Contenuto Principale

PORTO DI PISCIOTTA. IL CONSIGLIO DI STATO "SALVA" LE OPERE DI RIQUALIFICAZIONE

Risultati immagini per porto pisciotta

I lavori di riqualificazione e protezione del porto di Pisciotta possono essere ammessi a sanatoria. A stabilirlo è la recente sentenza del Consiglio di Stato che respinge l’appello proposto dal Ministero per i Beni e le attività Culturali e per il Turismo contro la decisione del Tar. I fatti risalgono al 2008 quando il Tribunale Amministrativo annullò il parere contrario espresso dalla Soprintendenza in relazione all’accertamento di compatibilità paesaggistica delle opere marittime realizzate in quegli anni, senza il preventivo nulla osta paesaggistico, a nord – ovest del porto di Marina di Pisciotta. Il Ministero presentò ricorso contro la sentenza del Tar e in questi giorni il Consiglio di Stato lo ha bocciato dando ragione al Comune che in questo modo può riavviare le procedure per l’ammissione in sanatoria degli interventi di salpamento delle preesistenti scogliere artificiali e di costruzione di un pennello a forma di T in massi naturali, con la contigua barriera soffolta. All’epoca il Ministero ne dispose la demolizione e il ripristino dei luoghi. Il Giudice d’appello ha posto fine alla querelle tra il Governo e l’Ente Locale. “ E’ evidente – afferma il sindaco Ettore Liguori – che è prevalso il buon senso. Stiamo parlando di un opera utile per la collettività e per la pubblica sicurezza “. “ Il supremo organo giurisdizionale amministrativo – precisano gli avvocati Pasquale D’Angiolillo e Laura Clarizia – ha confermato l’operato del Tar, riconoscendo che il paesaggio non va inteso come una mera bellezza panoramica statica e di fatto immutabile e nemmeno staccato dagli uomini che lo vivono “ . Ora il Comune si attiverà per la ripresa delle pratiche per sanare le opere realizzate per riqualificare e proteggere il porto di Marina di Pisciotta. 

Antonietta Nicodemo

 

BUONABITACOLO. BIMBA DI DUE ANNI E MEZZO' MORTA SCHIACCIATA DA UN CANCELLO. ASSOLTI I SEI IMPUTATI.

 

 

Risultati immagini per tribunale lagonegro

Sulla morte della piccola Luana di Buonabitacolo arriva la sentenza di primo grado del Tribunale di Lagonegro. I sei imputati per omicidio colposo sono stati tutti assolti con formula piena perché il fatto non sussiste. Le motivazioni non sono state ancora depositate e dunque non si conoscono le ragioni che hanno indotto i giudici a respingere la richiesta di condanna avanzata dal Pubblico Ministero e a disporre l’assoluzione per tutte le persone sottoposte a processo. I fatti risalgono al 2009 . La bambina di due anni e mezzo fu travolta dal cancello dell’abitazione di alcuni suoi parenti mentre stava giocando con un cuginetto. Il cuoricino di Luana Modestino cessò di battere dopo alcuni giorni di agonia nel reparto di rianimazione dell’ospedale pediatrico Santobono di Napoli. Al termine di lunghe indagini furono rinviati a giudizio un fabbro del paese  e i cinque eredi della casa davanti alla quale si consumò la tragedia. Per la pubblica accusa tutti e sei erano responsabili perché per motivi diversi non avevano assolto al proprio dovere per un funzionamento sicuro del cancello incriminato. Si apriva manualmente, mentre sembrerebbe che doveva aprirsi e chiudere automaticamente. Secondo il Pm il fabbro, invece,  era responsabile dell’accaduto perché il cancello, che  finì addosso alla piccola perché uscì dai cardini ed era privo di un fermo , non era stato installato adeguatamente . La difesa del fabbro rappresentata dall’avvocato Tedesco ha chiarito che non c’è nulla che dimostri che sia stato il suo assistito a montarlo e che comunque lo stesso cancello era stato sistemato davanti a quella abitazione più di dieci anni prima e durante tutto questo periodo  aveva funzionato perfettamente. In questi giorni la sentenza di primo che solleva da ogni responsabilità i sei imputati tutti di Buonabitacolo.

 

 

 

CESARE FESTA, ARRESTO INGIUSTO. CHIESTO INDENNIZZO.

Risultati immagini per cesare festa pisciotta

CAPACCIO, PRESUNTE FRASI DIFFAMANTI SUI FRATI. RINVIO A GIUDIZIO PER 4.

Risultati immagini per CAPACCIO CONVENTO FRATI MINORI

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.