Contenuto Principale

Torre Orsaia, maltrattamenti in famiglia. In carcere il marito violento.

 

 Torre Orsaia: vessazioni e violenze fisiche contro la moglie, arrestato  48enne

Un operaio di 48 anni di Acquavena, frazione di Roccagloriosa,  è stato arrestato questa mattina per maltrattamenti in famiglia.  Ad operare i Carabinieri della Stazione di Torre Orsaia, guidati dal Comandante Domenico Nucera.Una vicenda venuta alla luce ad agosto scorso e conclusasi con l’arresto dell’uomo a seguito di una  attività di indagine e accertamenti messa in atto dai militari. L’uomo,un operaio di un’officina meccanica, da diversi anni a quanto pare maltrattava la moglie, sottoponendola a vessazioni fisiche ( schiaffi, calci e pugni…) e psicologiche, privandola di qualsiasi sostegno economico e minacciandola di morte, questo anche davanti ai due figli all’epoca dei fatti  entrambi minori. La donna, a seguito di ciò, viveva in uno stato di terrore e soggezione. Ad agosto l’epilogo con la decisione di denunciare  il marito per l’ennesimo episodio di violenza. Subito dopo però, temendo ritorsioni, la donna ha abbandonato il tetto coniugale assieme ai figli. I Carabinieri che hanno preso in carico la denuncia hanno proseguito nelle indagini  che sono state pienamente condivise dall’autorità giudiziaria  la quale, vista la gravità dei fatti e il pericolo concreto che i reati commessi dall’uomo  potessero essere portati ad ulteriori più gravi conseguenze, ha emesso l’ordinanza di custodia cautelare in carcere per l’uomo con l’accusa di maltrattamenti in famiglia aggravati sia dai futili motivi sia dalla presenza dei minori. Ai polsi dell’uomo questa mattina sono scattate le manette. Il 48enne è stato tradotto presso il carcere di Vallo della Lucania.

  Daria Scarpitta

 

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.