Contenuto Principale

Sapri, secondo caso covid. Il Sindaco è risultato negativo.

3M Respnse al Coronavirus (COVID-19)
 
NUOVO CASO POSITIVO A SAPRI.
Dai 15 tamponi eseguiti sui contatti stretti del dipendente dell'ufficio tecnico comunale contagiato nei giorni scorsi, solo uno è risultato positivo. Si tratta di quello effettuato sulla compagna dell'uomo, già in isolamento. La donna è in buone condizioni di salute.
Gli altri 14, tra cui 4 persone di Sapri che erano state indicate dal contagiato, i due figli e alcuni colleghi dell'ufficio tecnico sono risultati negativi. Per loro prosegue però, come previsto dall'ISS, il periodo di isolamento della durata complessiva di 14 giorni.
Si attendono, intanto, con molta probabilità entro la giornata di domani, i risultati degli altri circa 60 tamponi.
A Sapri sale dunque a due il numero dei contagiati.
Il dipendente comunale positivo resta ricoverato all'ospedale di Pagani.
 
 
AGGIORNAMENTO: Anche il sindaco di Sapri Antonio Gentile è risultato negativo ai controlli.
Negativo anche il tampone eseguito sulla moldava risiedente a Roccagloriosa e risultata positiva al test sierologico. La donna era stata sottoposta a controllo dalla famiglia di Poderia dove avrebbe dovuto prendere servizio come badante.
 
Daria Scarpitta 
 

Caselle in Pittari. Su 23 malati covid 19 sono guariti. Revocata la quarantena .

Punti nascita, Nuzzo: «Non sarebbero mai stati chiusi, nessun grazie a De  Luca e Castiello» - Giornale del Cilento

Comunicato Stampa .

 

Oggi con grande soddisfazione fornisco i dati ufficiali con i quali 
possiamo dichiarare,con assoluta certezza ,  completamente spento il focolaio Covid nel nostro Paese. 
Dei 23 contagiati iniziali, 19 sono completamente guariti ed a loro è stata revocata l’ordinanza di quarantena. 
Per due  ( già da tempo clinicamente guariti ) aspettiamo i due tamponi di controllo per revocare l’ordinanza di quarantena. 
Le due pazienti ricoverate stanno bene . Ringrazio la dott.ssa D’Alvano ( resp. del Dipartimento di Prevenzione),
 il dott . Calabrese (Direttore dell’Osp. di Sapri )  con cui abbiamo lavorato in perfetta sinergia e 
i colleghi dell’USCA per il lavoro svolto. Da Caselle in Pittari, che ha brillantemente superato una delicata fase emergenziale
e vinto questa battaglia,lanciamo un importante messaggio: il Covid , nemico insidioso ed invisibile, 
può essere sconfitto se non lo si sottovaluta e , soprattutto, se tutti adottiamo le necessarie misure di prevenzione individuali.


Il Sindaco di Caselle in Pittari, dott. Giampiero Nuzzo

Caselle in PIttari, scoperta tra i boschi piante di marijuana.Arrestato un 59 enne.

 

 Scoperta piantagione di marijuana a Caselle: arrestato 59enne -  Ottopagine.it Salerno

 

Aveva avviato una coltivazione di marijuana in un’impervia area boschiva di Caselle in Pittari. I Carabinieri lo hanno atteso fino a quando non si è recato sul posto per curare le piante fuorilegge con specifici prodotti per la crescita. Per l’improvvisato coltivatore sono immediatamente scattate le manette e gli arresti domiciliari. A finire nei guai è stato un 59 enne del posto con precedenti specifici. Aveva realizzato la piantagione a 50 metri dalla sua abitazione, all’interno di una piazzola occultata da alti rovi e circondata da alberi, in modo tale da renderla non visibile dall’alto e difficilmente raggiungibile da terra. Una coltivazione abusiva creata in un’impervia area boschiva alla quale il pusher accedeva attraverso un  cunicolo che aveva realizzato artigianalmente tra i rovi. I Carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia di Sapri dopo aver scoperto l’illecita piantagione hanno iniziato un prolungato servizio di osservazione fino a cogliere il 59 enne in flagranza di reato. Sono state estirpate 17 piante di canapa indiana tra gli 80 cm e i 2,30 metri di altezza. Una coltivazione di sostanza stupefacente che avrebbe potuto produrre un cospicuo quantitativo di marijuana con conseguenti ingenti guadagni nella vendita al dettaglio. L’uomo resta ai domiciliati in attesa di giudizio. Un’operazione che si inserisce nella vasta attività investigativa contro lo spaccio di droga che da tempo tiene impegnati gli uomini del Capitano Calcagnile.

Antonietta Nicodemo 

 

Parco del Cilento, il presidente Tommaso Pellegrino verso le dimissioni e l'ingresso in regione.

 

 

 Italia Viva: è Pellegrino il leader salernitano | il Quotidiano di Salerno

Tommaso Pellegrino si prepara a dire addio alla presidenza del Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano. Dopo la recente elezione con Italia Viva  al consiglio della regione Campania, le sue dimissioni dall’Ente di Vallo della Lucania sembrano ormai alle porte. “ Però i due incarichi – ci spiega il direttore del Parco Romano Gregorio – non sono incompatibili “, questo vuol dire che Pellegrino potrebbe ricoprire entrambi i ruoli  ma da indiscrezioni sembra certo che lascerà la guida dell’area protetta. In  questo caso, come da statuto,  gli sub entrerà il suo vice Cono D’Elia, vice Sindaco di Morigerati, che lo ha sostenuto fortemente nella sua campagna elettorale per le regionali. Il mandato dell’attuale presidente del Parco scade nel maggio 2021, quindi chi gli succederà resterà alla guida dell’Ente per circa otto mesi e fino a quando il Ministero non provvederà alla nuova nomina. Dopo l’elezione in regione,  per Pellegrino sembrano aprirsi nuovi scenari con Italia Viva di cui oggi è coordinatore in provincia di Salerno. Alle spalle ha una buona esperienza politica è stato deputato dei Verdi dal 2006 al 2008, Sindaco di Sassano dal 2010 al 2020 e presidente del Parco dal 2016. Tutto questo mentre svolge la sua professione : è dirigente medico presso l’azienda ospedaliera universitaria “ Federico II” di Napoli e responsabile dell’ambulatorio di senologia. E’ chiaro che per Pellegrino è giunta l’ora di decidere cosa lasciare. Le dimissioni dalla presidenza del Parco sembrano essere ormai prossime. Intanto si gode la vittoria a Palazzo Santa Lucia che ha festeggiato già nella sua Sassano.

Antonietta Nicodemo 

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.