Contenuto Principale

Diano, inchiesta su rifiuti tossici. Lettera della Comunità Montana al Ministro dell'Ambiente. Accetta: " siamo preoccupati " .

 

 

 

La Giustizia non si pronuncia e la politica locale prova a saperne di più attraverso gli organi di governo nazionale . Nel Vallo di Diano Procura e Carabinieri continuano a non far filtrare nessuna informazione sull’indagine avviata alcune settimane fa con il sequestro notturno a Polla e Sant’arsenio di 16 mila litri di idrossido di potassio, a cui è poi seguito un altro sequestro ad Atena Lucana, dove sarebbero stati rinvenuti altri rifiuti pericolosi dello stesso genere. Le istituzioni locali, a partire dai Sindaci,  dopo aver provato in vano ad ottenere notizie sugli esiti degli inchiesta hanno sollecitato un incontro al Ministro dell’Ambiente Sergio Costa. La lettera a firma del Presidente Raffaele Accetta descrive le preoccupazioni del territorio rispetto all’indagine in questione. “ E’ evidente – si legge nella missiva – che ciò aggrava la forte criticità di questo comprensorio interessato negli ultimi tempi da un forte spopolamento e vanifica gli sforzi compiuti dalla   Comunità Montana , individuata dalla regione Campania come area pilota della strategia delle aree interne ed individuata come Ente capofila di 15 Comuni per l’attuazione dell’accordo di programma – quadro sottoscritto con il ministro delle infrastrutture e trasporti. “ Questo progetto – spiega Accetta a Costa – rappresenta per il Vallo di Diano l’ultima sfida ad oggi possibile per immaginare un futuro sostenibile per i nostri figli ai quali – continua Accetta - siamo obbligati a consegnare un territorio potenziato nei suoi punti di forza ampiamente riconosciuti: cultura, ambiente e agricoltura. Accetta chiude la lettera chiedendo al Ministro all’ambiente  di supportare ogni iniziativa necessaria a rassicurare la comunità e potenziare l’attuazione del progetto in corso a salvaguardia dell ‘ambiente per uno sviluppo sostenibile”. Per tutto questo ha chiesto un incontro a Costa insieme al presidente del Parco .

 Antonietta Nicodemo 

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.