Contenuto Principale

Sapri, poliziotto ferito a Viareggio. Arrestato il pusher che l'ha aggredito.

 

 

 

 

Il gip del Tribunale di Lucca ha convalidato il fermo di Mustapha Rami, il pusher 20enne  ritenuto responsabile del ferimento del poliziotto di Sapri, Aniello Fierro avvenuto la sera del 6 febbraio alla Pineta di Ponente di Viareggio. Sabato il giovane marocchino è stato arrestato dopo una caccia serrata condotta attorno agli spacciatori delle pineta. Rami irregolare, privo di una fissa dimora e  già noto alle forze dell’ordine proprio per lo spaccio , la sera dell’aggressione era con alcuni connazionali in Pineta per cedere dosi di droga. Probabilmente accortosi che i poliziotti stavano inscenando l’acquisto di stupefacente per far scattare le manette, si è sentito in trappola e ha colpito Lello Fierro con un mattone, provocandogli gravi ferite. La foto del volto tumefatto del giovane poliziotto originario di Sapri, divulgata dal sottosegretario leghista Massimo Bitonci , ha fatto il giro del web. Ora Fierro è fuori pericolo,anche se resta ricoverato all’ospedale e i dolori si fanno ancora sentire. Certo, ha rischiato grosso ed è lui stesso a raccontare quegli attimi: “Non ho sentito subito dolore- ha detto – mi sono solo accorto che avevo un buco in testa. Ho cercato di tamponare il sangue prima con un guanto, poi, visto che non bastava, con il porta placca ma non si fermava”. Poi l’arrivo dell’ambulanza e il viaggio, cosciente e con i dolori sempre più forti, fino all’ospedale. All’intervento è stato sottoposto, più tardi, intorno a mezzanotte e mezza, un’ora dopo il suo trasferimento a Livorno. Nonostante quanto accaduto e sebbene non si sappia ancora quanto lunga sarà la sua convalescenza, il 28enne è pronto a rimettersi al lavoro.  Il suo presunto aggressore, intanto, resta, per decisione del giudice in carcere. Dovrà rispondere di tentato omicidio.  

 

daria scarpitta 

Viabilità in provincia di Salerno. In primavera aprono 50 cantieri. Lavori di messa in sicurezza anche sulle strade del Cilento e Vallo di Diano.

Risultati immagini per strade provincia di salerno

 

 

Su tutto il territorio provinciale stanno per essere consegnati i cantieri per lavori di manutenzione e messa in sicurezza della rete viaria, finanziati con fondi di varia provenienza.

 

“Sono circa cinquanta i cantieri che partiranno nelle prossime settimane sulle strade del nostro territorio - dichiara il Presidente Michele Strianese - per un totale di circa 3.000.000,00 euro già appaltati, con fondi che provengono da varie tipologie di finanziamento. Innanzitutto la Regione con Delibera di Giunta Regionale n. 191 dell’11 aprile 2017 e Decreto dirigenziale n. 76 del 28 novembre 2017 “Spesa per interventi in materia di viabilità ex ANAS, trasferita al demanio regionale ai sensi del D.Lgs. 112/98 e del D.Lgs. 96/99” assegna alla Provincia di Salerno € 606.205,43 destinati ai lavori su Strade Regionali ex Strade Statali che sono in gestione Provinciale. Poi ci sono Fondi dell'Avanzo di Amministrazione 2017 che, a seguito di ribassi su gare precedenti, possiamo utilizzare per circa € 421.331,67 per interventi sulle Strade Provinciali. Infine ci sono finanziamenti MIT anno 2018 (Ministero Infrastrutture e Trasporti) per un totale complessivo di circa 2.000.000,00 euro che ugualmente sono stati destinati a interventi sulle Strade Provinciali.

Si tratta di lavori di manutenzione, di consolidamento, di ripristino e messa in sicurezza di vari tratti stradali.

Per tutti questi interventi sono già stati fatti i progetti, espletate le procedure di gara e le aggiudicazioni. Dobbiamo solo consegnare i cantieri che andremo a fare appena il tempo lo permetterà. È bene sottolineare che, in merito ai finanziamenti destinati alle SR ex ANAS, è la prima volta che la Regione Campania assegna fondi alle Province per la gestione di queste strade, grazie alla Giunta De Luca. Per questo ringrazio, ancora una volta, il Presidente della Regione Campania per l’attenzione nei confronti dei nostri territori. E ringrazio anche tutto il settore Viabilità e Trasporti, diretto da Domenico Ranesi e il Consigliere Delegato alla Viabilità Antonio Rescigno per il lavoro svolto per le nostre strade”.

