Contenuto Principale

Janus, l' 81 enne in giro per il mondo in bici. Tappe nel Cilento.

 

 

 Risultati immagini per palinuro con janus river

“ Non ho mai avuto bisogno di un medico. Non sono mai caduto dalla bici e mai ho bucato una ruota” sono i record personali di cui va orgoglioso Janus River. Un atletico e simpatico 81 enne che da 18 anni è in giro per il mondo con la sua bici degli anni ’80. Pedala per circa 30 km al giorno dispensando sorrisi, intrattenendosi con la gente che incontra e chiedendo ospitalità nei paesi in cui sosta. Da circa una settimana è giro per il Cilento interno e quello costiero. Sapri, Marina di Camerota e Palinuro sono solo alcuni dei Comuni in cui si è fermato impressionando la gente del posto raccontando la sua avventura iniziata da Roma il 31 dicembre del 1999. E’ uscito di casa con tre euro, un sacco a pelo e una borsa di 50 chili con dentro il cambio per le varie stagioni. E’ salito in sella alla sua bici ed ha dato inizio al  giro per il globo all’insegna della libertà assoluta. Fino ad oggi ha toccato 154 paesi distribuiti tra quattro continenti: America, Africa e Asia ed Europa. Altri tre mesi e chiuderà il suo tour in Italia. Dopo la Campania raggiungerà il Lazio e poi dal porto di Napoli si imbarcherà alla volta della Colombia, da dove inizieranno i suoi quattro anni in Sud America .Da lì si posterà in Cina. Il suo obiettivo è arrivare a Pechino nel 2028 ed entrare nello stadio olimpico durante la festa nazionale. Tutto in bici e con il sacco a pelo, che utilizza sempre, anche quando viene accolto negli hotel. “ Se allora sarò ancora in vita – dice – lascerò la Cina e raggiungerà l’Oceania e li vi rimarrò fino all’ultimo respiro. Sempre in sella alla mia bicicletta” . River è nato in Siberia da padre polacco e madre russa. Prima di mettersi  a girare il mondo su due ruote ha lavorato per trent’ anni a Roma come impresario nell’ambito dello sport e dello spettacolo. Ora è manager di se stesso. Con la sua impresa, infatti, è diventato una star. Quando arriva in un posto tutti lo cercano per accoglierlo e per una foto. “ A Palinuro ho scoperto le strascinate.A Camerota ho incontrato diversi emigrati venezuelani con i quali mi sono trattenuto a parlare di politica. Nel Cilento ho trovato una grande accoglienza. E l’Italia si è dimostrata la nazione più generosa e bella al mondo, almeno fino ad oggi”. Stamattina River  lascerà il Comune di Centola e riprenderà il suo viaggio, direzione Salerno. L’arzillo 81 enne ha programmato tutto . Anche a chi destinare il denaro guadagnato con il suo lavoro. Dovrà essere distribuito tra i bambini più poveri del Sud America “ a ciascuno di loro – dice - dovranno dargli piccolissime somme quelle necessarie  per comprarsi una caramella o un giocattolo. Altrimenti saranno i loro genitori ad usufruirne. Io, invece, voglio  regalare un sorriso ai bambini. E per quelli del Sud America basta davvero poco, purtroppo “ . Un cicloviaggiatore dal cuore grande e dotato di uno spirito di libertà unico. Una persona che trasmette solo positività.

antonietta nicodemo 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.