Contenuto Principale

Buonabitacolo, vicenda Casalnuovo, il padre di Massimo "liberare la verità.."

Sassano, moria di pesci in un affluente del tanagro. Cittadini preoccupati

A Sassano allarme ecologico per un affluente del fiume Tanagro, dove nelle ultime ore si sta verificando una devastante moria di pesci che preoccupa non poco i cittadini della zona.

Furti nel Golfo di Policastro, visitata in pieno giorno un’abitazione di Torraca

Ancora furti a Sud di Salerno. Dopo le sempre più frequenti ondate di raid delinquenziali che hanno interessato diversi comuni del Cilento e del Vallo di Diano, negli ultimi giorni i ladri sono tornati in azione anche nel golfo di Policastro. L’ultimo furto in ordine di tempo è stato messo a segno ieri, in pieno giorno, a Torraca. A finire sotto l’attenzione dei malviventi, è stata, questa volta, una villetta ubicata in località Cordici a pochi passi dall’omonimo santuario. Approfittando dell’assenza dei proprietari e di una finestra lasciata aperta i ladri si sono introdotti nell’abitazione riuscendo a portare via gioielli e oggetti preziosi del valore di qualche migliaia di euro. Dopo di che i malviventi si sono rapidamente dati alla fuga senza lasciare alcuna traccia. All’arrivo del proprietario la scoperta che ha immediatamente allertato i carabinieri della compagnia di Sapri. Appena qualche giorno un analogo episodio si è consumato nel villaggio Ginestre di Vibonati; nelle mani dei ladri un bottino di circa cinquantamila euro. E poi ancora altri furti a Policastro e finanche a Sicilì. “ Le isole felici, ha sottolineato il capitano Emanuele Tamorri, purtroppo non esistono più e seppure la nostra sia una zona dove fatti del genere si verificano con una media al disotto di quella provinciale, e’ necessario che i cittadini in primis cambino alcuni abitudini come quella di lasciare la chiave inserita nella serratura del portone di ingresso o ancora lasciare finestre aperte quando si esce di casa”.

Roberta Cosentino

Capaccio, nuovi atti intimidatori nei confronti del consigliere Paolillo

Ancora minacce al consigliere comunale di Capaccio delegato allo sviluppo della fascia costiera. Maurizio Paolillo, ieri sera nel ritirare la corrispondenza dalla buca posta dinanzi la sua abitazione tra le varie lettere ne ha subito notata una sospetta. E difatti una volta aperta il sospetto ha avuto conferma, ma il contenuto fortemente intimidatorio è stato mantenuto riservato e divulgato solo all’autorità giudiziaria che ha immediatamente avviato le indagini. La lettera secondo quanto è dato sapere presentava il francobollo, ma non il timbro postale, la consegna sembra, perciò, essere avvenuta a mano. La calligrafia, volutamente confusa e distorta, non ha permesso a Paolillo di riconoscere l’autore del testo. Secondo il Consigliere Delegato, tra i motivi che possono aver spinto a tale intimidazione, potrebbe esserci la volontà di qualcuno di ostacolare i progetti legati al territorio e alla tutela dell’ambiente. “Quando si cerca di rivalutare il territorio – ha sottolineato Paolillo - c’è sempre qualcuno che cerca di ostacolare il benessere comune”. Tra i progetti futuri, infatti, doveva essere proposta proprio una riorganizzazione dell’arenile della fascia costiera per fare fronte alle criticità della zona. Non è la prima volta che il Consigliere Paolillo subisce atti di intimidazione: già nel 2002 è stato vittima di un tentativo di aggressione fisica.

Roberta Cosentino

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.