Contenuto Principale

Dal 27 al 29 giugno nel Cilento: weekend ricco di appuntamenti

 

Le alici di menaica rappresentano per Pisciotta un vero e proprio simbolo delle tipicità locali. i pescatori del posto non smettono di far ricorso all’antica tecnica di pesca, quella appunto con la menaica. Una rete molto stretta dalla quale i pesci vengono estratti a mano e poi lavorate al momento. Una tradizione che si tramanda da sempre e che dal 27 al 29 giugno verrà esaltata ancora una volta con la sagra delle alici di menaica, un prodotto oggi tutelato dalla slow food. Una tre giorni organizzata dall’associazione “ Per Marina “ ce coinvolgerà il borgo marino cilentano con degustazioni di pesce crudo o cotto, all insalata o farcito. Una manifestazione che darà inizio ufficialmente agli eventi dell’estate pisciottana.

 

Caselle in Pittari ricorda l’opera di Angelo Vassallo, il sindaco di Pollica assassinato il 5 settembre del 2010, con la presentazione del libro “ sindaco pescatore” scritto da Dario Vassallo, fratello del primo cittadino assassinato. “ Tra i nostri primi obiettivi - afferma il sindaco di Caselle In PIttari Maurizio Tancredi – c’è quello di favorire la diffusione della cultura del rispetto del nostro territorio e delle sue ricorse culturali. E per iniziare questa nostra azione abbiamo pensato di ricordare il lavoro che ha svolto Angelo nel suo Comune. Un lavoro che puntava alla legalità e al rispetto per l’ambiente”. L ‘incontro con Dario Vassallo si terrà sabato prossimo 28 giugno a partire dalle 18 negli spazi del Museo Virtuale in loclaità Valli.

 

Legambiente lancia la prima edizione di FestAmbiente Paestumanità. Una rassegna di tre giorni che porterà nella cittadina dei Templi 40 ospiti tra registi, scrittori, musicisti ed esperti internazionali. Ecologia, cultura arte , solidarietà e corretta alimentazione saranno il filo conduttore della mega festa che sarà inaugurata venerdì 27 giugno alle 17 presso il giardino del museo dell’area archeologica. Al taglio del nasttro saranno presenti tra gli altri: il rpesdiente nazionale di Legambiente Cogliati dezza e quello della campania michele Buonomo, il sindaco di capaccio italo voza e la direttrice del museo archeologico nazionale di Paestum marina cipriani.

 

Antonietta Nicodemo

Atena Lucana: riscoprire la città in sella ad una bici

 Osservare il paesaggio con occhi diversi.. riscoprire l’immagine di un paese da vivere e da amare, la passione per le due ruote e la pratica sportiva.. Tutto questo è quanto propone la prima edizione della pedalata notturna “Madonna della Colomba” in programma ad Atena Lucana, lunedì 30 giugno, a partire dalle 20.30, a cura della Polisportiva del piccolo centro del Vallo di Diano. Una pedalata amatoriale, che si svolgerà al calar del sole, con raduno davanti la Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli e con la quale si percorreranno le strade principali del centro abitato, fino a raggiungere piazza Emanuele. La manifestazione ciclistica sarà preceduta da una competizione a cronometro per bambini, da cinque a tredici anni, ripartiti in tre fasce d’età. In questo caso, tutte le prove si svolgeranno, con l’uso del casco protettivo, sul tracciato di via Indipendenza, a partire dalle 18.30 e le iscrizioni dovranno essere subordinate da un’autorizzazione scritta firmata dai genitori. Le domande di partecipazione all’evento sportivo dovranno pervenire entro il prossimo 29 giugno ma sarà ugualmente possibile aderire alla pedalata il giorno stesso della manifestazione, fino però ad un’ora prima della partenza. Per informazioni telefonare al 348 09 18 500.

