Contenuto Principale

Agropoli. Truffa a Sky, la finanza oscura un portale pirata

Nuova operazione della Compagnia della Guardia di Finanza di Agropoli contro la pirateria informatica online. Dopo l’operazione contro il portale Italian Share e la vicenda del pirata Tex Willer che ebbe un’eco internazionale, ora le Fiamme Gialle di Agropoli hanno eseguito un provvedimento di oscuramento dall’Italia del portale Futubox. E’ stata proprio la risonanza ottenuta con le precedenti operazioni a innescare fiducia nella Guardia di Finanza di Agropoli tanto che il network Sky, parte offesa in questa vicenda, nel mese di gennaio scorso, ha presentato denuncia non a Milano, a Roma o in altre blasonate città italiane ma proprio ad Agropoli, investendo dunque direttamente le fiamme gialle cilentane di un’operazione anche qui di portata internazionale. E i finanzieri agropolesi hanno dato segno di essere all’altezza del compito risolvendo la questione nel giro di pochi mesi. Il servizio pirata internazionale Futubox permetteva di visualizzare in streaming e in HD l’intero palinsesto trasmesso dalle emittenti Sky German, Sky Italia, Sky del Regno Unito e da alcuni canali della tv francese e russa solitamente visionabile in modalità pay per view.Bastava che gli utenti pagassero un abbonamento di 8 euro al mese e tramite computer o telefoni cellulari e tablet potevano accedere al servizio. Le indagini svolte in ambito telematico, anche setacciando i social network, hanno fatto emergere l’articolata organizzazione del portale. Gli amministratori, di nazionalità ucraina, avevano registrato 16 nomi di dominio in forma anonima grazie ad un servizio offerto da una società statunitense e veicolavano i dati necessari a far vedere i programmi in streaming attraverso server localizzati in Ucraina, Germania, Russia e Romania. In Ucraina l’organizzazione addirittura utilizzava i server di un ente di ricerca universitario che offriva ai suoi studenti e a basso costo la propria piattaforma tecnologica per consentire lo sviluppo di imprese digitali. L’Italia è risultato il principale mercato di sbocco del servizio con oltre il 24 % di visitatori . Recentemente Futubox aveva allargato i propri servizi, proponendo la vendita per 135 euro di un dispositivo hardware collegabile direttamente al televisore di casa per la fruizione dei palinsesti. L’operazione ha condotto le Fiamme Gialle agropolesi ad effettuare perquisizioni anche a Bari e Taranto scoprendo così altri due pirati informatici, questa volta italiani, che spedivano in Ucraina le Smart Card necessarie per accedere ai servizi Sky e che promuovevano sul web la vendita degli abbonamenti al servizio pirata attraverso altri due siti in lingua italiana. Ora le indagini continuano in ben 6 Paesi per identificare gli utenti del servizio e quantificare i profitti conseguiti illecitamente.

Daria Scarpitta

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.