Contenuto Principale

Sapri, addio allo storico barista dell'ospedale. Ieri i funerali di Giuseppe Di Cianni.

Carenza medici all'ospedale di Sapri, l'allarme: «Cardiologia rischia  chiusura» - Giornale del Cilento

Ha servito migliaia di persone e lo ha fatto sempre con un sorriso, spesso anche con parole di conforto. Dopo oltre trent’anni il bar dell’ospedale di Sapri perde il suo storico gestore. Alla vigilia di Natale se n’è andato Giuseppe Di Cianni, più conosciuto come masto Peppe. Aveva settantaquattro anni e gran parte li aveva trascorsi in quel barretto all’ingresso dell’Immacolata, dove spesso i ricoverati si recavano per trovare un po' di sollievo per il dolore fisico ma anche psicologico. Con la pandemia l’attività era andata un po' in crisi,  perché gli ingressi erano diventati limitatissimi, ma aveva continuato a svolgere il suo lavoro in ospedale, divenuta la sua casa. Era lì che trascorreva intere giornata. Nell’autunno scorso ha rinunciato alla gestione e il bar ha chiuso i battenti ora è in attesa della sua nuova sorte. Per un triste destino alla chiusura è seguito l’addio di “Masto Peppe “. Si è spento presso l’ospedale di Salerno dove era ricoverato. I funerali sono stati celebrati nel giorno di Santo Stefano nella città di Sapri dove Di Cianni viveva insieme alla famiglia. Tra i politici ai quali era particolarmente legato il compianto Antonio Valiante e il figlio Simone che, appena appresa la notizia della sua scomparsa, lo ha salutato con un post su Fb : “ Ciao Masto Pe “ . << Ci mancherà il suo sorriso e la sua generosità >>, le parole che accomunano quanti lo hanno conosciuto. 

 antonietta nicodemo 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.