Contenuto Principale

Sala Consilina intitola il Palapozzillo a Giuseppe Zingaro

Giuseppe Zingaro, giovanissima promessa del Basket nazionale, è scomparso il 12 ottobre del 2000, a soli 21anni e nel pieno della sua carriera da cestista. A lui è stato dedicato l’impianto dove mosse i primi passi. D’ora in avanti il Palapozzillo di Sala Consilina diventa il Palasport Giuseppe Zingaro. Alla cerimonia di intitolazione sono intervenute autorità politiche e civili, due ex cestisti salesi che hanno giocato nella massima serie e il primo scopritore di Zingaro, Coach Nicola Granieri.

 

Serv. di Caterina Guzzo

"Taste of Roma 2013", Pascal Sfara incontra Heinz Beck

I migliori talenti dietro i fornelli all'Auditorium Parco della Musica. Per un fine settimana dedicato all’alta cucina

Sala Consilina, Palazzetto dello sport intitolato a Giuseppe Zingaro

Lino Banfi non potrà esserci per esigenze televisive, ma tutti gli altri invitati alla cerimonia saranno presenti per rendere omaggio a Giuseppe Zingaro, la giovanissima promessa della pallacanestro scomparso nel 2000 a cui il comune di Sala Consilina ha deciso di intitolare il palazzetto dello sport. La manifestazione commemorativa è fissata per il prossimo 12 ottobre, giorno in cui, 13 anni fa, il giovane atleta perse la vita. Morì a Tolentino, all'età di 34 anni, dopo la sua ultima seduta di allenamento. In quella tragica occasione la società ritirò la sua maglia numero 7, che da allora è esposta in bacheca all'interno del palazzetto dello sport di tolentino. Giuseppe Zingaro, figlio di Sabino e Anna Leopardo, di Sala Consilina all'età di 8 anni cominciò a praticare la pallacanestro, entrando a far parte della locale polisportiva basket. Nel giro di pochi anni si ritrovò a giocare in formazioni di serie a2, c1 e c2. Una carriera sportiva che lo porò fino in Sardegna. Sabato prossimo 12 ottobre la sua città lo rircoderà con una grande manifestazione sportiva ma anche di solidarietà. All' intitolazione del palazzetto che avverrà alle 17.00, seguiranno tornei di basket e raccolte di fondi per l' Unicef. “ Non c’e’ nome migliore- da attribuire al nostro palazzetto – afferma il consigliere comunale Elena Gallo – per infondere speranza e fiducia a tutti i giovanissimi che si avvicinano ora allo sport o lo praticano con assiduità. Lo sport – continua Gallo- è anche sacrificio e Giuseppe, bravo nella pallacanestro, ne è stato un esempio”.

Antonietta Nicodemo

Un riconoscimento per l'eroe aviatore di Sanza, Angelo Ciorciari

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.