Contenuto Principale

Torraca, denuncia in Procura contro il sindaco . L'opposizione : " Ha speso soldi pubblici a favore dei familiari ". Bianco: " Non ho commesso alcun reato ".

 

 
 
 

Presentata una denuncia /querela contro il sindaco di Torcca. A rivolgersi alla Procura della Repubblica di Lagonegro sono stati i consiglieri di minoranza Carmine Cardino e Domenico Bruno. Secondo i documenti a loro disposizione il primo cittadino Domenico Bianco ha utilizzato fondi pubblici a favore di suoi familiari. Nel mirino la delibera di giunta del maggio scorso attraverso la quale,  il sindaco e il suo vice Daniele Zicarelli, assente l’ex assessore Liano,  fu approvato il progetto definitivo per la sistemazione della strada in località “Castellaro” con i 15 mila euro messi a disposizione dal Ministero dell’Interno. Un opera pensata dal comune per migliorare la sicu8rezza e i serviozi per i cittadini che utilizzano quella strada per accedere alle loro proprietà. I due dell’opposizione sono andati oltre a quando progettato e deliberato .<<  Dagli elaborati tecnici  acquisiti – spiegano -  è emersa una situazione totalmente difforme da quella deliberata dalla giunta.  Quasi la totalità dei terreni interessati dai lavori – precisano nella denuncia alla Procura - risultano di proprietà dei familiari del Sindaco e non delle persone indicate nell’elaborato tecnico relativo all’atto deliberativo . È palese – aggiungono Cardino e Bruno - l'illegittimità della condotta del Sindaco, perché ha preso parte ad una decisione, consapevole che riguardavano  interessi dei suoi familiari. Sarebbe stato opportuno che si astenesse >>. Dalla Giustizia vogliono sapere, tra le altre cose, perché nell’elaborato tecnico a supporto dell’atto deliberativo sono stati inseriti proprietari totalmente diversi da quelli effettivi .  << Sarebbe stato opportuno – chiariscono – che una parte delle risorse venissero utilizzare per migliorare anche altre strade comunali che interessano la maggioranza dei cittadini di Torraca . Alla Procura l’ultima parola .

Antonietta Nicodemo

 

 

IL PRIMO CITTADINO SI DIFENDE : “ NON HO COMMESSO ALCUN REATO “. 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.