Contenuto Principale

Centro Sportivo Meridionale. Aut aut di Esposito: "O 18mila euro o chiudo". Il 2 dicembre incontro tra i Comuni per trovare soluzioni alternative.

Risultati immagini per vittorio esposito 105tv

Il presidente del Cda del Centro Sportivo Meridionale  Vittorio Esposito va avanti come un treno. In una lettera ai sindaci soci del Consorzio ha lanciato l’aut aut.  O entro il 20 dicembre verranno accreditati 18 mila euro da uno o più Comuni, o gas e luce verranno chiusi. Nella missiva Esposito comunica che, “a causa del mancato pagamento dei contributi associativi, l’ente non può assicurare da gennaio il pagamento delle utenze di gas e luce. In assenza, pertanto, di fatti concreti (versamento entro il 20 dicembre da uno o più dei dieci associati dell’importo di 18mila euro, pari ai consumi previsti), ne sarà data notizia ai fornitori, che disporranno la cessazione della erogazione di gas e luce. Con la conseguente chiusura dal 1° gennaio degli impianti dedicati al nuoto, al tennis e al fìtness”. Come annunciato, dunque, il presidente è pronto a passare ai fatti dopo aver più volte denunciato i mancati pagamenti e dopo un lungo braccio di ferro con i Comuni associati che anche in passato si è concentrato  attorno alla modifica dell’art. 12, per consentire una gestione condivisa e non limitata ai soli Comuni in regola con i conti e cioè San Pietro al Tanagro, Caggiano e Polla, che sta progressivamente pagando il debito accumulato dopo un paino di riparto. E proprio da Polla e dal sindaco Rocco Giuliano è partito l’appello rivolto agli altri Comuni a trovare la quadra per salvare gli impianti sportivi.  “E’ auspicabile una riflessione congiunta sul futuro della struttura prima della decisione dei singoli Consigli – ha scritto in una nota ai sindaci soci –. Vi invito pertanto per il giorno 2 dicembre, alle ore 18:00, presso il Centro Sportivo Meridionale allo scopo di cercare e trovare una proposta deliberativa comune e condivisa che superi particolarismi e schieramenti politici, guardando solo agli interessi del Vallo di Diano, di cui siamo tutti rappresentanti“.

Daria Scarpitta

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.