Contenuto Principale

Golfo, spazzatura meno cara. Gli operatori turistici dicono addio ai Comuni e passano alla gestione privata.

 

 

Il Golfo di Policastro pioniero, a sud  della nuova legge sul ciclo dei rifiuti entra in vigore nel gennaio scorso e rivolto alle utenze produttive. Disposizioni che rispetto al passato consentono al settore privato con partita iva, dal piccolo negozio  agli uffici, dai ristoranti agli alberghi, dai campeggi ai bar di poter rinunciare al servizio di raccolta differenziata dei rifiuti offerto dagli enti locali e di ricorrere al sistema operativo privato.  Nell’ambito di questa nuova legge  a Villammare è stata sottoscritta una convenzione tra il presidente  del distretto turistico del Golfo, il presidente di Assoturismo Vibonati e i responsabili del consorzio Omega. Sarà proprio questo consorzio ad assicurare il servizio di raccolta e smaltimento presso le 10 aziende che hanno già aderito  al progetto e molte altre sono prossime a firmare.

 

 

“ La gestione autonoma della raccolta dei rifiuti – spiega il presidente di Assoturismo Mariano Russo -  consentirà alle attività commerciali di abbattere i costi fino al 50 % ma soprattutto di garantirsi una raccolta puntuale della spazzatura, in particolare d’estate quando in molti comuni costieri la raccolta comunale va in tilt generando gravi disagi agli imprenditori e ai turisti.

 

L’accordo sottoscritto con il consorzio Omega diventerà operativo dal primo marzo. Da allora, dunque, le aziende che hanno aderito al progetto non dovranno più versare la tassa rifiuti al Comune ma al Consorzio che applicherà tariffe sono molto più basse.

 

Ecco le interviste integrali

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.