Contenuto Principale

Sala Consilina. Calcio A5 violento: Rosciano si dimette dopo l'aggressione all'arbitro

 

Maxievasione Sapri Calcio, nei guai 81 cilentani e valdianesi

Tre indagati per associazione a delinquere finalizzata alla frode fiscale (tutti ex amministratori del Sapri calcio); altri sei accusati, con loro, di avere distrutto cinque anni di scritture contabili per occultare il reale volume d'affari, oltre che di avere evaso il pagamento delle tasse e dell'Iva; e 72 imprenditori sotto inchiesta per sponsorizzazioni fittizie, fatturate per cifre di molto superiori a quelle versate.

Tutti coinvolti, secondo gli inquirenti, in una maxievasiome che ha sottratto al fisco 9 milioni e mezzo di euro. La procura di Lagonegro ha chiuso il cerchio su un'indagine che ha consentito nel mese scorso il sequestro di beni per 1 milione e mezzo di euro.

Risale al 21 dicembre il blitz della guardia di finanza di Sapri ai danni dell’ormai scomparso Sapri calcio. La società bianco celeste ha militato per diversi anni nel campionato di serie D nazionale

Gli indagati Dal basso Cilento al Vallo di Diano, sono 81 in tutto le persone indagate. Quasi tutti imprenditori, ma anche allenatori, amministratori e funzionari societari. I nomi: Sergio Fortunato, 49 anni, residente a Sapri; Pasquale Gigliotti (37, Cicala-Cz); Nazzareno Melillo (62, Sapri); Antonio Ciccarone (41, Eboli); Bruno Ciccarone (46, Eboli); Gerardino Salvucci (46, Sapri); Salvatore Miceli (67, Siracusa); Vittorio Belotti (62, Cava de’ Tirreni); Vincenzo Calce (41, Pagani); Claudio Fezza (46, Pagani), Giuseppe Bruzzese (55, Sapri); Ermanno Marra (44, Sapri); Nicola Calandriello (38, Polla); Lorenzo Calicchio (63, Torre Orsaia); Giovanni Cancellaro (46, Padula) ; Pio Cancro (38, Teggiano) ; Domenico Capobianco (53, Teggiano) ; Giovanni Cammarano (53, Sassano); Franco Cardiello (42, San Pietro al Tanagro) ; Carmine Cardinale (56, Teggiano); Palmina Carrano (49, Teggiano) ; Vincenzo Casale (46, Sala Consilina); Rosa Cernicchiaro (64, Buonabitacolo); Cono Francesco Cimino (34, Teggiano); Michele Antonio Cimino (50, Sala Consilina); Francesca Cosentino (49, Torraca); Agnese Costa (57, Sant’Arsenio); Massimo Costa (37, Caselle in Pittari); Claudio Crusco (52, Vibonati); Donatino D’Alvano (48, Montesano sulla Marcellana); Attilio De Nigris (39, Sala Consilina); Mario Antonio Di Brizzi (53, Sassano); Valente Di Brizzi (49, Sassano); Michelangelo Di Candia (44, Teggiano); Dora Di Pierri (64, Padula); Cono Di Sarli (48, Teggiano); Carmine Disperso (40, Sapri); Vito Fico (44, Sanza); Filomena Filizola (49, Santa Marina); Antonio Fortunati (58, Padula); Livia Granozio (44, Vibonati); Gennaro Imparato (48, Sala Consilina); Antonio Ippolito (44, Sant’Arsenio); Arturo Lapelosa (73, Sala Consilina); Antonio Lisa (51, Sassano); Gaetano Lisa (26, Sassano); Luigi Lopardo (56, Sala Consilina); Nicola Lovisi (55, Torraca); Cristina Lovizio (40, Buonabitacolo); Rosario Lupo (35, Caggiano); Michele Mandola (61, Sapri); Filippo Marmo (53, Sant’Arsenio); Rosario Fiore (46, San Rufo); Nicola Morena (48, Padula); Vito Moscarella (54, Teggiano); Pasquale Napolitano (39, Ispani); Agostino Navarra (61, Sala Consilina); Vincenzo Petrizzo (69, Sapri); Salvatore Ricciardi (62, Sapri); Francesco Ricciardone (67, Sassano); Ottavio Romanelli (60, Sassano); Vincenzo Ruotolo (40, Padula); Giuseppe Russo (70, Sala Consilina); Anna Salamone (49, Caselle in Pittari); Carmine Santangelo (50, Atena Lucana); Francesco Santillo (44, Sapri); Camillo Scaldaferri (76, Sapri); Gabriele Scaldaferri (59, Sapri); Giovanni Scognamiglio (43, Vibonati); Francesco Tancredi (54, Torraca); Gianluigi Tepedino (57, Padula); Grazia Testa (58, Sapri); Giovanna Valletta (43, Polla); Giocondo Vita (48, Sapri); Daniele Zicarelli (47, Torraca); Biagina Russo (37, Buonabitacolo); Antonio Innamorato (42, Teggiano); Paolo Farnetano (62, Vibonati); Rocco Vito Spanò (44, Tortorella); Carmelina Fortunato (87, Sapri); Andrea Iannella (65, Eboli).

Sala Consilina, guai giudiziari per un dipendente comunale finito sotto processo per droga

Inchiesta Molière: il Gip di Vallo concede la libertà all'armatore di Santa Marina Rocco Mega

 

 

E’ stato rimesso in libertà Rocco Mega, l’armatore di Policastro Bussentino coinvolto nell’inchiesta Moliére portata a termine dalla Guardia Costiera di Salerno a fine settembre. Oggi è stata data esecuzione all’ordinanza del Gip Garzo e Mega è potuto uscire dalla sua abitazione. L’armatore era ai domiciliari dopo la decisione dello stesso Giudice che una decina di giorni dopo l’arresto in carcere aveva deciso di accogliere la richiesta di sostituzione della misura cautelare presentata dai legali Maldonato e Palazzo. Restano ancora ai domiciliari, invece, l’armatore di Casal Velino Davide Morinelli e la sua compagna Martina Cannas, mentre l’altro armatore di Scario coinvolto nell’operazione, Nicola Di Mauro, era già tornato in libertà con la decisione del Riesame e il medico di Montecorice Francesco Russo è ancora sottoposto all’obbligo di firma. Sono anche in corso di notifica gli avvisi di conclusione indagini che dovrebbero aprire un nuovo capitolo sulla vicenda. Dopo i termini per la presentazione di memorie e per gli interrogatori, infatti, si dovrebbe arrivare a fissare l’udienza preliminare in cui decidere se rinviare a giudizio gli imputati o archiviare il caso. L’inchiesta Moliére aveva svelato una truffa di due milioni di euro ai danni di enti previdenziali che avrebbe finito per coinvolgere. 3 diverse cooperative impegnate nel trasbordo dei turisti sulle spiagge cimentane. Gli armatori, seppure non collegati fra di loro, secondo le accuse, sfruttavano uno stesso meccanismo: medici compiacenti e certificati di false malattie per percepire l’indennità di malattia a lavoratori che impiegavano in altre mansioni o per incassare contemporaneamente la disoccupazione e la malattia contando sulla mancanza di comunicazione ad esempio tra Inps e Inail. 45 gli indagati, tra cui anche diversi marittimi. Nel corso dell’inchiesta vennero sequestrate anche diverse imbarcazioni usate per il trasporto dei turisti.

Daria Scarpitta

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.