Contenuto Principale

Sant'Arsenio, bimbo conteso: entro una settimana il rientro in Italia. Al papà l'affido temporaneo

Finalmente il papà di Sant’Arsenio tra una settimana potrà riabbracciare il suo figlioletto. Per il genitore, da tre anni privato del suo diritto-dovere, dunque a brevissimo, salvo nuovi colpi di scena, terminerà l’ incubo iniziato quando la sua ex consorte venezuelana , tre anni fa, decise di portare il bimbo a Caracas. Un soggiorno che doveva durare pochi giorni, che, invece, si è protratto per tre lunghi anni. Uno stravolgimento degli accordi che dal 4 gennaio 2010 ha dato inizio ad una lunga e complicata battaglia giudiziaria. Ma ora il peggio sembra essere passato, tanto che nel corso dell’ultima udienza per il divorzio si è giunti alla lieta notizia. In aula la 40enne, così come intimatole dal giudice, ha garantito che il bambino tornerà dal papà martedì prossimo e a far data da quel giorno sarà temporanemaneet affidato al solo papà . La donna al rientro in Italia, appena qualche settimana fa era stata arrestata per sottrazione di minore all’estero e a distanza di qualche giorno rimessa in libertà dopo la decisione del Riesame di Salerno. Unico provvedimento rimasto in piedi a carico della mamma venezuelana il divieto di lasciare l’Italia, tanto che le è stato ritirato il passaporto. Ma ora l’augurio per tutti e che questa vicenda che ha generato non poca apprensione nell’intero Vallo di Diano, possa essere soltanto un brutto ricordo e il bimbo possa gioire e godere dell’affetto di entrambi i genitori.

Roberta Cosentino

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.