Contenuto Principale

Santa Marina, caso Del Verme. L'opposizione : " Il comune usa la cosa pubblica per fini privati " .

 

 

GUARDA PIÙ TARDI
AGGIUNGI ALLA CODA

SANTA MARINA MINORANZA 27DIC

60 visualizzazioni6 ore fa
 
 
 
 
 

 

“Il comune di Santa Marina per l' ennesima volta usa la cosa pubblica per fini privati “ . Con queste parole il gruppo  di minoranza entra a gamba tesa sulla vicenda Del Verme. Va pero ricordato che l'opposizione  è dalla primavera scorsa che , che cerca di far comprendere alle autorità compenti, Prefetto incluso, la posizione irregolare in Municipio di due dirigenti, Del Verme compreso. Ma tralasciamo questo capitolo. In questi giorni i tre dell'opposizione  hanno avuto da ridire anche sulla posizione dell' Ente Locale a favore di Del Verme .

“ In un comunicato, redatto dall'ufficio stampa del Comune di Santa Marina- dicono i consiglieri -  il responsabile dell' ufficio tecnico annuncia di adire le vie legali nei confronti di un'emittente televisiva privata utilizzando logo e carta intestata del Comune di Santa Marina. Non entriamo nel merito della vicenda, che è una questione privata tutta da verificare, ma è nostro dovere evidenziare la censurabile condotta del Comune di Santa Marina, che presta addetto stampa e risorse pubbliche per l'interesse privato del tecnico in questione, finendo per dare un sapore di intimidazione a quella che dovrebbe essere una comune controversia privata, e per l'azione del responsabile UTC che usa simboli e risorse istituzionali per le sue battaglie personali. Il Comune di Santa Marina che in più di un'occasione non si è costituito parte civile in processi in cui avrebbe dovuto difendere gli interessi dei cittadini- continua l'opposizione -  è in prima linea per vicende che non riguardano nemmeno lontanamente la sfera pubblica, ancora una volta per una dimostrazione muscolare, in questo caso nei confronti della stampa e di notizie non gradite .”Verificheremo – concludono Castaldo Scarpita e Cafiero - se il Comune è andato oltre i suoi doveri istituzionali. È ora che gli enti sovracomunali vengano edotti e prendano un provvedimento su questo modo di agire diventato ormai una costante da parte dell'amministrazione comunale ".

 

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.