Contenuto Principale

Cilento e turismo, " Si parte con i vaccini agli operatori ". Contrario il distretto turistico : " Dosi limitate, si seguano le priorità ".

 

 Notizie di turismo cilento - Info Cilento

 "Siamo pronti per vaccinare gli operatori turistici del Cilento contro il Covid-19.” Ad annunciarlo è il sindaco di Pollica, Stefano Pisani, promotore della proposta di vaccinazione agli operatori del comparto turistico della costa cilentana, in seguito ad un incontro avvenuto nei giorni scorsi nella sede dell'Asl, a Salerno, con il direttore generale Mario Iervolino.”Nelle prossime ore  - ha comunicato- forniremo un Piano dettagliato all'Asl Salerno e alla metà di aprile verosimilmente cominceremo a somministrare le prime dosi”.  Il primo cittadino cilentano insieme  a dodici comuni della costa (Castellabate, Montecorice, Pollica, San Mauro Cilento, Casal Velino, Ascea, Pisciotta, Camerota, Centola, Ispani, Sapri, San Giovanni a Piro e Vibonati), alla  Confcommercio e alla Confesercenti di Salerno, si era fatto portavoce della proposta, finalizzata a mettere in sicurezza il personale delle strutture turistiche presenti sul territorio regionale per garantire una adeguata e rapida ripresa delle attività economiche, in vista della stagione estiva. "Grazie alla disponibilità del direttore generale dell'Asl di Salerno Mario Iervolino – ha detto Pisani-  sarà possibile, rispettando il Piano nazionale di vaccinazione, che prevede la vaccinazione per fasce di età a carico delle strutture pubbliche, avviare un percorso di vaccinazione parallelo per immunizzare il personale delle strutture e dei servizi turistici che vedrà impegnate strutture private e volontari. Il direttore Iervolino seguirà personalmente le attività che saranno sviluppate sul territorio Cilentano. Ci prepariamo, dunque, per un'estate in sicurezza da vivere nel nostro Cilento". Sulla vicenda è intervenuto con una nota il presidente del Distretto Turistico del Golfo di Policastro che visto il numero purtroppo ancora limitato di dosi di vaccino a disposizione ha ribadito la necessità di seguire le priorità date a livello nazionale. “ E’ importante - ha detto Alessandro Cocorullo - andare avanti con il programma di vaccinazione esistente partendo dalle categorie più esposte, anziani  e soggetti fragili . Riteniamo che dal punto di vista operativo vaccinare prioritariamente gli operatori turistici in questa fase non serva a nulla”.

 

daria scarpitta 

 

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.