Contenuto Principale

Sapri,niente terapisti per gli alunni autistici.Condannati comune e piano di zona.

 

 
 
 

 Bambini autistici senza terapisti, è la giustizia a venire in soccorso dei diritti loro negati. Il Tribunale di Lagonegro infatti  si è pronunciato sul ricorso presentato dai genitori di un bambino autistico  contro il Piano Sociale di Zona S9 e il Comune di Sapri, quale Ente Capofila, per  la mancata   attivazione del servizio di assistenza specialistica scolastica di 15 ore settimanali come stabilito nel Piano Educativo Individualizzato per il minore. Il presidio di giustizia ha ritenuto legittima  la richiesta dei genitori e condannato il Comune di Sapri al pagamento delle spese dei processi  di giudizio sostenuti sulla vicenda , liquidate in oltre 2700 euro più Imposte al 15%, ritenendo che il mancato riconoscimento della specialistica  fosse una condotta discriminatoria rispetto all’offerta formativa riservata agli alunni normodotati  che non ha subito una riduzione corrispondente. “Una vicenda indegna per una comunità civile – è il commento di Sapridemocratica- che costringe i cittadini a lottare contro l’irresponsabilità sociale e civile delle istituzioni coinvolte a vario titolo. Speriamo che mai più un genitore debba rivolgersi ad un tribunale per ottenere la tutela dei sacrosanti diritti dei propri figli.” Ne questo è l’unico ostacolo a cui debbono far fronte le famiglie con bambini autistici del Golfo di Policastro.  Da almeno due anni pesa infatti su di loro e sui loro figli l’assenza presso il Distretto Sapri-Camerota della figura del Neuropsichiatra Infantile  che definisce con regolarità  le terapie e i piani di cura , adattandoli alle circostanze .

 

Daria Scarpitta 

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.