Contenuto Principale

Sapri. Mensa scolastica, costi aumentati. Dopo le polemiche, il dietrofront della giunta.

 Mensa Scolastica | Comune di Genzano di Roma

 Dietrofront della giunta sulle tariffe per il servizio mensa scolastica. Dopo le proteste delle famiglie e dell’opposizione contro gli aumenti stabiliti con il nuovo anno, la squadra di governo, nella seduta di venerdì, ha licenziato una delibera con cui ridetermina i costi, andando incontro alle esigenze della popolazione. E’ tornato in vigore il precedente regolamento. Nessuna più distinzione, dunque, tra studenti residenti e non , nessun incremento sulle tariffe, nonostante la nuova gara d’appalto e i nuovi costi emersi. “ Tutto  questo - si legge nella delibera -  nella consapevolezza che tra gli iscritti alle scuole  dell’infanzia di Sapri c’è  un numero rilevante di alunni che vivono in zone contigue al comune, che convenzionalmente frequentano le nostre scuole e che le criticità derivanti da pandemia e conflitto internazionale  hanno comunque inciso sul  contesto socio-economico delle famiglie”.  

L’amministrazione Gentile ha così deciso  di recuperare  gli 11 mila 356 euro in più, richiesti quest’anno dalla ditta aggiudicatrice   per il servizio mensa, attingendo al bilancio comunale. Apprezziamo il passo indietro – afferma il gruppo d’opposizione -  ci teniamo che questo non passi come gentile concessione ma come atto dovuto ai cittadini. La scelta di coprire con fondi comunali i costi in eccesso poteva essere adottata prima delle contestazioni >>.

 

Il nuovo tariffario doveva entrare in vigore lunedì scorso, è stato subito bloccato dalle proteste e ora, definitivamente dalla delibera di giunta.

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.