Contenuto Principale

Maltrattamenti in famiglia, turista napoletano arrestato a Marina di Camerota.

Risultati immagini per maltrattamenti

Era stato condannato per maltrattamenti in famiglia ma stava trascorrendo tranquillamente alcuni giorni di vacanza a Marina di Camerota insieme alla nuova compagna. E’ qui , nel Bed and Breakfast dove alloggiava, che lo hanno ritrovato i carabinieri della locale Stazione, guidati dal comandante Francesco Carelli e gli hanno notificato l’arresto. Il 55enne originario di Napoli era stato infatti condannato con sentenza passata in giudicato a due anni e otto mesi di reclusione per fatti accaduti quando l’uomo aveva tra i 30 e i 40 anni. In un decennio, dal 1999  al 2009 aveva commesso una serie di maltrattamenti nei confronti dell’ex moglie e dei due figli aggravati dal fatto che entrambi erano minori. Una vicenda che era finita nelle aule di tribunale fino alla recente pronuncia della Cassazione che, esaurendo i tre gradi di giudizio, aveva emesso il verdetto finale di condanna. L’uomo era dunque ricercato dallo scorso 30 agosto per la notifica e l’esecuzione del provvedimento emesso. A scovarlo a Marina di Camerota ci hanno pensato i carabinieri, anche grazie alla targa dell’auto e alla registrazione effettuata presso la struttura ricettiva dove alloggiava. I militari, dopo aver espletato le formalità di rito, hanno provveduto a trasferire l’uomo in carcere a Vallo della Lucania a disposizione dell’autorità giudiziaria di Napoli che dovrà decidere come e dove l’uomo dovrà scontare i due anni e 8 mesi comminatigli. Coinvolta suo malgrado nella vicenda anche l’attuale compagna del 55 enne che ha visto finire la sua vacanza ben prima del previsto .

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.