Contenuto Principale

Capaccio. Forestale e mazzette: Marta Santoro non può tornare in servizio

Il Tar ha rigettato l'istanza di reintegro

Incendio nell'abitazione: morto il 76enne di Teggiano

L'uomo, che era stato ricoverato al raparto grandi ustionati del Cardarelli di Napoli, è deceduto nel pomeriggio di ieri.

Ragazzino coltiva marijuana nel garage di casa: preso a Marina di Camerota

Arrestato anche un pusher di 36 anni a Sapri mentre cedeva dosi a due clienti

 

 

Bussentina a rischio crollo. Al via i lavori sul fiume

 Il comune di Santa Marina investe trenta mila euro per mettere a riparo la variante alla Bussentina dalle inondazioni del fiume Bussento. Ieri al termine dell’ennesimo sopralluogo tecnico sono stati definiti i passi da compiere per impedire la chiusura dell’importante rete viaria, l’unica che unisce rapidamente il Golfo di Policastro al Vallo di Diano e all’A3 Sa-Rc. L’acquazzone dei giorni scorsi ha ridotto quasi a zero la distanza tra la superstrada e il fiume costringendo l’Anas ad ipotizzare la chiusura della strada. Un provvedimento che metterebbe in ginocchio l’economia locale, l’industria turistica e la vita quotidiana dei residenti. Dopo il vertice in Prefettura, di qualche giorno fa, ieri mattina si è tenuto il sopralluogo dei tecnici di Anas, Genio Civile, Autorità di Bacino, Forestale e comune di Santa Marina, dove la variante rischia di crollare da un momento all’altro. L’ispezione ha interessato il tratto di tre chilometri tra la foce del fiume, sulla spiaggia della frazione Policastro e località Roccazzo, sottostante la strada. Un sopralluogo che è servito ad accertare che non c’è più tempo per rimandare un intervento serio di messa in sicurezza. Dopo aver perlustrato il sito i tecnici si sono trasferiti in comune per definire un piano d’interventi insieme agli amministratori locali. Sul tavolo dei lavori è finita anche la possibile chiusura della strada ipotizzata dall’Anas per evitare situazioni di pericolo, soprattutto durante le giornate di pioggia. Un’inondazione, infatti, potrebbe causare il cedimento della carreggiata. Per evitare il drastico provvedimento il sindaco Dionigi Fortunato si impegnato a finanziare con fondi comunali un intervento di somma urgenza per un importo pari a trenta mila euro. “ In questo modo – afferma il presidente del consiglio Giovanni Fortunato – eviteremo che la strada venga chiusa e che i comuni del basso salernitano restino isolati, trattandosi della principale via di collegamento di questo bacino”. Questa mattina l’ufficio tecnico comunale avvierà le procedure per i lavori di somma urgenza che dovrebbero portare all’avvio delle opere entro la fine di questa settimana. Chi si aggiudicherà la gara dovrà procedere alla pulizia dell’alveo e al ripristino del vecchio percorso del Bussento. “ Tutto questo – afferma Fortunato – in attesa che la Regione ci finanzi il progetto per il risanamento dell’intera asse fluviale e la messa in sicurezza del centro abitato”. A mettere in allerta le autorità competenti è stato anche il comandante della Polizia Stradale di Sapri, l’Ispettore Capo Domenico Fierro. “ La mancata manutenzione sugli argini del fiume e rimozione dei detriti che dalle montagne finiscono nel Bussento hanno modificato il percorso fluviale fino al punto di avvicinarlo alla strada. Siamo seriamente preoccupati per la sorte degli automobilisti”

Antonietta Nicodemo

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.