Contenuto Principale

Casaletto Spartano, anziano colto da malore in casa. I Carabinieri lo trovano nel letto circondato da rifiuti.

 

 

 

Era riverso sul letto in pessime condizioni igienico sanitarie, in stato confusionale, ma ancora vivo. I Carabinieri lo hanno sottratto dal degrado e probabilmente anche dal decesso. Un 88 enne di Casaletto Spartano è ora ricoverato presso l’ospedale di Sapri dove i sanitari gli hanno riscontrato tutti i valori sballati. E’ nel reparto di  medicina in condizioni precarie. Non si vedeva in giro per il paese da circa sei giorni. I vicini di casa hanno così deciso di avvertire di Carabinieri. Alle 19 di venerdì scorso i militari  si sono recati presso l’abitazione. Hanno bussato alla porta senza ottenere risposte. Lo hanno provato a contattare telefonicamente, ma il suo cellulare squillava invano all’interno della casa. A questo punto i Carabinieri del Capitano Calcagnile hanno fatto irruzione all’intero arrampicandosi con una scala sul balcone al primo piano. L’uomo era sul letto in pessime condizioni. L’intero appartamento era in uno stato di forte abbandono e degrado,  con immondizia ovunque per terra e sui mobili. L’88 enne viveva da solo da tempo ed era molto autonomo. Con i figli, che vivono lontano da Casaletto, pare che  da tempo non avesse rapporti. “ Il Comune si farà carico di tutte le spese- ha detto il Sindaco  Concetta Amato -     per ripulire l’appartamento del nostro cittadino  e di qualsiasi altro intervento che si renderà necessario per farlo tornare a vivere dignitosamente” . Non è la prima volta che i Carabinieri salvano dal degrado anziani soli. Era accaduto già alcuni mesi fa a Sapri. In quel caso fu trovata circondata da rifiuti ed escrementi di topi una anziana signora. Da allora  è ospite di una struttura per anziani.

 

Antonietta Nicodemo 

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.