Contenuto Principale

Giovani campani insieme tra arte e sociale. Tra di loro anche una professionista di Polla. "E io te credo LIS" il primo video che unisce danza, musica e la Lingua Italiana dei Segni.

Risultato immagini per E io te credo lis

Il progetto VividArte unisce tanti giovani campani che hanno messo in gioco le loro passioni e le loro competenze per diffondere messaggi artistici e sociali. Nel team anche una giovane di Polla Rosaria Sinforosa. "E io te credo-Lis" è il primo video musicale che hanno realizzato. Ne abbiamo parlato con la danzatrice LIS Michela Chirico.

Sgap, nel motteggio del Testamento di Carnevale anche la giornalista di 105 Tv Daria Scarpitta, per le sue interviste ai Sorrentino.

Risultato immagini per terstamento carnevale san giovanni a piro

 

105 tv, e la sua rassegna stampa che dà voce ai protagonisti del territorio,  finiscono  nel calderone del tipico Testamento di Carnevale di San Giovanni a  Piro. Martedì grasso anche nella cittadina sono andati in scena i festeggiamenti con maschere, coriandoli  e animazione ma qui sono culminati come sempre  con la lettura del Testamento di Carnevale, una tradizione che si perpetua a San Giovanni a  Piro dal 1947, da quando cioè proprio la famiglia Palazzo avviò questa scherzosa iniziativa. Si tratta  della lettura di un lungo componimento in rima che prende in giro con ironia, in perfetto stile carnevalesco, fatti e personaggi della vita locale. Quest’anno non poteva mancare il riferimento alle ormai prossime elezioni amministrative a San Giovanni e, in un clima già teso da campagna elettorale, il testamento di carnevale ha menzionato anche la giornalista di 105 tv Daria Scarpitta.  E’ stata lei infatti ad ospitare in più di un’occasione, generando un vivace botta e risposta a distanza, sia il rappresentante del comitato civico Terra Nostra Alberico Sorrentino sia il vicesindaco  di san Giovanni a  Piro Pasquale Sorrentino che a quanto pare saranno rivali nella prossima competizione elettorale. I giochi di fioretto dei due Sorrentino, di cui è stata testimone e pungolatrice la Scarpitta, non sono passati inosservati a chi segue con interesse le vicende politiche del Comune. Segno dell’attenzione riservata alla rassegna stampa di 105 Tv e alle sue interviste, il Testamento, seppure con un sfumatura un po’ di parte, ha preso bonariamente in giro i protagonisti della vicenda. Ecco il passaggio “incriminato”:

"Ora fa il salto della quaglia/e in tv poi mitraglia/Sorrentino, l'Alberico/che ora mira il suo nemico/ coinvolgendo la Scarpitta/ che lo guarda un poco affllitta/ mentre accusa Pasqualino/ di giocare a nascondino".

A Buonabitacolo è già Carnevale. Domenica la sfilata con i carri a tema Aladdin. Si replica il 23 e il 25 febbraio.

Risultato immagini per carnevale buonabitacolo

Cinque carri a tema più uno dell’associazione  “Il Sorriso della Solidarietà”, promotrice dell’iniziativa. Così Buonabitacolo ha salutato il Carnevale 2020 giocando di anticipo e battendo tutti sul tempo. Già domenica scorsa la cittadina si è vestita di suoni  e coriandoli , mostrando in anteprima i carri. Particolarmente curati, segno di una  maestria affinatasi nel tempo, hanno sfilato per le vie cittadine accompagnati da gruppi in maschera pronti a ballare  e animare il percorso. Il team annunciato di questa quinta edizione era “Aladin” e infatti i carri e i vestiti hanno giocato sul tema esotico. Ecco quindi la coppia regale di Aladin e Jasmine con il loro castello, ma anche la immancabile figura del genio, così centrale nella trasposizione Disney della fiaba. E poi spazio agli animali del film, la scimmietta Abù, il leone che accompagna la principessa e un altro simbolo del mondo di Aladin, l’elefante, rappresentato con le due grandi orecchie mobili in modo da potersi aggirare per i vicoli di Buonabitacolo. A chiudere il carro dell’associazione inneggiante ai valori di pace e condivisione, un mondo abbracciato da bimbi in girotondo. Il corteo, salutato anche dai cittadini usciti sui balconi per assistere al passaggio,  ha poi raggiunto Piazza Agorà per una serata di musica e prelibatezze. Buona la prima, come si dice. E infatti dopo questa prima uscita che ha visto arrivare dai paesi limitrofi già qualche curioso, in una domenica avara di intrattenimento, si replicherà domenica 23 febbraio e martedì 25 febbraio. Quest’ultima giornata sarà rivolta particolarmente ai più piccini, con animazione dedicata e vedrà la partecipazione della parte alta del paese, il casale, con i suoi carri.

Daria Scarpitta

Presentato "Nel segno dell'Angelica" di Koren Renzullo. La Scarenz editore rilancia con altre due pubblicazioni e l'idea di costituire il club del libro.

Risultato immagini per nel segno dell'angelica

Un nuovo libro di narrativa per la Scarenz Editore. Nel Segno dell’Angelica è il libro di Koren Renzullo, presentato nei giorni scorsi a Policastro Bussentino, che inaugura un nuovo tris di pubblicazioni con cui la casa editrice del Golfo ha iniziato questo 2020. Per l’occasione l’autrice è riuscita a far dialogare esperienze culturali di territori vicini. Sono stati infatti, due lucani, il docente della Link Campus, Lucio Libonati e la presidente del Salotto Letterario “Donata Doni” di Lagonegro, Agnese Belardi, ad introdurre gli invitati alle caratteristiche del libro, ancora una volta segnalato per scorrevolezza, fluidità nella lettura e tematiche affrontate. Nel segno dell’Angelica, infatti, nel narrare la storia di Aida, giovane ritornata nel paesello di provincia dalla grande città alla ricerca delle sue radici e di se stessa, tocca diversi temi: dallo struggente conflitto interiore di chi deve lasciare i luoghi natii per realizzarsi e si trova per sempre diviso tra passato e futuro, tra sogni e affetti, alla violenza di genere che incombe sulla vita della protagonista con tutte le contraddizioni che accompagnano le vittime,  per arrivare all’attenzione alle tematiche green, a quegli antichi saperi che fanno da substrato alle nostre tradizioni e che ruotano attorno ai rimedi della nonna, alle erbe e a quello speciale rapporto con la natura e il territorio che i nostri luoghi portano con sé. Di tutto questo si è discusso durante la giornata di presentazione del libro quando si è svolta anche la cerimonia di premiazione del concorso “Io in copertina” che la Scarenz Editore ha lanciato con successo sui social, facendo arrivare da tutta Italia 20 immagini candidate a diventare la nuova prima pagina del libro. La più votata, che si vede in copertina, è risultata quella inviata dalla coreografa Anna Magliano che per l’occasione ha messo in scena con alcune sue allieve una danza ispirata proprio ad un passaggio contenuto nel volume  Nel segno dell’Angelica. Premiati anche secondo e terzo classificato Luciana Laterza e Vanni Ottaviano. La Scarenz Editore si è avviata così verso nuove iniziative. Prossimamente verranno presentati altri due volumi, uno di poesie e uno legato alle tradizioni del territorio, mentre proprio durante la giornata è stata lanciata l’idea di costituire un club di lettura per tutti gli appassionati di libri.

Daria Scarpitta

 

 

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.