Contenuto Principale

" Accorpare i Parchi del Sud Italia sotto un'unica gestione " . La proposta al Ministro in un'interrogazione Parlamentare. Contrario il presidente del Parco Nazionale del Cilento.

 

 

Un’ interrogazione parlamentare chiede al Ministro dell’ ambiente “ la gestione integrata dei parchi nazionali e delle aree protette del Sud Italia “ . A presentarla è stato il deputato del gruppo Misteuropa-Centro Democratico Alessandro Fusacchia. “ Il Mezzogiorno d’Italia – spiega al Ministro – ha oltre il 30 % del suo territorio sottoposto a regime di protezione ambientale, perché si tratta di un’area che gode di una notevole diversità di ambienti e paesaggi, specie animali e vegetali e formazioni paleontologiche” . Nel Sud sono presenti il parco nazionale del Pollino e quello del Cilento, il parco della Val D’Agri – Lagonegrese e quello regionale del Vulture.  “ Queste aree – si legge nell’interrogazione parlamentare – sono in continuità geografica e naturale tra di loro, al punto di rappresentare l’area protetta più vasta e attrattiva presente in Europa occidentale con i suoi 299.000 ettari di estensione “ . Sulla base di questi dati l’on. Fusacchia ha chiesto al  Ministro dell’Ambiente “ di valutare la costituzione di un grande parco nazionale del Mediterraneo, con un’unica gestione,  allo scopo di razionalizzare i costi amministrative e valorizzare le risorse “ . Per il presidente del Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano Tommaso Pellegrino è una proposta che non va ad aiutare i territori interessati. “ I precedenti accorpamenti che abbiamo subito – spiega – hanno dimostrato che generano solo disservizi. Stiamo parlando di aree protette molto estese , in particolare quella che rappresento, impossibile immaginare un’unica gestione. Intanto – tiene a precisare – da tempo condividiamo idee e progetti “ .

 

antonietta nicodemo 

Padula, il Sindaco Imparato torna in Provincia. Subentra al dimissionario Robustelli.

 

 

 Risultati immagini per padula imparato

 

 

 

 

 

 

Il Sindaco di Padula Paolo Imparato torna a sedersi tra i banchi del consiglio provinciale di Salerno. Andrà a sostituire il dimissionario Roberto Robustelli. Quest’ultimo è stato nominato assessore con delega di vice sindaco al Comune di Sarno e ha dovuto lasciare la carica di consigliere comunale, così come previsto dalle norme per i comuni con oltre 15 mila abitanti. In consiglio provinciale possono entrare solo Sindaci e Consiglieri comunali,  incarico quest’ultimo che Robustelli, del Partito Denicratico,  ha dovuto lasciare  per assumere, appunto,  quella di assessore. Di conseguenza lo stesso ha dovuto dimettersi da consigliere della provincia. Il primo dei non eletti è il suo compagno di partito Paolo Imparato che potrà insediarsi a Palazzo Sant’Agostino solo dopo la surroga  che avverrà nella prossima seduta del consiglio provinciale.  Nel ringraziare quanti lo hanno votato consentendogli di essere il primo dei non eletti,  Paolo Imparato,  promette “ il suo massimo impegno per i due territori che andrà a rappresentare, il Vallo di Diano e il Golfo di Policastro” . Per il Sindaco di Padula si tratta di un ritorno in provincia. Più volte è stato in maggioranza anche con deleghe importanti come la scuola e la viabilità.

antonietta nicodemo 

Sapri, week end tra storia e promozione turistica. In riva al mare le celebrazioni per Pisacane e Saprilandia.

 

 

 

 

 

Una cerimonia in ricordo della storia locale e una grande manifestazione per divertire i più piccoli. Sono i due appuntamenti previsti per l’ultimo week end di giugno nella Città di Sapri. Venerdì sera  in largo Santa Croce sarà commemorato Carlo Pisacane. Davanti al cippo che lo ricorda, a partire dalle 21,30,  avrà luogo la deposizione delle ghirlande e l’accensione del fuoco della Patria. Un gesto simbolico per onorare uno dei personaggi che hanno segnato la storia saprese.  Il 28 giugno del 1857 Pisacane e i suoi 300 sbarcarono  lungo la costa del Golfo di Policastro. Uno sbarco che sarà rievocato il prossimo 25 agosto con un corteo storico che animerà le vie cittadine. L’altro appuntamento del fine settimana a Sapri è previsto per domenica 30, dalle 11 alle 20. Il  suggestivo  lungomare farà da palcoscenico alla seconda edizione di “ Saprilandia “. Una grande ludoteca all’aperto con giochi e  animazioni. Uno spazio sarà riservato ai giochi di una volta. “ Sarà l’occasione – spiega il presidente della Pro-Loco Giuseppe Avagliano – per festeggiare i due riconoscimenti assegnati alla spiaggia e il mare di Sapri, la bandiera verde dei pediatri italiani e la bandiera blu della Fee “ . Nel corso della manifestazione l’associazione diabetici Cilento e Vallo di Diano, donerà all’infopoint della Pro- Loco due glucometri. “ Bimbolandia – aggiunge Avagliano – mira  a far conoscere alle famiglie con bambini la nostra splendida baia, ottima per i più piccoli e rilassante per i propri genitori” .

