Contenuto Principale

Cilento, addio alla regina della mondanità . La contessa inglese Maya Von Schönburg scelse San Giovanni a Piro come sua dimora.

 

 

 

Era considerata la regina della mondanità, eppure per lei San Giovanni a Piro e quella veduta dal pianoro di Ciolandrea rappresentavano – aveva detto-  il paradiso terrestre. Qualche settimana fa si è spenta a Monaco, dopo una lotta durata sei anni contro una grave malattia, la contessa Maya Von Schönburg . Aveva 60 anni. Tedesca, aveva sposato l’erede della Mercedes , il miliardario Friedrich Christian Flick, da cui aveva avuto tre figli. Dal suo partner successivo, Stephen Hipp era nata invece un’altra bambina. La contessa, bella, elegante e intelligente era stata sempre regina dei salotti e aveva frequentato il jet set, diventando amica, tra l’altro,  di Carlo D’Inghilterra e di Clinton. Nel 2011 si trasferì a San Giovanni a Piro. Attraverso degli amici aveva scoperto questo angolo di mondo e ne era rimasta affascinata. Aveva acquistato e ristrutturato un’abitazione sul pianoro di Ciolandrea e aveva deciso di far frequentare alla sua figlia più piccola, che allora faceva la prima elementare, l’Istituto Teodoro Gaza di San Giovanni a Piro. La bimba  per alcuni periodi dell’anno seguiva le lezioni in questa scuola, a cui la madre fece anche delle generose donazioni di denaro per sostenerne le attività.  A San Giovanni a Piro raccontano della grazia e dell’eleganza di questa contessa che aveva deciso di trasferirsi definitivamente nel Cilento, quando purtroppo le fu diagnosticato un cancro e per curarsi riprese la via dell’estero. Non dimenticò mai questi luoghi, dove ha continuato a venire, a volte, dicono, anche accompagnata da alcuni dei suoi celebri amici come il regista Bigas Luna.  Alla sua vita piacevole e sociale non ha mai rinunciato tanto che proprio ad ottobre, quando ormai la malattia era in stato avanzato, ha celebrato i suoi 60anni con una grande festa piena di glamour  a cui hanno partecipato politici influenti e divi di Hollywood . Il suo addio ufficiale a questo mondo con brio ed eleganza. Peccato che lo sapessero in pochi del passaggio nel Cilento di questa donna che  solo con il suo nome poteva spostare mari e monti e che con la sua larghezza di vedute avrebbe potuto essere una fonte di arricchimento per questo piccolo territorio.

 

 Daria Scarpitta 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.