Contenuto Principale

Sapri, ospedale covid - 19. I medici scrivono al Prefetto: " chiediamo misure a tutela della salute del personale e dei pazienti " .

Risultato immagini per ospedale di sapri

A  S.E.  il  Prefetto di Salerno 

Al Direttore Generale dell’ASL Salerno Dr   Mario Iervolino

Al Direttore Sanitario Dr   M. Rocco Calabrese

Al Sindaco di Sapri e president del Comitato dei Sindaci Ambito DS71 Dr Antonio Gentile

Alla T.F della Regione Campania

All’Assemblea  dei Sindaci DS 71 Sapri-Camerota

Ai Rappresentanti dei Sindacati - Sede

Al Segretario  di  Cittadinanzattiva Campania   Dr Lorenzo Latella

E   p.c.:  Al Sig.  Presidente della Regione  On. Vincenzo De Luca

 

Oggetto:  Richiesta urgente  per  il PO di Sapri – Emergenza COVID-19

Facendo  seguito al Comunicato con N° di protocollo 70754  del 21/3/2020 da parte della Direzione Sanitaria – sede - , riguardante l’allestimento di un  Reparto Covid – 19  in questo Ospedale, ferma restando la necessità  di assistere tali pazienti,  intendiamo comunicare la nostra preoccupazione circa la sicurezza e la salubrità dei locali individuati per il suddetto allestimento, in primo luogo per i pazienti,   poi per tutto l’ospedale,  nonchè per la  popolazione del territorio. Ciò per i seguenti motivi:

  • L’Ospedale ha subito, soprattutto  nell’ultimo decennio, numerosi tagli in termini di personale, risorse assistenziali,  opere di manutenzione e di edilizia;
  • Il Reparto di Cardiologia, dove dovrebbe essere allestito il Reparto COVID – 19, non è dotato di un adeguato sistema di climatizzazione, che dovrebbe garantire il continuo  il ricambio di aria.
  • Non esistono numero e disposizione di locali tali da garantire un adeguato  percorso “sporco” e “pulito”,  con idonea zona filtro, uno o più spogliatoi per il personale sanitario;  vorremmo essere rassicurati che a  coordinare i lavori di adeguamento sia stato preposto un tecnico.
  • Il numero di Medici,  Infermieri  e OSS  attualmente in servizio nella UOC di Medicina è appena sufficiente a coprire i turni.  Considerata l’elevata percentuale di sanitari infettati  nelle aree epidemiche, si teme un’ulteriore riduzione di personale, con le prevedibili conseguenze.
  • Il  personale medico e infermieristico di Medicina dovrà  trasformarsi in Personale di Unità Operativa  Subintensiva.
  • A tutt’oggi, il nostro Territorio  è preservato dall’epidemia in virtù della bassa densità di popolazione e del rispetto delle norme di isolamento. Tuttavia è elevata  la percentuale di cittadini  anziani e di malati cronici; un eventuale trasferimento di pazienti COVID da altre zone, nelle attuali condizioni,   altererebbe irreversibilmente  questo stato di cose, con ovvie conseguenze.

 

 

Alla luce di questi dati, chiediamo:

  • Che i lavori vengano effettuati seguendo le dovute norme in materia, in modo da isolare i pazienti COVID e preservare l’ospedale da una diffusione pericolosa del virus; 
  • Che il personale sanitario venga potenziato, arruolando eventualmente anche il personale di altri Reparti o Servizi (vista anche la sospensione temporanea degli Ambulatori), nonchè addestrato e formato alle nuove mansioni;
  • Che vengano messe in atto tutte le misure che tutelano  la salute del Personale, dei Pazienti e della Cittadinanza.

Certi di un riscontro favorevole, 

Con osservanza

Sapri, 23/3/2020

Il Personale tutto  della UOC di Medicina – PO dell’Immacolata di Sapri

 

 

 

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.