Contenuto Principale

Sanità, tavola rotonda a Sapri. Picarone " necessario nominare la conferenza dei Sindaci dell'Asl". Castiello " il Governo non chiuderà i punti nascita di Sapri e Polla "

 

Risultati immagini per sapri picarone

 

 

“ E’ giunta l’ora che in provincia di Salerno si procedi alla nomina della nuova conferenza dei sindaci dell’Asl. Con una lettera chiederò al primo cittadino di Salerno Enzo Napoli di farsi carico delle procedure per la costituzione dell’importante organo politico rappresentativo delle esigenze dei singoli territori “ , a dichiararlo è stato il consigliere regionale Franco Picarone intervenendo alla tavola rotonda sul futuro della sanità nel Golfo di Policastro e nel Vallo di Diano, promossa dal locale comitato di lotta in difesa dell’ospedale di Sapri. Sono circa sei anni che la conferenza dei Sindaci ha terminato il mandato e non viene rinnovata. Picarone ha richiamato gli amministratori comunali al senso di responsabilità “ non è possibile – ha detto – che dobbiamo discutere di politica sanitaria in incontri pubblici, come questo di oggi, e non sui tavoli tecnici. La conferenza dei Sindaci è l’interlocutore istituzionale che ha la visione di un primo cittadino che va al di là della parte politica” . La tavola dei lavori ha registrato l’assenza di Pierpaolo Sileri ( M5S ) presidente della commissione sanità al Senato. Un’assenza che ha smontato le attese del pubblico e degli amministratori accorsi all’incontro. Di fatti per la prima volta, dopo mesi di botta e risposta a distanza, il Governo centrale e quello regionale, rappresentati rispettivamente da Sileri e Picarone, si sarebbero potuti confrontare a viso aperto sul nuovo piano ospedaliero. Il senatore grillino, per problemi familiari non ha potuto prender parte alla discussione e con una audio messaggio ha fatto sapere che appena possibile raggiungerà Sapri. A far da contraltare a Picarone è stato il senatore vallese Franco Castiello ( M5S ) che è tornato a criticare la gestione De Luca. Mentre il deputato regionale del Pd, supportato dal sub commissario dell’Asl Vincenzo D’Amato, ha parato gli attacchi ponendo l’accento sulle azioni compiute dal governo campano per tutelare i piccoli ospedali del Cilento e del Vallo di Diano. “ Non è facile –hanno detto – convincere soprattutto i dirigenti vincitori di concorso a prendere servizio nei nosocomi periferici, però ce la stiamo mettendo tutta per incrementare il personale. Tenendo conto che con la quota cento l’emorragia si aggraverà ulteriormente  “ . Deluso il Sindaco di Polla Rocca Giuliano “ questa mattina mi aspettato fatti concreti per il mio ospedale” . Castiello ha garantito che il Governo concederà la deroga definitiva per i punti nascita di Sapri e Polla “nonostante il numero dei parti sia inferiore a 500. Si terranno conto altri parametri”. Il presidente del Parco Pellegrino ha auspicato per le are più a Sud di Salerno il potenziamento della rete emergenza-urgenza e quella oncologica. Il primo cittadino di Sapri Antonio Gentile è intervenuto all’inizio dell’incontro e poi è andato via. “ E’ inaccettabile - ha detto il capogruppo d’opposizione Del Medico –  che se ne va e che nessuno della sua maggioranza sia presente a questa assemblea “ .

 antonietta nicodemo

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.