Contenuto Principale

Sapri pulita dopo il mercato. Ok la collaborazione con gli ambulanti. Raggiunte le 500 firme per la spiaggia libera.

L'immagine può contenere: spazio all'aperto e natura

E’ andata bene  la nuova collaborazione tra gli ambulanti e l’amministrazione comunale  di Sapri per scongiurare il caos immondizia dopo il mercato in questo periodo delicato di emergenza rifiuti. Venerdì si è svolto il consueto appuntamento con le bancarelle tanto atteso da turisti e residenti e, seguendo gli accordi presi in un incontro tenutosi tra il sindaco Antonio Gentile e il rappresentante sindacale dei venditori Roberto Pepe, gli ambulanti hanno effettuato loro con responsabilità e attenzione la raccolta differenziata. “Abbiamo messo le buste con le buste e i cartoni con i cartoni- ha detto Pepe- e li abbiamo lasciati da una parte. Poi sono passati gli addetti alla raccolta del Comune e hanno provveduto al loro prelievo” Alla fine dunque l’area è stata lasciata pulita, come mostrano le foto che lo stesso Pepe ha fatto pervenire al primo cittadino. “Siamo soddisfatti di questo accordo e dei suoi risultati. – ha detto Pepe - a settembre il sindaco ci ha promesso che verranno messi dei silos così che ognuno di noi potrà conferire direttamente lì” . Scongiurata dunque una nuova sospensione del mercato, gli ambulanti, sono diventati anche delle sentinelle della zona. Sono stati loro a segnalare all’amministrazione comunale la presenza di materassi gettati nell’area e che non erano frutto del mercato. Soddisfatto anche il sindaco Gentile “Alla fine è servito – ha commentato- Quello che sembrava un atto inutile oggi si è dimostrato un atto necessario. L'impegno dei mercatanti è stato encomiabile. Abbiamo evitato in questo modo ulteriori sforzi per pulire l'area dopo il mercato settimanale, tempo dedicato a pulire altre aree della città.”   
Intanto sull’altro fronte caldo di quest’estate , le concessioni sulla spiaggia del lungomare, la petizione lanciata online dal Comitato Spiaggia Libera, ha già ottenuto 500 firme. “E’ una battaglia in difesa del bene pubblico, per il diritto a godere della spiaggia e del mare – hanno detto i propositori della petizione-Tra qualche giorno avvieremo insieme ad altre associazioni anche la raccolta cartacea delle firme sulla spiaggia di Sapri.”

Daria Scarpitta

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.