Contenuto Principale

Notte bianca sotto tono a Scario

 Un pò sottotono rispetto al previsto, la notte Bianca a Scario, quest’anno, ha deluso le aspettative degli organizzatori. Eppure gli ingredienti per esorcizzare, per qualche ora, la fredda stagione, c’erano tutti, a partire dall’insolita gara e particolare esibizione di DJ dilettanti, provenienti dal sud Italia. Meglio è andata la seconda serata che ha visto protagonisti artisti nostrani come il gruppo “Ombre sulla sabbia”, la musica popolare dei Tammurasia e il singolare cantautore Gigione.

La Notte Bianca a Scario ha riservato un ampio spazio alla gastronomia, con la degustazione di piatti tipici locali come i cavatielli, le bruschette dell’incanto con succulenti alici e le tradizionali zeppole di Natale.

Il Premio “Vivere La Strada” è stato consegnato all’istituto comprensivo “Teodoro Gaza” di San Giovanni a Piro, per i numerosi progetti a favore e a tutela dell’ambiente. La notte bianca a Scario è stata organizzata dall’associazione Notte d’Incanto.

Intanto nel Golfo di Policastro, la festa e l’atmosfera del natale si spostano a Sapri dove torna la Notte dei Regali. Il 22 dicembre nelle piazze della città esploderà la simpatia degli artisti di Made in Sud: i Sud58; Arteteca; il Maresciallo Tony Figo; Enzo e Sal; Doppia Coppia; e le suddine.. E poi Biagio Accardi con lo spettacolo "Cantu Cantu e mi ni fricu".. e per i più piccoli le mascotte Walt Disney, la casa di Babbo Natale e Magia Bolle di Sapone.

Cateina Guzzo

Sapri, nonnina Rosa Rinaldi festeggia i suoi 100 anni

 Grande festa a Sapri per i cento anni della nonnina Rosa Rinaldi, nata il 01.12. 1913.

Tutta la famiglia e tantissimi conoscenti hanno partecipato ad un momento che ha coinvolto tutta la comunità.

Vallo della Lucania. Sposissima 2013, domenica in passerella Nina Moric e Chiara Cennamo

Il matrimonio è in crisi, è vero, però sono ancora in tanti quelli che hanno voglia di suggellare l’amore con la cerimonia nuziale. Ed è proprio a questi temerari che è rivolta "Sposissima 2013". Nei padiglioni delle fiere di Vallo della Lucania sono state allestite cento vetrine, ciascuna delle quali mette in mostra tutto l’occorrente per il giorno del si: dall'abito nuziale ai fiori fino ad arrivare all’arredo della casa. Per dare maggiore visibilità agli abiti per gli sposi e quelli da cerimonia sono state organizzate una serie di defilè che hanno portato sulla passerella di “Sposissima” grandi firme della moda. Ad indossare i capi sono state giovani aspiranti modelle. In questo modo il salone della sposa si è trasformato anche in un banco di prova e di confronto per chi desidera entrare nel mondo dello spettacolo. Soddisfatto dei risultati raggiunti nei primi due giorni di apertura l'organizzatore della fiera, Angelo Coda, che annuncia una madrina d'eccezione per l'ultimo giorno della fiera: la famosa top model Nina Moric.

 Domenica il salone della sposa sarà aperto al pubblico dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 22.00. L'ingresso è gratuito.

 Antonietta Nicodemo

Cilento. I Capobbanna trionfano al Tour Music Fest di Roma. Il premio consegnato dalle mani di Mogol

 Con il brano “Un Uomo” conquistano il grande Mogol e trionfano al Tour Music Fest di Roma, aggiudicandosi il “Premio Centro Europeo di Toscolano- Mogol- Tour Music Fest 2013” e il “Premio Discografia Compagnia Nuove Indie”. Parliamo dei Capobbanna, band proveniente dal Cilento ed unica formazione del sud Italia approdata alla fase finale della notte della musica emergente andata in scena nello storico e più famoso club del by night capitolino.

Dopo 3 selezioni a Napoli e una a Roma per la semifinale, scelti tra oltre 10mila concorrenti, da una giuria di 12 esperti e discografici, e, i Capobanna sono arrivati a calcare il palcoscenico del Piper, apprezzati, sin dalle prime esibizioni dal vivo, per la loro proposta musicale fatta di dub, elettronica e rock. La band, composta da Sergio Scavariello, Angelo D’Ambrosio, Denis Citera e Pasquale Palladino, si è classificata tra le prime cinque migliori “original band” del 2013 e ha vinto tra le formazioni finaliste del Tour Music Fest ricevendo dalle mani dello stesso Mogol una borsa di studio e la possibilità di produrre un singolo a livello nazionale. Un nuovo traguardo per la band cilentana che ha vissuto la bella esperienza di calcare quel celebre palco, che negli ultimi anni 50 ha ospitato grandi concerti di artisti del calibro di Pink Floyd, Nirvana, Jimi Hendrix, David Bowie e molti altri e che in passato era il punto focale della bella vita romana e dove personaggi come Patti Pravo divennero famosi. "Suonare al Piper è stato emozionante- confessa il batterista dei Capobbanna, Denis Citera- se non altro perché chi è salito prima di noi sul quel palco ha fatto la storia della musica italiana e in alcuni casi mondiale. Quindi, da pelle d’oca”.

Caterina Guzzo

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.