Caterina Guzzo

Villammare Film Festival 13esima edizione dal 27 al 30 agosto

Meeting del mare di Marina di Camerota: Battiato fa arrabbiare i fedeli

Un mare di gente che vibrava a suon di musica, un tappeto di persone che si perdeva a vista d’occhio ondeggiando in tutte le direzioni. E’ stato questo il segno più tangibile del successo ottenuto dal concerto di Franco Battiato e da questa edizione del Meeting del Mare che ha chiuso i battenti lunedì sera con il personaggio forse più intenso e più importante di tutti questi anni di musica. Giovani e questa volta anche meno giovani sono accorsi a Marina di Camerota per ascoltare il cantautore intellettuale che, accompagnato da una mini orchestra con tanto di archi, ha spaziato dalle sue creazioni più recenti ai successi storici come La Cura e Centro di Gravità permanente, con cui ha chiuso il concerto, senza dimenticare Voglio vederti danzare, riproposta, sorprendendo un po’ tutti, nella versione dance di Dj Prezioso. D’altra parte Battiato già aveva fatto discutere poche ore prima durante la conferenza stampa che il patron del Meeting Don Gianni Citro aveva abilmente confezionato per poter fruire in toto della personalità dell’artista, le cui esternazioni in più di un caso avevano suscitato polemiche. Questa volta partendo dal tema di questa edizione del Meeting, l’Origine, Battiato ha dilagato a tutto campo, generando non poco imbarazzo allo stesso Don Gianni, quando ha finito per criticare l’operato della Chiesa che ha costruito un Cristo biondo e con gli occhi azzurri, quando è chiaro che per la sua provenienza dovrebbe essere scuro, e quando non ha risparmiato neppure papa Francesco, dicendo: “Un individuo se non fa un ricerca personale non può mai raggiungere Dio. Mi dispiace per Bergoglio che è molto simpatico, ma lui non ha neanche idea di che cosa è Dio. Non può dire il bambino adesso è con Dio… Sono cose che fanno rabbrividire” Parole per cui ha chiesto di non finire in prima pagina sui giornali ma che invece già hanno fatto il giro di tutta la stampa, mostrando il suo spirito dissacratore e ironico non privo di qualche colorata espressione per nulla tenuto a bada da Don Gianni che scherzosamente gli ha detto: “Mi stai massacrando. Non voglio fare carriera, anzi tu oggi me l’hai stroncata». Battiato è stato il culmine di diciotto anni di Meeting del Mare, una maggiore età festeggiata poi sul palco con tanto di torta e coriandoli.

 

Sul Meeting del mare di Marina di Camerota piovono trentatré denunce per detenzione di sostanze stupefacenti

Anche quest’anno sono stati intensificati i controlli e i servizi antidroga durante la 4 giorni del Meeting del mare. Il bilancio è stato sempre consistente, dimostrando che spesso per i giovani la musica e il divertimento non possono andare da sole ma devono fare il paio con lo sballo. Tuttavia, quest’anno le quantità di sostanze stupefacenti rinvenute ad ogni singolo non superavano la soglia massima consentita per l’uso personale e dunque non è stato contestato il reato di spaccio. Questo almeno ciò che è venuto fuori dai controlli messi in campo dalla Guardia di Finanza di Sapri nei presi dello scalo ferroviario di Pisciotta/Palinuro e dello svincolo di Poderia della SP 430. 33 le persone tutte tra i 17 e i 35 anni, segnalate alla Prefettura come assuntori per detenzione e uso di droga. Due le patenti di guida ritirate, mentre sono stati sequestrati 60 grammi di marijuana, 26 di hashish , 7 spinelli e perfino 20 grammi di funghi allucinogeni. Si trattava di funghi del tipo “shamantar”, quello classificato tra i più pericolosi per la salute, con effetti simili all’LSD. L’operazione delle Fiamme Gialle ha consentito di monitorare e prevenire così anche per l’avvenire il consumo e lo spaccio di droga in occasione di manifestazioni di festa e ritrovo come il Meeting.

Daria Scarpitta

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.