 

antonietta nicodemo 

 

San Pietro, domenica manifestazione di solidarietà per Giusy e pro-accoglienza. L'evento dopo il biglietto intimidatorio alla operatrice e lo striscione contro gli immigrati.

Risultati immagini per giusy salerno san pietro

Gli immigrati e l’accoglienza tornano nell’occhio del ciclone nel Vallo di Diano. Dopo le proteste di San Rufo che avevano richiamato anche l’attenzione delle telecamere nazionali, ora l’esasperazione di fronte a queste tematiche sul territorio assume una sfumatura  inquietante. A farne le spese, una operatrice della cooperativa Iskra che si occupa proprio di migranti a San Pietro al Tanagro. Giusy Salerno, che in passato ha rivestito anche l’incarico di presidente del consiglio comunale nella cittadina, nei giorni scorsi è stata oggetto di un messaggio intimidatorio. Un foglietto, ritrovato sul parabrezza della propria auto, che non lascia dubbi sul contenuto: “Amica dei clandestini, crepa”. Questo quanto riportava scritto. Parole, arrivate subito dopo un convegno organizzato dal Comune su immigrazione e lavoro nero,  che hanno fatto subito scattare la solidarietà nei confronti della Salerno e anche le domande su chi possa essersi reso protagonista di questo attacco diretto. Che la questione immigrati non sia ben tollerata da qualcuno a San Pietro è apparso ancora più chiaro,quando dopo qualche giorno, precisamente domenica, quando è comparso anche uno striscione ancora più esplicito con la scritta “Via gli immigrati da San Pietro” proprio  dinanzi alla struttura deputata all’accoglienza di una decina di stranieri, per lo più mamme e bambini, gestita dalla cooperativa Iskra. Una situazione che ha spinto gli operatori a presentare denuncia ai Carabinieri contro questi atti e ad accendere i riflettori sulla tematica. Chiaramente si tratta solo di una parte della cittadina a soffrire per queste presenze . Ed infatti sull’onda di questi fatti si è costituito il comitato “Vallo Di Diano ama il prossimo tuo” che ha deciso di organizzare per domenica 30 giugno una manifestazione di solidarietà in Piazza Quaranta con inizio alle 19 intitolata “ Io sto con Giusy a favore della dignità umana”. Il sindaco Domenico Quaranta dal canto suo ha bollato come disdicevoli questi episodi. “E’ evidente – si legge in una nota- che vi è la mano di qualcuno che in maniera squallida quanto subdola tende maldestramente a fomentare odio sociale e razziale con lo scopo ultimo di provocare disorientamento nella collettività. occorre vigilare perché il “disvalore della colpevole ignoranza” e della ” strumentalizzazione sociale” vengano confinati a fenomeni di pura delinquenza e non assurgano a forme di politica strumentalmente attuata da soggetti che hanno interessi tutt’altro che etici o morali. “

Daria Scarpitta

Altri articoli...

  1. Ordine degli Avvocati di Lagonegro. Dopo la decisione della Consulta sul terzo mandato, torna alla ribalta la posizione del Presidente. Cappelli: "Attendo il responso del Consiglio Nazionale Forense".
  2. Ceraso, 8 anni fa finì in carcere per frode fiscale. Assolto l'imprenditore Filadelfio Cammarano.
  3. Ospedale di Sapri. Cittadinanzattiva regionale minaccia querela. Nel mirino le dichiarazioni del comitato di lotta. Lorenzo Latella: " dicono bugie, non abbiamo ricevuto fondi dalla regione ".
  4. Scuola. L'Agraria di Sapri senza iscrizioni, non riesce a formare le prime. La settimana prossima incontro in Regione per il liceo Cicerone di Sala Consilina.
  5. Ospedale di sapri. Cittadinanzattiva mette il bavaglio al Tribunale del Malato. La coordinatrice Marisa Coppola: " non cedo alle minacce vado avanti in difesa della salute pubblica " .
  6. Trecchina. Inaugurato il " Parco delle Stelle ". In quota attrazioni adrenaliniche.
  7. Ospedale di Sapri, malato terminale. Impossibile prenotare visite in ortopedia e gastroenterologia. La telefonata di 105 Tg al Cup.
  8. Futani, eletta la nuova giunta. Il Presidente Vincenzo Speranza è stato riconfermato all' unanimità. Sul gasdotto a Policastro ha ricordato: " è stato l'ente Montano a contrastarlo non il Comune di Santa Marina".
  9. Sala, il liceo rischia di perdere una sezione. L'opposizione chiede aiuto alla regione a tutela del futuro del " Cicerone ".
  10. Cilento, mare a 5 stelle a Pollica e San Giovanni a Piro. Il plauso ai Sindaci della Bcc del Cilento: " è una politica che fa bene al territorio ".
  11. Bovini uccisi sul Cervati. Le rassicurazioni della Regione Campania: "Ripristinata la legalità su allevamenti senza controllo".
  12. Policastro, "negozi abusivi sul lungomare". Il consigliere Tagliaferri attacca il sindaco Giovanni Fortunato

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.