 

Qui di seguito il dettaglio delle opere che si realizzeranno nelle prossime settimane:

FONDI REGIONE SULLE S.R. EX ANAS

Montecorice, SR EX SS 267                                         €   49.493,10

Centola - Montano Antilia Futani, SR 447             € 123.500,00

Centola – Camerota, SR 562                                       € 120.000,00

Pagani e San Marzano Sul Sarno, SR EX SS 367   €   54.596,29

Agropoli, SR EX SS 267a                                                €   17.262,21

Laviano, SR 381                                                                €   51.000,00

Montecorvino Rovella, SR EX SS 164                      €   51.829,22

Acerno, SR EX SS 164                                                    €   52.810,14

Buccino, SR 407                                                                               €   52.311,09

 

AVANZO DI AMMINISTRAZIONE

ASCEA-CERASO, SP 269                                                               € 129.000,00

ISPANI, SP 110                                                                 €   54.500,00

PETINA, SP 35                                                                  €   90.000,00

CAPACCIO, SP 13                                                            €   20.105,42

CAPACCIO, SP 175 B                                                      €   47.718,25

CONTURSI TERME, SP 305                                          €   27.000,00

BATTIPAGLIA, SP 135                                                    €   53.008,39

 

FONDI MIT

PAGANI, SP 281                                                                              €   32.353,11

SAN VALENTINO TORIO, SP 102                                                €   39.889,65

BATTIPAGLIA, SP 135 SP 8                                            €   10.925,00

MASSICELLE-CUCCARO VETERE, SP 143-SP 272   €   39.571,68

CAMEROTA, SP 164 - SP 66                                         €   12.176,12

CAMEROTA-CERASO-SAPRI, SP87-SR104-SR562               €   39.884 ,90

POLICASTRO - SANTA MARINA, SP 82                    €    72.798,41

ROFRANO, SP 93                                                            €    77.884,34

MOIO DELLA CIVITELLA - GIOI – STIO, SP 47       €    99.417,02

MONTANO ANTILIA–ABATEMARCO, SP143-SP272 € 39.984,72

SAN RUFO – TEGGIANO, SP 231                                               €    38.256,34

CERASO, SP 87                                                                 €    88.454,75

CAPACCIO, SP 175 b                                                      €    38.160,90

ROCCADASPIDE, SP 258                                                              €    30.797,69

TRAMONTI – MAIORI, SP 2                                         €    39.635,00

EBOLI, SP 416                                                                   €    99.881,07

CAPACCIO, SP 392                                                          €    51.762,29

CAPACCIO, SP 43                                                            €    73.013,29

EBOLI, SP 204                                                                   €    84.520,07

MERCATO SAN SEVERINO, SP 309/A                      €    39.983,23

OLIVETO CITRA-COLLIANO-PALOMONTE-CONTURSI TERME € 39.973,04

CAPACCIO, SP 11A                                                         €    62.475,00

AGROPOLI, SP 278                                                         €    25.254,21

CAMPAGNA, SP 31/A/B/C                                          €    62.889,68

MAIORI, SP 2                                                                   €      9.558,92

PONTECAGNANO FAIANO-BATTIPAGLIA-EBOLI, SP 175 € 39.977,28

BUCCINO - ROMAGNANO AL MONTE, SP 85      €    38.229,60

BATTIPAGLIA, SP 29                                                      €    39.988,51

CAMEROTA, SP 66                                                          €    92.871,05

PERITO, SP 56b                                                                €    93.336,84

MORIGERATI – VIBONATI, SP 210                            €    92.823,82

CENTOLA, SP17b                                                            €    61.695,88

 

“Si evidenzia, inoltre, - aggiunge il Presidente Strianese - che con i fondi MIT 2019 sono stati programmati circa altri 100 interventi che saranno aggiudicati nelle prossime settimane.”

 

 

( comunicato stampa ) 

 

Cervati. Il Parco cede la gestione del baite al Comune di Sanza.

