Contenuto Principale

Torre Orsaia, ruba bici ad un nigeriano. Arrestato pregiudicato.

 

Botte e minacce alla moglie: uomo arrestato a Torre Orsaia 23 settembre 2020

Un trentasettente di Torre Orsaia  è stato arrestato  per aver rubato una bicicletta elettrica a un nigeriano residente a San Giovanni a Piro. L’uomo è accusato di furto aggravato in flagranza. I fatti sono accaduti nel pomeriggio di venerdì scorso. Il nigeriano aveva lasciato la sua bike, bloccata con una catena, su un marciapiede di Policastro. Quando è tornato a prenderla non c’era più, immediatamente  ha  contattato   la  centrale operativa dei carabinieri della compagnia di Sapri. L’uomo fornisce ai militari la descrizione del ladro che aveva visto fuggire in sella alla sua bici, un “ ragazzo con numerosi tatuaggi” diretto verso nord. Una pattuglia dei carabinieri del comandante Nucera, della stazione di Torre Orsaia, hanno avviato le ricerche e sulla base degli elementi fornitigli dalla vittima del furto hanno raggiunto l’abitazione del presunto ladro. Proprio nei pressi della sua casa hanno rinvenuto la bike elettrica del nigeriano.  L’uomo rispondeva perfettamente  alla descrizione e non è riuscito a dimostrare il regolare possesso della bicicletta, per questo motivo è stato tratto in arresto e posto ai domiciliari in attesa di giudizio. Si tratta di un pregiudicato che ha avuto a che fare con la giustizia  per precedenti furti e reati legati allo spaccio di stupefacenti. Lui vive altrove e spesso trascorre lunghi periodi dell’anno a Torre Orsaia dove risiedono i parenti e la fidanzata. La e-bike, del valore di 1000 euro, è stata riconsegnata al nigeriano di San Giovanni a Piro.

Cilento, il Senatore Gasparri racconta la sua infanzia a Roscigno.

Maurizio Gasparri - Wikipedia


GLI ALBUNRI SCOMMETTONO SUL TURISMO CINOFILO. IERI L' INCONTRO CON IL PRESIDENTE DEL PARCO. AL TAVOLO DEI LAVORI ANCHE IL SENATORE MAURIZIO GASPARRI. HA RICORDATO LA SUA INFANZIA A ROSCIGNO. SENTIAMO COSA HA DETTO. 

Vallo-Sapri, tumori in aumento. Sos alla regione dopo il drammatico report dei medici di base.

 

 MICHELE CAMMARANO (M5S) VERSO LA PRESIDENZA DELLA COMMISSIONE AREE INTERNE  - Agenda Politica - I fatti, i commenti, i retroscena della Vita Politica.

Continuano ad aumentare i tumori nei territori del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, patria della dieta mediterranea. Dai report sui dati dei medici di medicina generali che esercitano la propria professione in 70 comuni a sud di Salerno, da Battipaglia a Sapri, vengono fuori dati allarmanti. Il presidente della commissione speciale Aree Interne della regione Campania, il consigliere Michele Cammarano ha  chiesto al presidente della V Commissione regionale Sanità di convocare al più presto un’audizione, alla presenza della Direzione generale salute. <<  Alla luce di dati estremamente preoccupanti relativi al tasso di crescita dei casi di patologie oncologiche nei territori a ridosso del Parco, occorre al più presto fare chiarezza – dice- sulle cause dell’incremento di patologie tumorali in quelle comunità, mettendo in campo tutte iniziative possibili in tema di prevenzione>>. L’analisi dei medici ha rilevato una media del 4,83 per cento di ammalati di tumore su un campione di assistiti pari a 196.892 unità, corrispondenti a oltre il 50 per cento dell'intera popolazione residente. Picchi superiori alla media nazionale sono stati registrati, in particolare, nel distretto di Vallo della Lucania e di Sapri. << Le stesse rilevazioni – precisa Cammarano - ci dicono che la malattia è diffusa nelle aree periferiche della provincia di Salerno, dove non è presente alcun insediamento industriale né insediamenti produttivi che potrebbero aumentare il rischio di insorgenza di tumori. Per questo occorre intervenire al più presto >>.

 

Non è la prima volta che gli stessi medici di base evidenziano tale emergenza, peggiorata con la pandemia. Deve far preoccupare il fatto che tutto questo si verifica in un’area protetta. In un territorio in cui l’ambiente è ritenuto sano.

 

 antonietta Nicodemo 

 

Casaletto, carenza di personale al Saut. Attività sospese di notte.

 

 

 

 
 

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.