Contenuto Principale

Salerno, comuni senza medici di base. A San Pietro al Tanagro trovato il sostituto con l'escamotage della giunta Quaranta.

 

 

 Elezioni comunali a San Pietro al Tanagro: i risultati

Nel salernitano cresce il numero dei comuni rimasti sprovvisti di un medico di base. Una carenza causata dal numero  crescente di dottori che hanno raggiunto l’età pensionabile e che per ragioni anche burocratiche si fa fatica a sostituirli. La giunta comunale di San Pietro al Tanagro ha trovato la soluzione che gli ha consentito di superare gli ostacoli e aggiudicarsi il sostituto dell’unico medico di famiglia in servizio nel suo comune.  A fine mese andrà in pensione lasciando senza assistenza circa 2 mila persone. La squadra di governo del sindaco Domenico Quaranta con una apposita delibera si è impegnata a sottoscrivere con il medico disposto alla sostituzione  un contratto d’affitto  della durata di 3 anni  a  soli 120 euro al mese comprensivo di utenze. Si tratta di locali comunali inutilizzati dove è attiva anche la guardia medica. La delibera pro assistenza sanitaria nel giro di pochi giorni dalla sua approvazione ha centrato l’obiettivo

Individuato il sostituto. Si tratta  della dottoressa che ha già un suo studio ad Auletta.

 

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.