Contenuto Principale

Camerota, la " cupola al Comune " . Il patto di potere tra Romano e Troccoli senior.

 

 

Risultati immagini per camerota romano troccoli
 

La coppia Troccoli – Romano più volte ha fatto discutere la politica locale e attratto l’attenzione della magistratura vallese. Un binomio  consolidatosi nel tempo che ha consentito ai due di occuparsi della cosa pubblica camerotana per anni. Antonio Troccoli è stato Sindaco per tre mandati , e dal 1999 al 2008, ha avuto in amministrazione  Antonio Romano. Quest’ultimo è stato primo cittadino  per  cinque anni e a pochi mesi  dallo scadere del termine fu sfiduciato dalla minoranza e dai consiglieri dissidenti della sua maggioranza, tra cui Ciro Troccoli e Michele Del Duca, oggi indagati insieme a Romano. Il commissariamento risale al 2017 anno in cui  terminarono  in municipio le intercettazioni ambientali, iniziate nel 2016. Ed è proprio in questo anno che la giunta Romano iniziò a traballare.  Troccoli e Del Duca, ad esempio,  furono rimossi dalla giunta. La squadra di governo di Antonio Romano fù  eletta nel 2012 a seguito dello scioglimento del consiglio, presieduto dall’allora Sindaco Domenico Bortone. Quest’ultimo riuscì a guidare l’ Ente per soli tre anni. E le indagini scattarono proprio nel 2012 con l’addio di Bortone e  l’arrivo in comune di Romano che da subito fu interessato da denunce. Diverse le indagini della Procura che portarono sotto processo, l’ex Sindaco Antonio Romano e Antonio Troccoli, che ricopriva la carica di responsabile degli affari generali del Comune. Tra le inchieste che li vide coinvolti c’è quella sulla nomina illegittima dell’ allora vice segretario dell’Ente. Tutte le persone da ieri indagate sono legate alla amministrazione Romano e riguardano in particolare la gestione di importanti servizi. Il commercialista Fernando Cammarano è stato il liquidatore della società parcheggi “ La Calanca “ e de “  La Marina de il Leone di Caprera  srl “.  Nel 2017 Rosario Abbate ricoprì la carica di vice presidente del consiglio e per circa una settimana assessore. Ad Antonio Troccoli, ex funzionario dell’agenzia dell’ entrate,  l’amico Romano affidò la responsabilità degli affari generali, un ruolo che gli consentì di tornare nella stanza dei bottoni. Troccoli, infatti,  non fu eletto perché  al suo posto candidò ed entrò in maggioranza il figlio Ciro, giornalista pubblicista e titolare di uno stabilimento balneare.   Michele Del Duca, ginecologo presso l’ospedale di Vallo della Lucania, è stato vice-sindaco . Lorenzo Calicchio nel 2012 entrò in servizio come applicato dell’ufficio di ragioneria. Giancarlo Saggiomo è l’ex presidente della società La Calanca. Vincenzo Bovi era dipendente di una società di servizi a disposizione del Comune. Vincenzo Di Luca è un imprenditore edile di movimento terra. Il dottore commercialista Mauro Esposito che nell’ordinanza viene indicato come “ informato dei fatti “, è stato responsabile del servizio finanziario fino al 31 dicembre 2012. Antonietta Coraggio, vice sindaco di Vallo della Lucania, è indagata in qualità di presidente della società “ La Marina de il Leone di Capresa srl “.” Anche se la vicenda processione riguarda la gestione di una società partecipata dal Comune di Camerota, ho informato il Sindaco di Vallo – spiega Coraggio - della mia decisione di autosospendermi dalla carica di vice sindaco della Città fino al chiarimento della mia posizione “.     

“ Il provvedimento è stato adottato nell’ambito di un’indagine alla quale ho prestato fin dal primo incedere, la più ampia collaborazione e che ha comportato la irrogazione di provvedimenti di maggior rigore nei confronti di amministratori di Camerota per fatti di tutt’altra natura. Con i miei avvocati Maldonato e Sansone chiarirò tutto sin dall ‘interrogatorio di garanzia “ .

 

 

antonietta nicodemo 

 

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.