Contenuto Principale

Scario, nell'area marina protetta riapre la Resima. Questa mattina il taglio del nastro sulla spiaggia gioiello.

 

 Da stamattina è tornata fruibile la spiaggia della Resima affacciata sull’area marina protetta della Masseta, nel Comune di san Giovanni a Piro . Un tratto di costa cilentana rimasto interdetto per circa 10 anni per caduta massi. Novecentocinquanta metri quadri di arenile che saranno nuovamente a disposizione di turisti e residenti e che in un periodo in cui serve spazio per garantire il distanziamento sociale non può che fare bene all’offerta turistica locale. Alle 11 da Scario è inizieo il viaggio inaugurale. Dal porticciolo  sono partire le imbarcazioni con a bordo il Sindaco Ferdinado Palazzo, il Presidente del Parco Tommaso Pellegrino e il presidente regionale di Legambiente Maria Tersa Imparato. C'erano anche i barconi che trasporteranno quanti avevano deciso di rimettere piede sulla Resima nel giorno della sua riapertura. Ad attendere gli ospiti in riva al mare protetto, il bagnino selezionato dal Comune per tenere sotto controllo quel tratto di arenile durante tutta la stagione estiva. Rispetto alle altre spiagge della Masseta è molto più estesa. Per garantire il rispetto dei protocolli covid Parco e Comune hanno deciso di assicurare la presenza quotidiana di un bagnino. Questo è quanto prevede il protocollo d’intesa per la sicurezza dell’area marina protetta che è stato sottoscritto questa mattina al rientro dalla Resima  presso lo storico ristorante ‘U Zifaro “, sul lungomare scariota . Un patto con cui il parco si impegna a destinare  all’Ente Locale un contributo per il controllo della Masseta . Un servizio che sarà garantito dai volontari della Protezione Civile Gruppo Lucano, oltre che dal bagnino.

 antonietta nicodemo 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.