Contenuto Principale

Policastro, Giornata Mondiale della Terra. La scuola libera la spiaggia dai rifiuti.

 

 

Come sempre in prima fila l’Istituto Comprensivo di Santa Marina-Policastro quando si tratta di ambiente e buone pratiche. E stamattina ha ancora una volta risposto in massa alla Giornata  mondiale della terra a cui il Comune di Santa Marina ha aderito. Dai piccoli bimbi dell’infanzia ai più grandi della secondaria di primo grado tutti gli studenti, accompagnati dal corpo docente e dalla dirigente Maria De Biase, hanno raggiunto la spiaggia per ripulirla. Sono stati loro ad animare  la giornata e a dare il buon esempio, come già hanno fatto in altre occasioni durante l’anno. “Siamo qui per proteggere la  nostra spiaggia” hanno detto alcuni ragazzi che si sono concentrati soprattutto nel raccogliere la microplastica, quella che sta diventando una vera e propria piaga , non solo a terra, ma anche nei mari, finendo per essere ingerita dalle varie specie marine. Un discorso questo che la scuola porta avanti da tempo, sensibilizzando i ragazzi sin dalla tenera età e mettendo in atto quelle piccole buone azioni quotidiane che possono distruggere le cattive abitudini. Ecco allora, che stamattina, forniti di capellini e di guanti, sono scesi sulla battigia e si sono divisi, i più piccoli dirigendosi verso il porto e i più grandi verso il fiume, l’area più a rischio, per dare il proprio contributo. A procedere accanto a loro coadiuvandoli nel  lavoro, i volontari di FareVerde con la presidente Assunta Grippo e la Protezione Civile Gruppo Lucano. L’iniziativa, organizzata dal Comune di Santa Marina, ha visto la presenza anche degli uomini della Guardia Costiera di Sapri e rientra nella ambito delle manifestazioni promosse ogni anno dalle Nazioni Unite  un mese e un giorno dopo l’equinozio di primavera, per risvegliare le coscienze ambientali e civili e diffondere la cultura green tesa al  risparmio energetico, alla sostenibilità, all’uso di fonti rinnovabili. Tematiche che il locale Istituto Comprensivo conosce bene, tanto che la passeggiata ecologica è stata già occasione per lanciare nuove idee e produzioni proprie all’insegna ovviamente del riciclo dei materiali naturali recuperati.

 Daria Scarpitta 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.