati ottenuti. A questo scopo il direttore generale Ciro Solimeno sta effettuando una serie di incontri e riunioni nei diversi territori di riferimento della Banca del Cilento, rivolti ai dirigenti e ai responsabili di filiale. Sotto i riflettori il sistema di valutazione che sarà utilizzato per conferire l’incentivazione straordinaria messa a disposizione dal Consiglio. Previsti anche percorsi di valorizzazione delle risorse, a partire dai dipendenti più giovani fino ad arrivare alla formazione dei dirigenti (capi di agenzia, capi di filiale, capi uffici e capi servizi).

Comunicato stampa

ACCORDI TERRITORIALI DI GENERE. LA REGIONE CAMPANIA FINANZIA DUE PROGETTI TRA GOLFO E DIANO

Risultati immagini per REGIONE CAMPANIA

E’ stato pubblicato  sul Burc di oggi  l’elenco della seconda tranche di progetti ammessi a finanziamento nell’ambito degli accordi territoriali di genere. Si tratta di proposte volte a favorire l’inserimento lavorativo delle donne disoccupate e inoccupate ed il mantenimento del posto di lavoro delle donne occupate attraverso una serie di servizi di cura.  Circa 4 i milioni di euro destinati a questa seconda tranche.Tra i progetti finanziati quello presentato nel maggio 2016 dal Comune di Sapri e dalla Cooperativa Hermes e il progetto Dian@, presentato dalla Cooperativa Sociale Iris di San Rufo. Il primo, Concilia-Sapri, che andrà ad incidere sui comuni del Golfo di Policastro e del Piano di zona S9, ha ottenuto quasi 120 mila euro di fondi ed è rivolto principalmente alle lavoratrici del comparto turistico. La proposta progettuale prevede, tra l’altro, concilia-point; un servizio di orientamento professionale per l’inserimento delle donne in due settori lavorativi, quello socio-sanitario e quello di promozione culturale; informazioni sulle misure di conciliazione tra tempi di vita e di lavoro; la costituzione di una banca dati di aziende turistiche sensibili a questo problema e l’erogazione di buoni per consentire la frequentazione ai figli delle lavoratrici di centri estivi, nidi, micronidi e ludoteche. Il progetto “Dian@“, invece, finanziato con 199 mila 951 euro, punta alla conciliazione tra vita familiare e lavorativa attraverso anche qui concilia point, buoni per l’acquisto di posti in servizi di cura socio-educativi rivolti ai bambini e realizzazione di coworking al femminile, al fine di garantire la disponibilità di uno spazio modulabile in cui le donne lavoratrici trovino risorse materiali e  sociali. Ora, i beneficiari dei fondi dovranno provvedere, entro 30 giorni, a sottoscrivere un Accordo Territoriale di Genere nella forma dell’ ATS, che la è condizione necessaria per la sottoscrizione dell'Atto di Concessione.

Daria Scarpitta

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.