Contenuto Principale

Ospedale di Sapri, penalizzato anche sulla sicurezza. Il Comitato di Lotta sollecita il Sindaco. Convocata la conferenza del Distretto Sanitario.

 

Risultati immagini per ospedale sapri lota

 

Ancora segnali contrastanti attorno all’ospedale di Sapri. Il Commissario straordinario dell’Asl di Salerno Mario Iervolino ha deliberato le risorse 2019  da assegnare per  attuare le misure ordinarie di prevenzione e protezione  della dei lavoratori delle strutture sanitarie .I fondi per gli ospedali sono stati concessi sulla base del criterio relativo al numero di posti letto, più che al ruolo ricoperto da ognuno di essi. Per cui l’Immacolata di Sapri, pur essendo riconosciuto come Dea, avendo posti letto  inferiori a 200, vedrà arrivare 60 mila euro, in questo equiparato ad ospedali come a Roccadaspide , Agropoli, e Oliveto Citra. 80 mila euro invece i fondi destinati agli ospedali di Polla e Vallo della Lucania in virtù della loro dotazione di posti letto superiore a 200. Insomma, al di là dei proclami fatti nel periodo della lotta per il punto nascita, l’ospedale di Sapri continua a non vedere nei fatti un riconoscimento sostanziale. Tutto ciò, mentre con difficoltà si cerca di porre rimedio alle carenze di organico. Anche qui le risposte non sono state commisurate alle necessità e alle richieste. L’Immacolata dopo essere stata bypassato nell’affidamento degli incarichi per il primo trimestre 2019, dovrà attendere ancora un po’ per vedere nuovi specialisti in arrivo, anche solo a tempo determinato. Sono state assegnate tre nuove ostetriche,  tramite il ricorso alle agenzie interinali, e un nefrologo ma questi innesti viste  sono ancora troppo pochi viste le carenze lamentate in molti reparti centrali. Il Comitato di Lotta per l’ospedale , proprio di fronte ad una situazione generale che vede l’Immacolata penalizzato, stamane ha protocollato una richiesta al sindaco di Sapri per la convocazione di un consiglio comunale monotematico. “ Le richieste di nuovi medici fatte continuamente dai vertici sanitari del presidio- ha detto il presidente Luciano De Geronimo- non trovano attenzione in chi di dovere. Siamo ancora un territorio che resta fuori da ogni logica. Ma il Comitato spezzerà questo andamento. Abbiamo deciso con il primo cittadino di lavorare di concerto. Noi per il momento abbiamo inoltrato  la richiesta di consiglio comunale. E domani pomeriggio ci riuniremo come comitato alle 18.30  per ratificare questi passaggi. E’ necessario che i reparti dell’ospedale vengano messi in sicurezza. Dobbiamo tenere sempre  alta la guardia.” Intanto il Sindaco, su sollecitazione del Comitato di Lotta, ha convocato per lunedì prossimo alle 16,30, la conferenza dei Sindaci del Distretto Sanitario Sapri-Camerota.

Daria Scarpitta 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.