Contenuto Principale

Sapri, maremmani abbandonati. I Carabinieri se ne prendono cura in caserma per una notte. Stoppa si complimenta con l'Arma con un audiomessaggio.

 
 
 

 

 

 

Nel Vallo di Diano è  caccia ai rapinatori che martedì sera hanno messo a segno il colpo nel bar dell’ Hotel “ Tempio “ . Una struttura situata in via Annia, nel cuore della cittadina salernitana. I malviventi avrebbero prima sfondato le vetrine poi minacciato con una pistola il portiere che si trovava all’ingresso.  Dopo averlo legato hanno iniziato ad impossessarsi del denaro in cassa, gratta e vinci e sigarette. Tutto è durato pochi minuti, che sono stati infiniti per il portiere. I rapinatori sono fuggiti con il bottino senza lasciare tracce. Le ricerche dei Carabinieri, per il momento, non hanno avuto esito positivo.

 

Due cani maremmani sono stati legati ad un palo e abbandonati. Ora i Carabinieri della stazione di Sapri sono alla ricerca dei responsabili.  La coppia di animali è stata rinvenuta martedì sera in un’area antistante il porto saprese, in località San Giorgio. Qualcuno si è accorto della loro presenza ed ha allertato i Carabinieri che, data l’ora, non sono riusciti ad entrare in contatto con un canile o i veterinari dell’Asl. Siccome erano sotto la pioggia e incustoditi gli uomini del comandante Marino hanno trasferito i due cani pastori in caserma dove sono stati accuditi fino al mattino quando sono giunti i veterinari . Dopo gli accertamenti del caso i maremmani sono stati consegnati ad un canile. Una storia che non finirà qui. I Carabinieri hanno avviato un’inchiesta contro ignoti per abbandono di animali. Prima dei carabinieri, nel primo pomeriggio, erano stati allertati i vigili urbani che avevano già avviato le procedure previste in materia. La notizia dei cani presi in cura per una notte dai Carabinieri è arrivata all orecchio  del giornalista amico degli animali Edoardo Stoppa di “ Striscia la Notizia “  che con un video messaggio ( lo potente ascoltare nel servizio che segie ) si è complimentato con i militari sapresi.  

 

 

antonietta nicodemo 

 

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.