 

 

 

“ Le quattro baite in cima al Cervati di proprietà del Parco nazionale del Cilento e del Vallo di Diano sono passate nelle mani del Comune di Sanza. Dal primo gennaio scorso, infatti,  la gestione è dell’Ente Locale che ha già le idee chiare sulla loro destinazione. L’intento è di affidarle a privati insieme all’antistante parco avventura costruito dalla Comunità Montana del Vallo di Diano. Un parco divertimenti ultimato da tempo, che attende solo di essere aperto al pubblico ma perché questo avvenga è necessario individuare chi può occuparsene insieme alle baite. Ci sono trattative in corso per cercare di individuare una soluzione che convinca un privato ad investire sul Cervati consapevole del fatto che dovrà farsi carico delle spese per dotare quell’area della maestosa montana dei servizi necessari per la sua fruizione, come l’acqua e l’ energia elettrica e di realizzare gli interventi necessari  senza deturpare l’ambiente e il paesaggio. Domenica scorsa , in occasione di una ciaspolata sulla neve organizzata dal Cai di Montano Antilia in collaborazione con la Pro-Loco di Sanza,  il vice sindaco Toni Lettieri ha evidenziato che la amministrazione è impegnata in un percorso di rilancio del Cervati , un percoso che ha già portato alla sottoscrizione di un protocollo d’intesa tra i 10 comuni ai piedi del massiccio, un progetto che il Governatore De Luca si è impegnato a sostenere economicamente. Lettieri nel suo intervento in alta quota, ha anche tranquillizzato gli ambientalisti  presenti, alla ciaspolaa ha partecipato anche il presidente di Legambiene di Agropoli, sottolineando che il Comune di Sanza ha grande rispetto della natura e tutti i suoi progetti per il rilancio del Cervati prevedono la tutela del patrimonio ambientale che rende unica la montagna più alta della Campania. Una giornata che è servita anche a  rinforzare il rapporto di collaborazione tra Comune e Cai di Montano Antilia e ad offrire agli oltre 40 escursionisti un panorama e un paesaggio  da mazzafiato

 

antonietta nicodemo 

 

 

 

Turismo in Campania. Dal Cilento parte la rivolta contro i ritardi del Governo sull'aeroporto salernitano. A Paestum il raduno degli operatori campani e potentini.

 

 

Gli operatori turistici del Cilento puntano i piedi contro i ritardi del Governo nel rilasciare gli atti necessari per l’avvio dei lavori per allungare a due mila metri la pista dell’aeroporto Costa D’Amalfi. Difatti, non è stato ancora emesso il decreto interministeriali che riconosce alla società aeroportuale la gestione completa dell’area, fondatamente per consentire alla stessa la pubblicazione del bando per l’appalto dell’opera. Tutto questo nonostante il benestare dell’Enac, risalente a diversi mesi fa. Gli operatori Cilentani hanno deciso di dare vita ad una azione che uniscatutti gli imprenditori turistici della Campania e del Potentino che miri a stimolare il Governo a firmare il decreto. Per il 21 febbraio presso il Hotel Mec di Paestum si terrà l’assemblea indetta dal presidente della associazione “ Cilento Turismo “ Angelo Coda alla quale sono stati invitati i distretti turistici della  Campania e gli operatori della Provincia di Potenza a cui è rivolto lo scalo aeroportuale del salernitano. In quella sede sarà sottoscritto un documento da inoltrare al Ministro dei Trasporti e delle Finanze. Un documento che evidenzierà l’importanza della allungamento della pista e più in generale di dotare il salernitano di un’aeroporto a sostegno del mercato turistico e i benefici che ne trarrebbero i comuni più a Sud della Provincia . La questione è stata sottoposta già all’attenzione del presidente regionale della Campania in uno degli incontri che si sanno svolgendo presso la Bit di Milano. De Luca in conferenza stampa ha colto l’occasione per sollecitare il mondo imprenditoriale   a sostenere l’azione di protesta partita dal Cilento e a favore dell’aeroporto Costa D’Amalfi. I ritardi del Governo hanno impedito di far pubblicare entro il 2018 il bando per l’affidamento dei lavori, così come era stato previsto dalla società che gestisce lo scalo

 

antonietta nicodemo 

 

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.