Contenuto Principale

Vibonati, incidente sul lavoro: perde la vita Francesco Citera, 38 anni

Una normale giornata di lavoro, quella di stamane, è finita in tragedia, per un 38enne di Vibonati. Francesco Citera, è morto, intorno alle undici, per un ennesimo, tragico, incidente sul lavoro. Ancora la dinamica dei fatti, non è del tutto chiara, ma secondo i primi rilievi l’ operaio sarebbe morto in seguito ad un capovolgimento di un trattore. Un mezzo agricolo utilizzato dal boscaiolo proprio per spostare la legna appena tagliata in località Ceraso; una zona scoscesa non molto lontano dal centro abitato. Un fondo che il giovane, conosceva bene, per via della sua attività e dove più volte in precedenza si era già recato. Ma stamattina qualcosa non è andato così come previsto. All’improvviso, mentre, il 38 enne stava, lui stesso, manovrando con il trattore per spostare dei grossi tronchi, sarebbe stato sbalzato a terra e lì poi il mezzo lo avrebbe travolto provocandone la morte. Inutile ogni tentativo di aiuto, seppure la macchina dei soccorsi sia stata prontamente allertata da altri lavoratori presenti sul luogo della tragedia. All’arrivo dei sanitari, per Francesco Citera non c’era più niente da fare. A quel punto l’area di campagna , teatro dell’ennesimo incidente sul lavoro, è stata raggiunta dai vigili del fuoco e dai carabinieri della stazione di Vibonati diretti dal Comandante Domenico Gagliardo. Appena dopo è giunto anche il magistrato del palazzo di giustizia di sala Consilina per coordinare i rilievi del caso e dare, così, conferma o meno a quelle che al momento sono soltanto delle ipotesi o meglio ricostruzioni sommarie. L’unica certezza al momento è la cruda e drammatica realtà Francesco Citera è andato via troppo presto lasciando nel dolore i suoi cari, una giovane moglie, un figlioletto e pare un altro in arrivo.

Roberta Cosentino

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.